Ugo La Pietra e le sue istruzioni per abitare la città in mostra a Foligno

ugo la pietra foligno
“Riconversione progettuale: barriera antiterrorismo / poltrona”, fotomontaggio, poltrona realizzata da riconversione di dissuasore stradale, misura 80x 40 h 60 cm, 2016/2017

Inaugura ufficialmente stasera, e sarà aperta al pubblico da domani, 24 marzo 2018, Istruzioni per abitare la città. Opere e ricerche nell’ambiente urbano dal 1969 al 2017 la mostra che il CIAC di Foligno (Centro Italiano Arte Contemporanea) dedica a Ugo La Pietra.

La mostra, curata da Italo Tomassoni, Giacinto Di Pietrantonio e Giancarlo Partenzi, ripercorre i molteplici ambiti di indagine dell’opera di La Pietra, ed espone i suoi lavori più significativi e i documenti correlati all’uso dello spazio urbano. Opere, strumenti per decodificare i luoghi e le strutture rigide della società, fisicamente espresse da regole, che La Pietra cerca di superare attraverso letture, esercizi, disvelamenti: un insieme di sollecitazioni che formano un catalogo di Istruzioni per abitare la città, appunto.

Leggi anche 100×100 Achille, una mostra per celebrare il centenario di Achille Castiglioni (fino al 30 aprile 2018)

Partendo dalle persone ho sempre guardato la città e gli individui con gli occhi di un antropologo, traendone suggestioni da decodificare criticamente. Ho avuto il ruolo che, sin dai tempi antichi, era affidato agli intellettuali, e proprio come loro non ho privilegiato uno strumento o un linguaggio specifico“, ha dichiarato La Pietra. Tutto il suo lavoro è sempre legato ai luoghi in cui le opere si collocano, e lo spazio urbano, luogo da cui germinano le sue pratiche progettuali provocatorie, viene preso in considerazione come struttura organizzata.

ugo la pietra
“Attrezzature urbane per la collettività. Box Giochi”, dalla ricerca “Riconversione progettuale”, fotomontaggio, 1979, misura 30×40 cm
ugo la pietra
“Soggiorno urbano”, Milano, 1989 (installazione, fotografia)

La mostra si sviluppa in un percorso ricco di suggestioni visive attraverso un centinaio di opere bidimensionali, alcuni video, oggetti tridimensionali e un’installazione. Dodici aree di ricerca sono precedute, per la loro comprensione, da “istruzioni” che danno al visitatore la chiave di lettura delle opere. Al centro della mostra è installata una Casa Aperta, una struttura in scala reale con una serie di arredi realizzati attraverso la pratica che l’autore definisce “Riconversione progettuale”: alcuni elementi di arredo urbano vengono riconvertiti in elementi di arredo domestico. Un sala dedicata alle proiezioni presenta tre film di La Pietra: “Per oggi basta” (1974), “La riappropriazione della città” (1977), “Interventi pubblici per la città di Milano” (1979).

Leggi anche Tuscanyness, un film documentario sull’architettura toscana

Si tratta di un’occasione per scoprire o approfondire la molteplicità degli esiti delle ricerche di Ugo La Pietra – architetto di formazione, artista, cineasta, editor, musicista, fumettista, docente – che dagli anni Sessanta si definisce ricercatore nel sistema della comunicazione e delle arti visive e si muove contemporaneamente nei territori dell’arte e del progetto.

Scheda evento

evento|event Istruzioni per abitare la città. Opere e ricerche nell'ambiente urbano dal 1969 al 2017
a cura di|curated by Italo Tomassoni, Giacinto Di Pietrantonio e Giancarlo Partenzi
dove|where

Centro Italiano Arte Contemporanea (CIAC)
Via del Campanile, 13
Foligno

quando|when Dal 24 marzo al 30 settembre 2018 
inaugurazione|opening Venerdì 23 marzo 2018, ore 18.00
orari|hours

Venerdì: 16.00 – 19.00
Sabato e domenica: 10.30 -12.30 /16.00 – 19.00

Aperture Straordinarie:
domenica 1 aprile 15.30-18.30
lunedì 2 aprile 10.30 -12.30 /16.00 – 19.00
mercoledì 25 aprile 10.30 -12.30 /16.00 – 19.00
martedì 1 maggio 10.30 -12.30 /16.00 – 19.00
martedì 14 agosto 16.00 – 19.00
giovedì 16 agosto 16.00 – 19.00

ingresso|admission 5 euro, sono previste riduzioni

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here