Retrofit green: Garden House, Londra, Hayhurst and Co.

retrofit green

(Read english text)

Garden House è una nuova casa, studio e galleria situata al di sotto di una copertura realizzata attraverso una serie di “vasi” appesi, progettata per Whitaker Malem, il duo composto dall’artista e dal costumista che hanno collaborato alle opere di Allen Jones, dei fashion designer Hussein Chalayan e Alexander McQueen e ai costumi di numerosi film tra cui Harry Potter, Batman e Wonderwoman.

Leggi anche l’articolo sul progetto di SPBR Arquitetos, Ubatuba House II

Sul sito del laboratorio ad un unico piano, auto-costruito dal duo artistico nella metà degli anni 1990, i committenti hanno voluto creare una nuova casa-studio che massimizza lo spazio disponibile e la luce naturale all’interno dello stretto lotto esposto a nord e situato dietro una serie di case a schiera in stile vittoriano nella zona Hackney’s de Beauvoir, nell’East-End di Londra.

Costruito all’interno delle murature originali in mattone che i committenti condividono con i loro vicini su tutti i lati, il progetto è stato concepito attraverso la realizzazione di tre diverse inclinazioni del tetto al fine di creare una forma che si adattasse alla perfezione alle condizioni esistenti, un compromesso tra la massimizzazione della sistemazione interna e la protezione delle residenze adiacenti. La Garden House definisce un modello di retrofit e massimizzazione degli spazi residenziali nelle aree urbane dense.

L’accesso all’edificio avviene attraverso un giardino d’inverno con un grande lucernario in acciaio inox lucidato a specchio che riflette la luce attorno all’ingresso, distorcendo lo spazio e l’ingresso della luce naturale. Questo giardino d’inverno conduce a una serie di spazi abitativi collegati tra loro e illuminati dalla luce naturale attraverso pozzi di luce collocati in copertura.

Al piano terra, gli spazi per il deposito e l’esposizione delle opere d’arte dei proprietari sono ricavati attraverso una serie di mensole in acciaio bianche, realizzate su misura, che si tramutano, senza soluzione di continuità, in una scala in acciaio che galleggia discosta dal muro, permettendo alla luce naturale di attraversarla e di diffondersi all’interno dello spazio.

Il piano superiore è rivestito con pannelli di quercia che arricchiscono gli ambienti dello studio, utilizzato anche come sala per ricevere i clienti e come spazio galleria per le esposizioni private del lavoro dei proprietari. Lo spazio è naturalmente illuminato da un grande lucernaio superiore ed è provvisto di uno spazio di deposito e di un ripiano realizzato per ospitare le macchine da cucire e le aree di ricamo.

Il tetto è un giardino pensile realizzato su misura, formato da profili in acciaio inox appesi sopra una membrana in poliestere. Racchiusa e coronata da questo giardino “appeso” unico e visivamente molto appariscente, la Garden House rappresenta un prototipo adattabile per lo sviluppo di aree industriali dismesse negli ambienti urbani densi.

 

SCHEDA PROGETTO
Garden House

Localizzazione
London Borough of Hackney
Londra, Regno Unito

Progettisti
Hayhurst and Co.

Realizzazione
2015

Superficie
99.0 mq

Fotografie
Kilian O’Sulivan, Courtesy of Hayhurst and Co

 

Per ulteriori informazioni
www.hayhurstand.co.uk

 

Nell’immagine di apertura, vista interna della copertura della Garden House. Foto © Kilian O’Sulivan, Courtesy of Hayhurst and Co
— english text

Garden House is a new home, studio and gallery under a ‘hanging-basket’ roof for Whitaker Malem: the artist and costume-maker duo behind works by Allen Jones, fashion designers Hussein Chalayan and Alexander McQueen and numerous film costumes including Harry Potter, Batman and Wonderwoman.

On the site of a single-storey workshop they self-built in the mid-1990s, the clients wished to create a new home and studio which maximized the space and natural light available within their tight, north-facing site behind Victorian terraced housing in Hackney’s de Beauvoir Conservation area, London’s East-End.

Built within the original brick party walls they shared with their neighbors on all sides, the design was devised as three different roof pitches to create a ‘form of best fit’ – a negotiation between maximizing internal accommodation and protecting adjacent residential amenity. Garden House sets a model of how to retrofit buildings and maximize residential accommodation in sensitive inner city areas.

The building is entered through a winter garden with a large skylight and mirror-polished stainless steel reveals which ricochet light around the entrance, distorting the scale of the space and the fall of light. This leads on a connected set of living spaces lit by natural light through sculpted shafts from the roof.

On the ground floor, storage and display for the owners’ art collection is provided in the form of bespoke white steel shelves that continue into a steel staircase that floats away from the wall, allowing natural light to pass behind it into the house.

The upper floor is lined with oak paneling to provide a rich environment for the studio, which is also used as a fitting room for clients and as a gallery space for private exhibitions of the owners’ work. The space is naturally lit with a large top light and storage and desk space built for sewing machines and embroidery areas.

The roof is a bespoke hanging garden formed from lapped, stainless-steel profiles hung over a GRP membrane. Topped with this unique and visually dramatic ‘hanging’ garden, Garden House provides a prototype for brownfield development that offers dense, adaptable, urban living.

 

PROJECT INFO
Garden House

Location
London Borough of Hackney, United Kingdom

Architects
Hayhurst and Co.

Project Year
2015

Area
99.0 sqm

Photographs
Kilian O’Sulivan, Courtesy of Hayhurst and Co

 

For further information
www.hayhurstand.co.uk

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here