La Nuvola di Fuksas: al di là delle polemiche, il progetto lo conoscete?

Nuvola Fuksas Leonardo Finotti

Come sappiamo, lo Studio Fuksas ha recentemente completato a Roma il Nuovo Centro Congressi e Hotel dell’EUR. La Nuvola, come il Centro è comunemente conosciuto, è stata inaugurata il 29 ottobre scorso e, da domani, sarà aperta al pubblico per la prima volta. Dall’8 all’11 dicembre, infatti, in occasione del Ponte dell’Immacolata, sarà possibile visitare il Nuovo Centro Congressi con visite guidate gratuite.

Leggi anche Top 50 studi di architettura in Italia: Renzo Piano sempre al primo posto (Fuksas al 13esimo)

Per chi non fosse riuscito a prenotare la visita (i posti disponibili, infatti, sono esauriti in pochi minuti), e dovrà quindi aspettare ancora per vedere La Nuvola dal vivo, ecco le immagini del fotografo di architettura Leonardo Finotti, una descrizione dettagliata del progetto, qualche schizzo di studio e qualche elaborato.

Tra le infinite polemiche che hanno circondato, e probabilmente continueranno a circondare, La Nuvola (secondo le ultime notizie Massimiliano Fuksas dovrebbe restituire 2 milioni e mezzo di euro: la Corte dei Conti ha infatti stabilito che l’architetto avrebbe ricevuto compensi ingiustificati… vedremo come va a finire) pensiamo infatti che sia necessario approfondire il progetto in quanto tale.

Il progetto del Nuovo Centro Congressi prevede un auditorium, spazi espositivi e un hotel, creando oltre 55 mila mq di nuovi spazi pubblici per il quartiere EUR. Può ospitare fino a 300 mila congressisti l’anno, con potenziali ricadute sul settore turistico e congressuale tra i 300 e i 400 milioni di euro l’anno per la città di Roma. Per la costruzione dell’intero complesso sono state impiegate 37 mila tonnellate di acciaio (pari a 5 volte la Tour Eiffel) e circa 58 mila metri di vetro (pari a 7 campi da calcio).

Il progetto è costituito da tre distinti elementi architettonici: la Teca, la Nuvola, e la Lama. L’ingresso principale al Centro Congressi avviene da Viale Cristoforo Colombo, attraverso una cordonata parzialmente scoperta che conduce al piano interrato, che ospita il foyer e le aree di accoglienza e sicurezza del progetto. Da questa area è possibile accedere all’ampio spazio congressuale e espositivo, flessibile e modulabile con pannellature scorrevoli, che può ospitare fino a 6 mila persone.

La Tecal’elemento architettonico che contiene al suo interno la Nuvola, è realizzata con una struttura in acciaio ed una facciata a “doppia pelle” in vetro. All’interno, 7.800 mq di nuovi spazi pubblici possono ospitare conferenze pubbliche e private, mostre ed eventi di larga scala. Sospesa all’interno, la Nuvola, elemento principale ed iconico del progetto, è rivestita da 15 mila mq di fibra di vetro membrana altamente avanzata e silicone ignifugo.

Al suo interno è contenuto l’auditorium, con i suoi 1.800 posti, e cinque livelli principali sono collegati fra loro con scale mobili e alla Teca con passerelle sospese. Il rivestimento dell’auditorium con pannelli curvi in legno di ciliegio americano, assicurano condizioni acustiche ottimali.

Infine, la Lama, un edificio dal funzionamento indipendente ed autonomo, ospita nei 17 piani ed oltre 18 mila mq un hotel da oltre 400 stanze, 7 suite, una SPA e un ristorante, che offrirà alloggio ai congressisti

La Nuvola, sostenibilità e antisismica

L’edificio ha un comportamento strutturale in grado rispondere adeguatamente a onde sismiche di minore o maggiore intensità. Gli isolatori sismici dell’edificio hanno una rigidezza orizzontale che risponde ottimamente in caso di eventi di minori intensità, mentre la loro bassa rigidezza verticale consente ampie oscillazioni con basse accelerazioni durante le scosse più violente.

Per quanto riguarda l’attenzione alla sostenibilità, il condizionamento dell’aria avviene tramite pompe di calore reversibili, equilibrate mediante scambio di tipo geotermico con l’acqua del vicino lago artificiale dell’EUR, assicurando il comfort degli ambienti in estate ed inverno, il raggiungimento di prestazioni energetiche elevate e, contemporaneamente, la riduzione del consumo di energia elettrica.

I pannelli fotovoltaici posizionati sulla copertura, in vetro e wafer di silicio, contribuiscono alla produzione di energia e, mitigando la radiazione solare, proteggono l’edificio dal surriscaldamento. A regime, il carico di potenza del Nuovo Centro Congressi sarà fornito dalla centrale della cogenerazione, dall’impianto geotermico e fotovoltaico del complesso: la collaborazione di questi sistemi assicura che il complesso sia in grado di funzionare anche in casi di guasto tecnico. Inoltre è previsto un sistema di raccolta dell’acqua piovana, filtrata e quindi recuperata in serbatoi di stoccaggio.

 

SCHEDA PROGETTO
Nuovo Centro Congressi Roma-EUR “La Nuvola”

Luogo
Roma-Eur, Italia
Incrocio Via Cristoforo Colombo e Viale Asia

Periodo
Concorso (Prima Fase): Novembre 1998

Progetto Preliminare: Luglio 2001
Progetto Definitivo: Febbraio 2004
Progetto Esecutivo: Marzo 2007

Posa della prima pietra: 11 Dicembre 2007
Inizio lavori: Marzo 2008

Struttura della ‘Teca’: Maggio-Giugno 2010
Struttura della ‘Nuvola’: Febbraio 2012

Inaugurazione: Ottobre 2016

Cliente
Eur SpA

Progetto Architettonico
Massimiliano e Doriana Fuksas

Interior Design
Fuksas Design

Impresa costruzione
Società Italiana per Condotte d’Acqua S.p.A.

Superficie costruita
55,000 sq. m.

Engineering
Plans: A. I. Engineering, Torino

Strutture
Studio Majowiecki; Studio Sarti

Acustica
XU – Acoustique, Parigi, A.I. Engineering, Torino

Lighting consulting
Speirs& Major Associates, Edinburgh, London

 

La Teca
Struttura metallica e cemento armato

Dimensioni
altezza 39m (altezza dal livello interrato 48 mt)
larghezza 70m
lunghezza 175 m

Facciate esterne e trasversali
vetro stratificato extrachiaro e vetro stratificato extrachiaro a lamelle

Facciate interne
vetrocamera con fattore solare sistema a cellule e vetrocamera con fattore solare sistema a cellule REI

Facciate esterne
16.075 mq

Copertura
11.000 mq
vetro con fattore solare e 3.000 mq di pannelli con fotovoltaico monocristallino

Pavimentazione interna
travertino

Forum
7.500 mq (piazza pubblica)

 

La Nuvola
Struttura metallica

Rivestimento
Telo Atex® 2000 TRL microforato

Pavimentazione
parquet industriale

Auditorium
1,800 posti
poltrona “Carla” per Poltrona Frau, progetto di Doriana e Massimiliano Fuksas

Bar e foyer
450 sq. m.

 

La Lama
Struttura metallica e cemento armato

Hotel – Hall – Ristorante: 2,600 sq.m.

Altezza
55 mt

Facciate
Vetrocamera di colore nero (grey + Energy N) con fattore solare ad alto rendimento energetico

 

Immagine di apertura, © Leonardo Finotti

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here