Social Housing: Premio di architettura sociale Baffa-Rivolta

premio social housing baffa rivolta
Zanderroth Architekten, BIGyard - Zelterstraße 5-11, Berlino. Vincitore 2011

È stata ufficialmente lanciata la sesta edizione del Premio Baffa-Rivolta (già Premio Ugo Rivolta) dedicato alle migliori realizzazioni europee di architettura sociale. Il premio, bandito dall’Ordine degli Architetti di Milano, è biennale, e nelle edizioni precedenti sono stati presentati più di 230 progetti da 17 Paesi. Questa iniziativa intende individuare, premiare e divulgare i migliori progetti di social housing costruiti e consegnati tra il gennaio 2012 e il dicembre 2016 sul territorio dei 28 paesi della Comunità Europea e della Svizzera.

Per opere di edilizia sociale, in questo caso, si intendono le realizzazioni (portate a termine  per iniziativa di operatori sia pubblici che privati) vincolate da regole di assegnazione, rivolte a una domanda di abitazione permanente o temporanea che non trova risposte nel libero mercato. Nell’assegnare il premio, un’attenzione particolare verrà rivolta alla qualità complessiva dell’ambiente costruito e alla sostenibilità del progetto. La partecipazione è aperta ad architetti e ingegneri iscritti ai relativi albi secondo l’ordinamento dello Stato di appartenenza.

Leggi anche Premi Architetto Italiano e Giovane Talento 2017, come candidarsi

Le opere potranno essere segnalate dai progettisti stessi (l’autore può segnalare una sola opera propria), da Enti, Istituti pubblici o privati, Associazioni culturali o del settore, Università, operatori immobiliari e soggetti attivi nel campo dell’edilizia sociale, Ordini e Associazioni professionali, nonché dallo stesso Ente banditore.

Premio Baffa Rivolta, il calendario

Il premio è organizzato in due fasi e si svolgerà in forma palese. Gli elaborati possono essere consegnati in lingua italiana o inglese.

  • Mercoledì 6 settembre 2017 – Termine presentazione quesiti
  • Mercoledì 13 settembre 2017 – Pubblicazione risposte
  • Venerdì 29 settembre 2017 – Termine caricamento materiali prima fase
  • Giovedì 19 ottobre 2017 – Pubblicazione esiti prima fase
  • Giovedì 23 novembre 2017 – Termine per la consegna elaborati seconda fase
  • Lunedì 11 dicembre 2017 – Pubblicazione degli esiti seconda fase

>> Scarica qui il Bando di partecipazione (English version)

Il vincitore riceverà un premio in denaro di 10 mila euro e la nomina in giuria per l’edizione seguente.

Quest’anno, la giuria è così costituita: David Lorente Ibáñez, H Arquitectes (Spagna), Dick Van Gameren (Olanda), Massimo Bricocoli (Italia), Mauro Galantino (Italia), Camillo Magni (Italia), Laura Montedoro (Italia – membro supplente), Fabio Lepratto (Italia- membro supplente).

Premio Ugo Rivolta, vincitori 2007-2015

  • 2015: H Arquitectes+DataAE, Spagna
    Student Housing, Sant Cugat del Vallès

  • 2013: Atelier Kempe Thill, Olanda
    Hiphose, Zwolle, Olanda

  • 2011: Zanderroth Architekten, Germania
    BIGyard – Zelterstraße 5-11, Berlino (immagine in evidenza)
  • 2009: Kis Péter Épìtészmuterme, Ungheria
    Pràter Street Social Housing Budapest

  • 2007: Guillermo Vàsquez Consuegra, Spagna
    Edificio per Case Popolari Rota, Cadice

Leggi anche Mies Award 2017, trionfa l’edilizia collettiva: DeFlat Kleiburg e Navez

“Ogni edizione – commenta Valeria Bottelli, presidente degli Architetti di Milano – ha offerto esempi di perfetta compatibilità tra qualità dell’architettura, qualità della vita ed edilizia sociale. Il Premio, di respiro sempre più internazionale, si rafforza ancor più come cardine del dibattito sul Social Housing, e la giuria, sempre cosmopolita e di alto profilo, a ogni edizione si vede piacevolmente costretta a segnalare progetti meritevoli di menzioni particolari”.

Per ulteriori informazioni
premiougorivolta[@]ordinearchitetti.mi.it
premiobaffarivolta.ordinearchitetti.mi.it

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here