Open! Seconda edizione: centinaia di studi di architettura aperti al pubblico per 2 giorni

Il 18 e 19 maggio 2018 si terrà la seconda edizione dell'iniziativa che l'anno scorso ha aperto le porte a 650 studi di architettura in 84 Province italiane. Quest'anno il numero è ancora più alto.

Aggiornamento del 6 aprile 2018: Torna anche quest’anno, dopo il successo dell’edizione 2017, Open! Studi Aperti, l’iniziativa del CNAPPC e degli Ordini territoriali che vede coinvolti centinaia di studi di architettura che saranno aperti, in contemporanea, ai cittadini.

Il 18 e 19 maggio 2018 in tutta Italia verranno quindi organizzati eventi, performance, dibattiti e presentazioni: si tratterà, come l’anno scorso, di una vera e propria manifestazione di architettura diffusa da Nord a Sud sul territorio italiano, con l’obiettivo di avvicinare il cittadino alla figura dell’architetto, permettendogli di vedere da vicino come nasce un progetto, quali competenze vengono attivate e come avvengono le trasformazioni di spazi e di territori. Per sapere quali sono gli studi coinvolti (sono già oltre 700, ma le iscrizioni continuano fino al 17 maggio), clicca qui per l’elenco e qui per la mappa (in aggiornamento continuo).

Come l’anno scorso, la visita ad alcuni studi, sempre e comunque gratuita, va prenotata (quella allo studio di Renzo Piano ad esempio, è tra questi), quindi consigliamo di muoversi per tempo e controllare le modalità di accesso agli studi di proprio interesse.

Leggi anche I migliori Studi di Architettura in Italia

*** 16 maggio 2017: Sono 601 640 (continuano ad aumentare!) gli studi di architettura che, dal Nord al Sud Italia, il 26 e 27 maggio prossimi apriranno al pubblico, in contemporanea, per far conoscere il mondo dell’architettura e gli ambiti in cui operano, dando la possibilità ad ogni architetto di rappresentare, idealmente, l’intera categoria professionale. Si tratta di Open! Studi Aperti, iniziativa del CNAPPC che coinvolge professionalità diverse, grandi e piccoli studi, architetti di fama mondiale e giovani professionisti che iniziano la loro carriera, uniti in una grande azione di testimonianza della funzione sociale dell’architettura.

L’obiettivo è quello di avvicinare i cittadini agli architetti, per farne comprendere l’importanza del ruolo come protagonisti delle trasformazioni dello spazio pubblico e privato, nonché come portatori di valore sociale, perché contribuiscono a risolvere, a diversa scala, le questioni sociali, economiche e culturali della nostra società.

Leggi anche l’articolo Perché scegliere un architetto?

Open! Studi Aperti in questi due giorni unirà in un unico fil rouge tematiche come la sicurezza dell’abitare, lo sviluppo sostenibile, la convivenza e l’integrazione, la valorizzazione delle bellezze del paesaggio e dei territori e la tutela del patrimonio artistico.

Ogni studio aderente all’iniziativa, per una o due giornate consecutive, aprirà quindi al pubblico potendo presentare la propria attività ai visitatori e potendo anche gestire liberamente uno o più eventi che abbiano come tema di fondo l’architetto indispensabile.

Tra gli studi coinvolti anche TAMassociati, 5+1AA, Arup, CZA Cino Zucchi Architetti, David Chipperfield Architects Milan, Stefano Boeri Architetti, One Works, Progetto CMR – Massimo Roj Architects, Mario Cucinella Architects, Renzo Piano Building Workshop, Carlo Ratti Associati.

Ricordiamo che tutte le visite agli studi di architettura sono gratuite, ma alcune vanno prenotate. Qui trovi l’elenco completo degli studi coinvolti. Puoi seguire l’iniziativa anche su Facebook, Twitter e Instagram!

L’immagine in alto è dello studio CZA Cino Zucchi Architetti (da qui).

Scheda evento

evento|event Open! Studi Aperti 2018
a cura di|curated by CNAPPC e Dipartimento di promozione della cultura architettonica e della figura dell'architetto (in collaborazione con ProViaggi Architettura)
dove|where

In tutta Italia (82 Province)

quando|when 18 e 19 maggio 2018
ingresso|admission libero
sito ufficiale|website studi aperti

1 commento

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here