Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2018 ai Céide Fields, Irlanda. Gli eventi

Premio Carlo Scarpa per il Giardino 2018 ai Céide Fields, Irlanda
Céide Fields. I pali di colore bianco identificano il tracciato dei muretti di età neolitica; una sequenza di sonde metalliche per l’esplorazione del suolo. Fotografia di Andrea Rizza Goldstein per FBSR, gennaio 2018

Il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche ha deciso l’assegnazione del Premio Carlo Scarpa per il Giardino 2018 alla piana dei Céide Fields (letteralmente i “campi della collina dalla cima piatta”), nei pressi di Ballycastle, piccolo villaggio sulla costa settentrionale della contea di Mayo, uno dei luoghi più storicamente preziosi dell’Irlanda.

Affacciato sull’Oceano Atlantico, ai margini di vertiginosi precipizi, il territorio dei Céide Fields, caratterizzato da piccoli insediamenti sparsi e da pascoli, ha visto un gruppo di archeologi (a partire da Patrick e Seamas Caulfield) portare alla luce, nell’arco di meno di un secolo, le tracce di un paesaggio rurale del Neolitico, che si manifesta con una straordinaria geometria dei manufatti, leggibile e godibile grazie alla presenza di un centro visitatori gestito dall’archeologa Gretta Byrne.

Leggi anche Paesaggio Urbano, il secondo numero del 2018 si concentra sul patrimonio culturale

A questo particolare paesaggio è stata dedicata, nell’ambito del Premio Internazionale Carlo Scarpa, una mostra fotografica e documentaria, I Céide Fields nei paesaggi irlandesi. Un luogo di storia millenaria lungo un viaggio di ricerca (a cura di Patrizia Boschiero e Luigi Latini), che è stata inaugurata il 23 marzo negli spazi Bomben di Treviso e resterà aperta fino a domenica 3 giugno 1 luglio 2018 (dal martedì al venerdì ore 15-20, sabato e domenica ore 10-20).

La mostra racconta questo luogo attraverso fotografie, cartografie attuali e storiche, disegni, brevi testi e alcuni materiali filmici e audiovisivi, e racconta anche alcune delle tappe più significative del viaggio di studio collettivo che ogni anno è momento chiave della ricerca del Premio Carlo Scarpa. Ne emergono paesaggi urbani, giardini, luoghi della memoria, paesaggi archeologici e rurali, e luoghi dove prevale la presenza forte di una natura che in quest’isola ha influito profondamente nella cultura, nell’economia e nella storia.

Leggi anche Ecomusei e paesaggi culturali, stato dell’arte e prospettive future

La giornata pubblica più importante è in programma per sabato 12 maggio 2018, quando si svolgeranno, sempre a Treviso, un convegno internazionale di approfondimento (Fondazione Benetton Studi Ricerche, auditorium, ore 9.30-13), la cerimonia pubblica del Premio (con la presentazione del film documentario e del volume collettivo dedicati dalla Fondazione a Céide Fields, al Teatro Comunale) e con la consegna del sigillo disegnato da Carlo Scarpa, simbolo del Premio. Quest’anno, il Comitato ha deciso di consegnare questo sigillo all’archeologa Gretta Byrne, responsabile del complesso archeologico di Céide Fields. Questo Premio vuole essere anche espressione di un sentimento di vicinanza e sostegno a tutte le figure che con il proprio lavoro testimoniano  l’importanza di un bene collettivo ricco di significati e insegnamenti.

Domenica 13 maggio 2018, alle ore 18, alla chiesa di San Teonisto di Treviso, si terrà un concerto di musica antica irlandese in onore dei Céide Fields. Il Premio Carlo Scarpa 2018 proseguirà poi con altre iniziative pubbliche, anche a carattere internazionale, nel corso dell’anno.

Ecomuseums and cultural landscapes 2018, Maggioli Editore

Ecomuseums, born in France in the 1970s, are nowadays experiencing a new season of development. A renewal expressed through the evolution of participatory models, the growth of the involved competences and professionalism, the expansion of the spatial, disciplinary, and strategic scopes....



Per ulteriori informazioni
www.fbsr.it

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here