Top 50 studi di architettura in Italia: Renzo Piano scende al terzo posto

renzo piano primo nella top 50 studi di architettura

Cambio al vertice della top 50 studi di architettura in Italia (società di architettura) per fatturato: negli ultimi due anni One Works era stata in prima posizione, ma secondo i dati di fatturato del 2018, quest’anno è stata scavalcata da Lombardini 22, che cresce del 28,7% (passando da 12,3 a 15,8 milioni di euro). Questo vuol dire che Renzo Piano Building Workshop quest’anno passa dalla seconda alla terza posizione, anche se in realtà, se considerassimo anche il fatturato realizzato dalla “filiale” di Parigi, sarebbe sempre al primo posto indiscusso.

Alleghiamo quindi anche quest’anno la top 50 delle società di architettura in Italia 2019 (e design), sottolineando la forte crescita di alcuni studi, in particolare quella di Mario Cucinella Architects MCA, che ha incrementato il fatturato del 70,2% passando dal sedicesimo posto in classifica al sesto. Cresciuti in modo notevole anche ATI project (dalla 103esima alla 16esima posizione), Park Associati (dalla 32esima alla 19esima posizione) e Schiattarella Associati (dalla 96esima alla ventesima posizione). Stefano Boeri Architetti SBA, entrato per la prima volta l’anno scorso tra le prime 50 posizioni, cresce ancora passando dalla 35esima alla trentesima posizione). Carlo Ratti Associati CRA, in top 50 invece dall’anno ancora precedente, passa quest’anno dalla 39esima alla 35esima posizione. Anche Fuksas Architecture risulta in crescita e passa dalla 50esima alla 36esima posizione. In perdita di circa il 60%, invece, Giugiaro Architettura, che scende addirittura dalla quinta alla 39esima posizione.

Studi di Architettura in Italia, la classifica 2019

La classifica 2019, come tutti gli anni, è elaborata da Guamari (e pubblicata dal Sole 24Ore), e si basa sui bilanci del 2018 (tra parentesi vediamo la posizione dell’anno precedente). La classifica completa sarà pubblicata come tutti gli anni nel Report 2019 on the Italian Construction, Architecture and Engineering Industry che sarà presentato a Milano il prossimo 4 dicembre.

1 (3) Lombardini22
2 (1) One Works
3 (2) Renzo Piano Building Workshop
4 (4) Progetto Cmr =
5 (7) Cremonesi Workshop ↑
6 (16) Mario Cucinella Architects
7 (8) Gpa ↑
8 (10) Citterio – Viel & Partners Interiors  ↑
9 (17) Starching ↑
10 (9) Hydea ↓
11 (15) Spi – Società Progettazioni Integrali ↑
12 (21) Asti Architetti ↑
13 (11) Citterio – Viel & Partners ↓
14 (18) General Planning ↑
15 (6) Archea Associati ↓
16 (103) ATIproject ↑
17 (13) Patricia Urquiola ↓
18 (20) Design Group Italia ↑
19 (32) Park Associati
20 (96) Schiattarella e Associati
21 (14) Matteo Thun & Partners ↓
22 (19) David Chipperfield Architects
23 (29) Made to Measure ↑
24 (26) Open Project ↑
25 (24) Studio Marco Piva ↓
26 (27) Tekne ↑
27 (22) Architetto Michele De Lucchi
28 (23) Lissoni Casal Ribeiro ↓
29 (28) Hangar Design Group ↓
30 (35) Stefano Boeri Architetti
31 (43) Genius Loci Architettura ↑
32 (45) Il Prisma Architettura ↑
33 (44) Archest ↑
34 (36) Binini Partners ↑
35 (39) Carlo Ratti Associati
36 (50) Fuksas Architecture
37 (73) Domus Ing & Arch ↑
38 (30) Polistudio Aes ↓
39 (5) Giugiaro Architettura
40 (34) Archilinea ↓
41 (33) Zuccon International Project ↓
42 (68) Ipostudio Architetti ↑
43 (25) Piuarch
44 (47) Asa Albanese ↑
45 (89) Leonardo ↑
46 (54) Fortebis Integrated Building Services ↑
47 (42) J+S ↓
48 (64) D.Vision Architecture ↑
49 (52) Bioedil Progetti ↑
50 (46) Aegis Cantarelli & Partners ↓

>> Scarica qui la classifica 2019 con tutti i dati <<

!!! Contemporaneamente è uscita anche la Top 50 delle società di ingegneria 2019, la trovi su ingegneri.cc !!!

Leggi anche Il Bosco Verticale è tra i 50 grattacieli più importanti degli ultimi 50 anni

*** 23 ottobre 2018: Come l’anno scorso (l’ultima classifica era uscita il 3 novembre 2017), la top 50 studi di architettura in Italia per fatturato vede Renzo Piano, che fino al 2016 era in prima posizione, in seconda posizione, e One Works (la società a cavallo tra architettura e ingegneria fondata da Leonardo Cavalli e Giulio De Carli) in prima. La top 3 è infatti rimasta invariata dall’anno scorso, e vede al vertice One Works, con una cifra d’affari di 21,5 milioni di euro (contro i 20,8 dell’anno scorso – incremento del 3,5%), Renzo Piano Building Workshop con 16,3 milioni (contro i 12,5 del 2017 – incremento del 31,1%) e Lombardini22 con 12,3 milioni (contro gli 11,4 del 2017 – incremento del 7,4%).

RPBW comunque, considerando gli utili, domina ancora la classifica con quasi 2,3 milioni di euro. La classifica 2018, come tutti gli anni, è elaborata da Guamari (e pubblicata dal Sole 24Ore), e si basa sui bilanci del 2017.

Alleghiamo la top 50 delle società di architettura in Italia 2018, sottolineando la forte crescita di alcuni studi: Stefano Boeri Architetti entra per la prima volta nelle prime 50 posizioni (al 32esimo posto, contro il 77esimo del 2017), Archea Associati continua la scalata, passando dalla 32esima posizione del 2016 alla settima di quest’anno, stessa cosa Mario Cucinella Architects, che passa dalla 30esima posizione del 2016 alla 15esima di quest’anno. Carlo Ratti Associati, entrato nella top 50 proprio l’anno scorso, si colloca quest’anno alla 35esima posizione.

>> Qui trovi la classifica del primi 150 studi di architettura in pdf (aggiornata con nuovi bilanci al 12 giugno 2019 – qualche posizione è variata rispetto all’elenco qui sopra) <<
>> Qui trovi invece un’analisi commentata della classifica <<

*** 3 ottobre 2016: Renzo Piano si aggiudica nuovamente la medaglia d’oro, anche se lo studio milanese Antonio Citterio e Patricia Viel, in quarta posizione con la società di interni e in sesta con quella di architettura, lo batte per fatturato cumulato. È questo quello che si nota, a colpo d’occhio, guardando la top 50 studi di architettura che il Sole24Ore ha appena pubblicato (basandosi sui dati di bilancio 2015 delle varie società).

Nel 2015 queste prime 50 società (soprattutto studi professionali, associati quando di maggiori dimensioni) hanno fatturato oltre 189 milioni di euro per quanto riguarda l’attività in Italia e l’esportazione, e questo senza includere le filiali estere. Infatti, ad esempio, la società francese di Renzo Piano fattura almeno il doppio rispetto a quella italiana che qui troviamo al primo posto.

Nelle prime 15 posizioni troviamo, com’era prevedibile, un po’ dei soliti nomi, con le loro società di natura “autoriale”. Oltre a Renzo Piano Building Workshop (con più di 12 milioni di euro di fatturato, per la precisione 12766, con un incremento del 9,3% rispetto al 2014) e a Citterio + Viel (8576 con Interiors e 8021 con Partners), troviamo David Chipperfield Architects (7ima posizione, 7090, con quasi un 61% di incremento), Matteo Thun and Partners (11esima posizione, 4920) e Fuksas Architecture (13esima posizione, 4634).

Leggi anche l’articolo Nuvola di Fuksas: il progetto, al di là delle polemiche

Subito sotto, in 17esima e 18esima posizione, troviamo Michele De Lucchi e Libeskind Design. La controparte di architettura di Libeskind è al 22esimo posto: sommando le due società Libeskind rientrerebbe nella top 10. Piero Lissoni è in una situazione simile.

Entro i primi 30, sempre per quanto riguarda le società di natura autoriale, vediamo che rientra anche Mario Cucinella (28esimo). Per quanto riguarda invece le società di diversa natura (per intenderci, quelle che solitamente scelgono nomi più creativi o sigle anziché il nome dell’architetto per presentarsi), troviamo al secondo e terzo posto assoluti (quindi subito sotto Piano), OneWorks e Lombardini22.

Tra queste, scendendo in classifica troviamo Progetto Cmr (di Massimo Roj, in 12esima posizione) e, in 30esima posizione, Archea Associati (di Laura Andreini, Marco Casamonti e Giovanni Polazzi), che, tra l’altro, ha visto un aumento di fatturato del 111,5%.

Se state cercando lavoro (per le ultime offerte che abbiamo selezionato CLICCA QUI), conviene provare a puntare in alto e mandare CV e portfolio anche ai nomi che rientrano in questa top 50: tentar non nuoce.

Leggi anche l’articolo Architetto o Schiavo? Lo sfogo di un trentenne a L’Espresso

Guida pratica alla progettazione + Prontuario tecnico urbanistico amministrativo Alberto Fabio Ceccarelli, 2017-2018, Maggioli Editore

Il Prontuario è aggiornato al Correttivo Codice Appalti, ai CAM e alle NTC 2018. La Guida contiene oltre 1100 tavole di progetto a colori e 830 tavole progettuali.



5 commenti

  1. Ancora i soliti noti!! Questi sono quelli che fanno più soldi ma non quelli veramente più innovativi, con più idee e coraggio, ma certamente meno mezzi. Ma che non sono da meno, specie quando capita loro la fortuna, in mezzo a tanti concorsi truccati, di vincerne uno! Vuoi mettere BICUADRO, BIANCHI, OFFICINALEONARDO, STIPA, MX2, 404 …….. ??!!

  2. La classifica dovrebbe tenere conto anche delle condizioni di lavoro grazie alle quali questi studi ottengono questi fatturati.

    Lo sfruttamento dei neolaureati architetti e ingegneri, le false partite iva, ore di lavoro ai limiti della schiavitù.

    Invece di esaltare le realtà virtuose sopravvivono solo gli studi che sfruttano le persone e gli ordini professionali fanno finta di niente

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here