Passivhaus, la prima pubblicazione completa in Italia

passivhaus libro
Edificio monofamiliare a Barga, Lucca, di Arch. P. Del Checcolo

In un momento in cui, come sappiamo bene, il comparto dell’edilizia sta vivendo ampie trasformazioni e subendo crisi senza precedenti, un ambito in cui lo sviluppo continua ad essere in crescita è quello degli edifici Passivhaus. È stato Wolfgang Feist – oggi direttore del Passivhaus Institut e titolare di una cattedra all’Istituto di Fisica Edile dell’Università di Innsbruck – alla fine degli anni Ottanta, a sviluppare un semplice ma efficace approccio progettuale al bilancio energetico e al comfort abitativo degli edifici basato su procedure verificate e replicabili.

In questo volume di 300 pagine – “Passivhaus” di Francesco Nesi – viene presentato sotto una nuova luce lo standard costruttivo Passivhaus, che ha già superato i 25 anni di vita dimostrando la sua solidità e versatilità a fronte di esperienze concrete su edifici costruiti e monitorati in tutto il mondo. Per il settore edilizio e per l’Italia rappresenta la prima pubblicazione completa, provvista di approfondimenti tecnici, casi studio concreti e best practices sul mondo Passivhaus, rivolta a tutti coloro che hanno a cuore una progettazione di qualità e la realizzazione di edifici con elevati livelli di comfort abitativo.

Si tratta di una “bussola” per tutti coloro che desiderino conoscere meglio questo approccio progettuale e una guida puntuale per acquisire o approfondire competenze tecniche per il raggiungimento di un unico obiettivo: edifici confortevoli, semplici ed economicamente convenienti.

PASSIVHAUS Francesco Nesi, 2017, Maggioli Editore

Il comparto dell’edilizia in Italia sta vivendo trasformazioni e crisi epocali. Sempre più spesso si sente parlare di “crollo del mercato immobiliare” ma esiste un ambito in cui lo sviluppo continua ad essere vigoroso ed è quello degli edifici passivi o meglio PASSIVHAUS. In questo...



Passivhaus, i dettagli del testo

Dopo aver ripercorso la storia della nascita e dell’evoluzione del concetto di Passivhaus, nel Capitolo 2 si inquadra il protocollo Passivhaus come standard di comfort per poi passare ad illustrare, nel Capitolo 3, i criteri Passivhaus internazionali, introducendo l’innovativo concetto di Energia Primaria Rinnovabile (“EPR”). Il Capitolo 4 entra nel merito dei 5 pilastri Passivhaus sulla base dei quali si riesce a garantire il benessere abitativo e, nel Capitolo 5, si approfondisce il ruolo degli impianti in una Passivhaus, analizzando diverse strategie invernali ed estive per vari climi.

Prima di introdurre il PHPP, nel Capitolo 7, nel Capitolo 6 si affronta il tema della validazione dei dati climatici, necessari per una corretta progettazione e fondamentali per non sovradimensionare inutilmente gli impianti a detrimento di un approccio Passivhaus cost-optimum, le cui basi sono illustrate nel Capitolo 10. Nel Capitolo 8 viene illustrato lo standard Passivhaus per le ristrutturazioni EnerPHit, ripreso poi nel Capitolo 11, dove si presentano i livelli e le classi di certificazione Passivhaus ed il ruolo della certificazione dei componenti. Nel Capitolo 9 si presentano varie tipologie di edifici non residenziali analizzandone le peculiarità nell’ottica del raggiungimento dei requisiti Passivhaus. Infine, l’ultimo capitolo riporta interviste e testimonianze di abitanti di Passivhaus certificate – che rendono un’ idea chiara del benessere abitativo e dei risparmi conseguenti alla scelta di vivere in una Passivhaus -corredate da schede dettagliate di edifici costruiti in Italia, selezionati per le loro peculiarità e per il significato che ciascuno di essi riveste nel proprio contesto.

Vedi il progetto Fiorita Passive House, Cesena

Francesco Nesi Fisico edile, PhD in Fisica presso l’Università di Regensburg e Post-Doc in Fisica Edile all’Università di Innsbruck, è direttore dell’Istituto nazionale ZEPHIR Passivhaus Italia e ha al suo attivo centinaia di seminari, corsi, workshop e convegni sul tema del risparmio energetico. Dal 2007 promuove lo standard Passivhaus in Italia e nel mondo.

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here