Operazioni in Arte e in Architettura: la presentazione del volume e i contenuti

operazioni in arte e in architettura degli esposti
Eisenman Architects, Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa, Berlino (1998-2005)

Il volume Operazioni (in Arte e in Architettura)scritto dall’architetto Lorenzo Degli Esposti, scaturisce dalla tesi di Dottorato in Progettazione Architettonica e Urbana di Degli Esposti (2006-2008), sviluppata tra Milano e New York, con il supporto e la consulenza di Ernesto d’Alfonso e di Peter Eisenman, con cui l’autore ha poi continuato a collaborare (ad esempio nella stesura del progetto per le Residenze Carlo Erba, oggi in costruzione a Milano).

La presentazione del volume, pubblicato quest’anno, si terrà:

(Aggiornamento!) Martedì 29 gennaio 2019 a Roma, al MAXXI (Sala Graziella Lonardi Buontempo, 18:30 – 20:00, ingresso libero fino a esaurimento posti). Introduce Irene De Vico Fallani (MAXXI Ricerca), intervengono: Lorenzo Degli Esposti, Antonino Saggio (Sapienza Università di Roma), Luca Galofaro (Università di Camerino), Alberto Iacovoni (ma0), Pietro Zampetti (Sinestetica)

Giovedì 20 dicembre 2018 a Milano, presso Palazzo Litta – alla presenza di Franco Purini, Antonella Ranaldi (Soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio per la città metropolitana di Milano) ed Ernesto d’Alfonso (già coordinatore del Dottorato in progettazione architettonica e urbana, Politecnico di Milano).

Operazioni (in Arte e in Architettura), i contenuti

Operazioni (in Arte e in Architettura) mette in relazione le opere di artisti come Sol LeWitt, Walter De Maria e Donald Judd con le (contemporanee) ricerche di architetti come Peter Eisenman, Archizoom e Franco Purini, guardandole dal punto di vista di un progettista che si interroga sulla ragione delle scelte nella composizione architettonica e urbana.

Come scrive lo stesso Eisenman, il volume “analizza le pratiche concettuali in arte e in architettura dalla stagione a cavallo del ‘68 fino ad alcuni recenti progetti, per verificare le modalità di un’attività critica rivolta agli statuti del progetto. Offrendo un’acuta lettura della contraddizione tra l’autonomia dell’architettura e la sua dipendenza dal luogo specifico e dal tempo storico, Operazioni indaga possibili origini e fini del progetto per via delle differenze generabili tramite elaborazioni di sistemi e serie, processi e operazioni, linguaggi e scritture automatici, nella ripetizione attestata dalle permanenze dell’architettura.”

L’indice del volume

Introduzione. Per preparare una poesia XVII
Capitolo I – Realtà, idea, arte concettuale
– L’attitudine concettuale: l’arte come idea come idea
– L’appropriazione
– La processualità
– La notazione
– Che fare di uno spazio astratto e di un luogo comune?
– Note
Capitolo II – Autonomia e relazioni in architettura
– Note sull’architettura concettuale
– Cardboard Architecture
– Linguaggio, scrittura, diagramma, disegno
– Idea, tipo edilizio e forma urbana
– Cities of Artificial Excavation
– Note
Capitolo III – Quattro progetti
– Premessa al capitolo III
– De-forma urbis (Bari)
– cITy-sITe (New York)
– Modam (Milano)
– Residenze Carlo Erba (Milano)
– Le operazioni
Conclusioni. Trovare qui l’altrove
Bibliografia
Appendice DEEPmilano 2013
La sprezzatura, di Lorenzo Degli Esposti
– Critiche finali di Marco Biraghi, Ernesto d’Alfonso, Lorenzo Degli Esposti, Peter Eisenman,
Franco Purini, Daniele Vitale

Operazioni (in Arte e in Architettura) Lorenzo Degli Esposti, 2018, Maggioli Editore

L’arte degli anni Sessanta e Settanta – Minimal Art, arte concettuale, Art-Language, Primary Structures ecc. – indaga i procedimenti dell’appropriazione, della notazione e della processualità, per attivare letture inedite e per produrre ...



Nell’immagine di apertura, tratta dal volume: Eisenman Architects, Memoriale per gli ebrei assassinati d’Europa (1998-2005), per gentile concessione di Peter Eisenman, pagg. 174-175.

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here