Il Serpentine Pavilion 2020 sarà progettato dallo studio Counterspace

serpentine pavilion 2020 counterspace
Amina Kaskar, Sumayya Vally and Sarah de Villiers of Counterspace. Photographed by Justice Mukheli in Johannesburg, 2020 © Counterspace

Saranno le tre giovani architette sudafricane Amina Kaskar, Sumayya Vally e Sarah de Villiers (tutte e tre classe 1990), dello studio di architettura e ricerca Counterspace (fondato nel 2015 e con sede a Johannesburg), a progettare il Serpentine Pavilion 2020. La notizia arriva dalla direzione delle Serpentine Galleries di Londra, che per il ventesimo anno consecutivo ha avuto il compito di scegliere uno studio di architettura a cui affidare il design del padiglione temporaneo che dal 2000 contraddistingue i Kensington Gardens e l’estate culturale londinese.

Counterspace succede in questo compito all’architetto giapponese Junya Ishigami, che ha progettato il Serpentine Pavilion 2019, un “rifugio per la contemplazione” caratterizzato da esili pilastri che sostenevano scure lastre in ardesia.

Prima di lui: Frida Escobedo (2018), Diébédo Francis Kéré (2017), Bjarke Ingels Group – BIG (2016); selgascano (2015), Smiljan Radić (2014), Sou Fujimoto (2013), Herzog & de Meuron e Ai Weiwei (2012), Peter Zumthor (2011), Jean Nouvel (2010), Kazuyo Sejima and Ryue Nishizawa – SANAA (2009), Frank Gehry (2008), Olafur Eliasson e Kjetil Thorsen (2007), Rem Koolhaas e Cecil Balmond con Arup (2006), Álvaro Siza e Eduardo Souto de Moura con Cecil Balmond e Arup (2005), MVRDV con Arup (2004 – non realizzato), Oscar Niemeyer (2003), Toyo Ito e Cecil Balmond con Arup (2002), Daniel Libeskind con Arup (2001), Zaha Hadid (2000).

Leggi anche Il Serpentine Pavilion di BIG diventa permanente

Il padiglione – che inaugurerà il prossimo 11 giugno e resterà aperto fino all’11 ottobre 2020 – è stato concepito con un processo di addizione, sottrazione e divisione delle forme architettoniche che caratterizzano alcuni luoghi di incontro identitari londinesi (a Brixton, Hoxton, Hackney, Whitechapel, Edgware Road, Peckham, Ealing, North Kensington, e non solo), e sarà realizzato combinando insieme tecniche costruttive innovative e tradizionali. Sono previste anche parti mobili che, a seconda dei programmi culturali organizzati, saranno spostate dai Kensington Gardens e ricollocate in vari quartieri di Londra. Ecco le prime immagini:

serpentine pavilion 2020 counterspace
Serpentine Pavilion 2020 designed by Counterspace, Design Render, Exterior View © Counterspace
serpentine pavilion 2020 counterspace
Serpentine Pavilion 2020 designed by Counterspace, Design Render, Interior View © Counterspace

Per ulteriori informazioni
serpentinegalleries.org
counterspace-studio.com

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here