Beni culturali, i contenuti del nuovo Decreto Terremoto

secondo decreto terremoto

Il secondo Decreto Terremoto, “Nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni e dei territori interessati dagli eventi sismici del 2016”, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è in vigore dall’11 di novembre.

Per leggere e scaricare il testo completo del secondo Decreto Terremoto CLICCA QUI

Il testo, che dovrebbe confluire in un emendamento al primo Decreto Terremoto (esaminato della Commissione Bilancio del Senato tra il 21 e il 26 novembre), contiene la nuova definizione, ampliata, del cratere del sisma e diversi provvedimenti su agricoltura, scuola e beni culturali, anche con l’obiettivo di snellire la burocrazia.

Per quanto riguarda, in particolare, i beni culturali, il nuovo Decreto se ne occupa all’articolo 6 “Interventi immediati sul patrimonio culturale“.

Al fine di avviare tempestivamente gli interventi di tutela e ricostruzione del patrimonio storico e artistico danneggiato in conseguenza degli eventi sismici verificatisi dal  24 agosto 2016 in poi, si applicano, per i lavori, i servizi e le forniture urgenti relativi ai beni culturali di cui all’articolo 10 del Codice dei beni culturali e del paesaggio (decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42), e successive modificazioni, le disposizioni di cui agli articoli 148, comma 7, e 163 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50.

Leggi anche l’articolo Rischio sismico e tutela del patrimonio architettonico

Con riferimento ai servizi di progettazione per la messa in sicurezza dei beni culturali immobili, le pubbliche amministrazioni competenti possono procedere, per affidamenti di importo inferiore a 40 mila euro, mediante affidamento diretto a professionisti idonei, senza ulteriori formalità.

In applicazione degli articoli 27 e 149 del Codice dei Beni culturali, anche in deroga all’articolo 146 dello stesso decreto legislativo, i Comuni interessati possono effettuare gli interventi indispensabili per evitare ulteriori danni ai beni culturali e paesaggistici presenti nei propri territori, inclusi quelli di messa in sicurezza degli edifici, dandone immediata comunicazione al MiBACT.

I progetti dei successivi interventi definitivi saranno trasmessi, nel più breve tempo possibile, al Ministero ai fini delle necessarie autorizzazioni, rilasciate secondo le procedure speciali di cui al Primo Decreto Terremoto (decreto legge n. 189 del 2016). Il MiBACT trasmetterà poi le comunicazioni e i progetti ricevuti alle eventuali altre amministrazioni competenti.

Leggi anche l’articolo Il terremoto con Sgarbi, Settis, Portoghesi + Crozza

Inoltre, per accelerare la realizzazione di questi interventi, l’ufficio del Soprintendente speciale di cui al decreto del MiBACT 24 ottobre 2016, si avvale di una apposita segreteria tecnica di progettazione (costituita, per la durata di 5 anni a partire dal 2017, presso il Segretariato generale del MiBACT, e composta da non piu’ di 20 persone), e può reclutare personale di supporto, fino a un massimo di 20 unità.

Per tutti gli altri contenuti del secondo Decreto Terremoto rimandiamo all’articolo di Ediltecnico.it.

 

Inoltre, per avere un quadro completo del Decreto Terremoto (quello finale, che comprende entrambi i decreti di novembre 2016) consigliamo la lettura dell’ebook “Decreto terremoto – Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza”: procedure, informazioni e modulistica sono aggiornati con il d.lgs. 50/2016 (Nuovo codice degli appalti) e i recenti decreti pubblicati per la specifica emergenza del terremoto.

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

Marco Agliata, 2016, Maggioli Editore

I recenti eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale hanno posto in evidenza la necessità di poter attuare, con la massima tempestività possibile, tutti quegli interventi indispensabili alla tutela dell’incolumità delle persone e alla messa in...



 

In tema di Architettura Antisismica si consiglia la consultazione di “Progettazione strutturale antisismica degli edifici“, di Pierpaolo Cicchiello, in offerta speciale da 68.00 a 29.00 € fino alla fine del mese.

Progettazione strutturale antisismica degli edifici

Progettazione strutturale antisismica degli edifici

Pierpaolo Cicchiello, 2010, Maggioli Editore

Obiettivo principale di quest'opera è quello di offrire ai progettisti una guida per la progettazione antisismica di edifici e fondazioni, fornendo commenti e spiegazioni per la corretta applicazione delle Norme Tecniche per le Costruzioni. Dopo un'introduzione sui moderni obiettivi...



 

Nell’immagine, Basilica di San Benedetto, dopo l’ultima forte scossa di terremoto nella zona rossa di Norcia, 31 ottobre 2016. Credits: ANSA/ CROCCHIONI

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here