Nuove Norme Tecniche Costruzioni (NTC 2018 + Circolare) in vigore: cosa cambia

Nuove Norme Tecniche Costruzioni NTC 2018 e circolare esplicativa

Le nuove Norme Tecniche Costruzioni (NTC 2018) sono state pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 2018 (il decreto ministeriale era stato firmato da Delrio, dopo lunga attesa, all’inizio del mese), e sono quindi in vigore dal 22 marzo 2018 (30 giorni dopo la pubblicazione). Come sappiamo, le nuove NTC si compongono di un decreto di tre articoli e di un allegato – il cuore delle nuove regole – composto da 12 capitoli.

La Circolare esplicativa delle NTC 2018, firmata dal ministro delle Infrastrutture Toninelli nel gennaio scorso, è stata finalmente pubblicata in Gazzetta in data 11 febbraio 2019 (GU n.35 del 11-2-2019 – Suppl. Ordinario n. 5) ed è subito entrata in vigore. Lo scopo delle 320 pagine di cui si compone la Circolare, così attesa, è l’interpretazione univoca delle NTC. Come spiega il presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, Donato Carlea, “La Circolare mette in evidenza il percorso interpretativo e applicativo più semplice e più evidente possibile delle norme tecniche, eliminando le diverse possibilità di interpretazione della normativa”.

>> Clicca qui per leggere e scaricare il testo dalla Circolare 21 gennaio 2019 n. 7 C.S.LL.PP. (Istruzioni per l’applicazione dell’Aggiornamento delle “Norme tecniche per le costruzioni” di cui al decreto ministeriale 17 gennaio 2018) in pdf <<

>> Clicca qui per consultare il testo delle nuove Norme Tecniche Costruzioni pubblicato in Gazzetta <<

L’iter di aggiornamento delle NTC è iniziato nel 2010. Nel 2014 il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici del MIT aveva approvato la bozza del testo revisionato delle nuove NTC, mentre nel 2016 la Conferenza Unificata Stato Regioni aveva dato il proprio via libera al testo della bozza. Il parere positivo si era accompagnato ad alcune richieste di modifica del testo (in particolare per quanto riguarda l’adeguamento sismico).

Norme tecniche per le costruzioni 2018 e circolare esplicativa Andrea Barocci, 2019, Maggioli Editore

Confronto NTC-Circolare paragrafo per paragrafo. Testo integrato e coordinato delle NTC 2018 e della circolare n. 7/2019; Commento dell'Autore; Confronto NTC 2008 e NTC 2018.



Nuove NTC 2018: i contenuti del decreto

Il Decreto, come abbiamo detto, si compone di 3 articoli. Articolo 1: è approvato il testo aggiornato delle Norme Tecniche per le Costruzioni e costituisce parte integrante del decreto. Articolo 2: indica la durata del periodo transitorio, successivo all’entrata in vigore delle NTC revisionate, entro il quale si possono continuare ad applicare le previgenti norme tecniche. Articolo 3: le NTC approvate entrano in vigore 30 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

I contenuti dei 12 capitoli dell’allegato

Il decreto contiene anche un allegato di 12 capitoli, il cuore di contenuto del decreto stesso. Tre le vere novità delle nuove Norme Tecniche Costruzioni contenute nell’allegato: 1) La semplificazione delle regole sulla messa in sicurezza degli edifici esistenti; 2) nuovi standard per gli interventi di miglioramento, cioè quelli in cui non si mette mano alla struttura dell’edificio; 3) i materiali utilizzati per uso strutturale e i coefficienti che determinano le caratteristiche degli elementi portanti degli edifici. Ecco i 12 capitoli:

1. Oggetto (rimasto invariato)
2. Sicurezza e prestazioni attese
3. Azioni sulle costruzioni
4. Costruzioni civili e industriali
4.1. Costruzioni in calcestruzzo
4.2. Costruzioni in acciaio
4.3. Costruzioni composte acciaio-calcestruzzo
4.4. Costruzioni in legno
4.5. Costruzioni in muratura
4.6. Costruzioni di altri materiali
5. Ponti
6. Progettazione geotecnica
7. Progettazione per azioni sismiche
8. Costruzioni esistenti
9. Collaudo statico (rimasto pressochè invariato)
10. Redazione dei progetti strutturali esecutivi e delle relazioni di calcolo
11. Materiali e prodotti ad uso strutturale (è il capitolo che ha subito più modifiche)
12. Riferimenti tecnici (aggiornati e integrati)

NTC 2008 > NTC 2018: la fase transitoria

Dall’entrata in vigore delle nuove NTC (22 marzo 2018) quelle vecchie non hanno più valore, e i progetti vanno redatti in base alle nuove regole. Tutti i professionisti, di fatto, devono aggiornare le proprie competenze al nuovo testo. Il decreto delle Nuove Norme Tecniche Costruzioni, però, contiene anche le indicazioni sull’applicazione delle regole tecniche nella fase transitoria (all’art. 2), a seconda dello stato di avanzamento del progetto.

Le opere private le cui parti strutturali sono in corso di esecuzione, o per cui è già stato depositato il progetto esecutivo, resteranno fuori dalle nuove NTC e potranno utilizzare il vecchio regime (NTC 2008), fino alla fine dei lavori e al collaudo statico.

Per quanto riguarda le opere pubbliche in corso di esecuzione, sono ancora applicabili le NTC 2008, a progetti definitivi o esecutivi già affidati e contratti firmati, solo per quelle che si concludono entro cinque anni dalla data di entrata in vigore delle nuove NTC (cioè entro il 22 marzo 2023)

Circolare NTC, i contenuti

La Circolare esplicativa delle NTC 2018, come abbiamo detto, fornisce un quadro chiaro, completo e univoco delle nuove norme tecniche. Il documento riporta le principali innovazioni delle NTC e le integra capitolo per capitolo con la stessa numerazione.

Spiega ancora Carlea: “Gli scenari di rischio sono una novità delle NTC. Per esempio, prima, costruendo un edificio, non si pensava ad alcuni rischi, come quello di un incendio. Ora bisogna pensarci, e la circolare aiuta il progettista a prevederlo nel progetto. Si guida il progettista nell’applicare la novità concettuale che l’incendio, attraverso le distorsioni termiche, produce un indebolimento delle strutture portanti”.

Per quanto riguarda la sismica, Carlea aveva già annunciato la definizione di un nuovo approccio sismico, con una “strategia progettuale basata su livelli crescenti dell’azione sismica e dei danni corrispondenti”, utile “anche nei casi in cui ci sia stata in precedenza una sollecitazione sismica che ha già indebolito la struttura”. Scompaiono inoltre tutti i riferimenti alla zonazione sismica.

Il collaudo statico delle strutture - Procedure e modelli secondo le NTC 2018 Pietro Salomone, 2018, Maggioli Editore

Il collaudo è un atto unilaterale complesso di natura tecnica, economica e amministrativa, disposto dal committente, al quale si perviene a conclusione dell’opera. Con il collaudo viene redatto un verbale ...



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here