Spessore delle pareti: perché è importante per le case in legno?

Scegliere il legno da tronco o quadrato, il legno massiccio o lamellare? Vediamo perchè queste caratteristiche sono importanti

Quando si sceglie di acquistare una casa in legno, uno degli aspetti più importanti da valutare è lo spessore delle pareti. Ma ci sono anche altre caratteristiche rilevanti da non sottovalutare, come il tipo di legno: può provenire da un tronco rotondo o squadrato, ed essere massiccio o lamellare.

Per approfondire il tema inerente alle particolarità da prendere in considerazione, consigliamo di proseguire la lettura di questo articolo e reperire maggiori informazioni sul sito https://www.pineca.it.

Lo spessore delle pareti delle case in legno

Di norma, a parità di metratura le case prefabbricate in legno possono risultare più spaziose delle case in muratura, perché le pareti in legno hanno in genere uno spessore più piccolo. Questo permette di ottenere una maggiore superficie calpestabile.

Tuttavia, va anche detto che optare per uno spessore troppo sottile (anche per risparmiare dal punto di vista economico) non è una buona idea, visto che le pareti dovrebbero garantire un buon livello di isolamento acustico e termico. L’isolamento acustico permette di sentire meno rumori dall’esterno, o di far sentire all’esterno meno rumori provenienti dall’interno. L’isolamento termico garantisce invece un minor consumo di energia per riscaldare o raffrescare la casa.

Lo spessore ideale per i muri esterni e interni delle case in legno è di circa 30 centimetri: tale valore può garantire un ottimo rapporto tra qualità e prezzo, ed è appunto inferiore a quello delle case più tradizionali. Questa dimensione è da intendersi considerando anche la presenza della coibentazione.

La coibentazione alle pareti è molto importante, dato che permette di isolare maggiormente l’ambiente interno da quello esterno, limitando ulteriormente scambi di vibrazioni sonore o di temperatura.

Ricapitolando: perché lo spessore delle pareti delle case in legno è un aspetto molto importante da prendere in considerazione? Tale caratteristica si rivela determinante, sia per le pareti interne che esterne, per almeno due fattori:

  • Lo spazio interno alla casa: le pareti in legno di buona qualità possono occupare meno spazio rispetto alle pareti in muratura, le quali in genere hanno uno spessore più consistente.
  • L’isolamento termico e acustico: le pareti troppo esili e sottili non sono molto performanti sotto questo aspetto, visto che non possono impedire lo scambio di temperatura tra due ambienti diversi, e nemmeno limitare in modo efficace lo scambio delle vibrazioni sonore. Inoltre, ha poco senso anche optare per pareti eccessivamente spesse.

Legno da tronco tondo o squadrato

Per le pareti delle case prefabbricate in legno, occorre anche valutare se optare per un legno da tronco tondo o squadrato. La scelta dipende dai gusti personali: il legno tondo garantisce un aspetto più rustico.

Va però considerato anche che, a seconda delle normative vigenti presso ciascun comune italiano, può darsi che l’uso di tronchi tondi a fini estetici non sia permesso.

Legno massiccio o lamellare

Per le case in legno, conviene scegliere pareti interne ed esterne in legno massiccio o in legno lamellare?

A ben vedere, ci sono buoni motivi per scegliere le une o le altre:

  • Il legno lamellare è lavorato sfruttando una tecnica particolare (sovrapponendo alcune lamelle, tra loro incollate) che gli conferisce notevoli vantaggi. È privo di difetti visibili, come sacche di resina, nodi e fenditure. È anche meno suscettibile agli attacchi di insetti e funghi. Inoltre, è più resistente alla corrosione. La sua lavorazione permette di consumare pochissima energia, riducendo l’inquinamento ambientale. Tuttavia, costa di più rispetto al legno massiccio.

Il legno massiccio ha importanti vantaggi economici, ed è più bello esteticamente, dal momento che possiede un aspetto più rustico e naturale. Con il passare del tempo questo materiale cambia esteriorità, formando delle gradevoli fenditure naturali di dimensioni variabili, e ciò è dovuto dalla perdita di umidità dettata dalle condizioni ambientali. Inoltre, le pareti in legno massiccio piacciono anche perché appaiono più affini ai muri in muratura, dando un’idea di maggiore solidità.

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here