Migliori Università italiane: ecco la classifica Censis 2020/2021

Arriva anche quest’anno, come ogni anno, la classifica Censis delle Università italiane. L’edizione 2020/2021 si pone, così come le precedenti, come uno strumento utilissimo per orientare le scelte dei futuri studenti per quanto riguarda la loro carriera universitaria.

La classifica si basa su un’analisi del sistema universitario italiano, tenendo presente atenei statali e non statali, suddivisi in categorie omogenee per dimensioni, e prende in considerazione una sere di variabili: strutture disponibili, servizi offerti, livello di internazionalizzazione, capacità di comunicazione 2.0 e occupabilità.

Nella classifica, inoltre, i risultati riportati dalle varie università sono suddivisi per lauree biennali, triennali e a ciclo unico.

Classifica Università italiane Censis 2020/2021, gli atenei statali

I primi posti della classifica, se si guarda ai mega atenei statali, si mantengono stabili. Bologna, Padova, Firenze e La Sapienza di Roma sono le prime quattro classificate.

L’Università di Perugia conquista il gradino più alto del podio tra i grandi atenei statali, con numero di iscritti compreso tra 20.000 e 40.000. La segue l’Università di Pavia, che rispetto all’anno scorso guadagna due posizioni conseguendo punteggi più alti per strutture, comunicazione e servizi digitali e occupabilità. Resta ancora bassa, invece, per lo stesso ateneo, la valutazione relativa a borse di studio e altri servizi in favore degli studenti.

Tra i medi atenei statali, invece, è l’Università di Trento ad essere la migliore. A incrementare il punteggio hanno concorso principalmente l’occupabilità e la comunicazione. La seguono l’Università di Sassari, che sale di due posizioni rispetto all’anno scorso, e l’Università di Siena, retrocessa al terzo posto.

L’Università di Camerino difende la sua prima posizione di migliore piccolo ateneo statale, mentre sale di ben quattro posti l’Università Mediterranea di Reggio Calabria, che sorpassa anche l’Università di Foggia, quest’anno costretta ad accontentarsi del terzo posto in classifica.

I Politecnici vedono primeggiare quello di Milano, seguito dallo IUAV di Venezia e, poi, dal Politecnico di Torino, che retrocede in terza posizione. Ultimo il Politecnico di Bari.

Classifica Università italiane Censis 2020/2021, gli atenei non statali

Tra gli atenei non statali, nella prima classe dimensionale, quella dei grandi atenei, la Bocconi è la prima, mentre l’Università Cattolica la segue con una differenza di oltre 17 punti.

La Luiss, tra i medi atenei non statali, si piazza al primo posto, seguita nell’ordine da Lumsa e da Iulm. 

I piccoli atenei statali, invece, vedono in prima posizione la Libera Università di Bolzano, che guida la classifica seguita dall’Università Roma Europea. Quest’ultima, scalando di una posizione rispetto all’anno scorso, lascia indietro al Liuc – Università Cattaneo. Chiudono la lista l’Università di Roma Link Campus e l’Università Lum Jean Monnet.

Leggi anche Migliori Facoltà di Architettura in Italia, la classifica Censis 2019-2020

Le migliori Facoltà di Architettura 2020/2021

Per quanto riguarda le migliori Facoltà di Architettura 2020/2021, così come avviene per le altre facoltà, la Classifica Censis, oltre alla distinzione tra atenei statali e non statali, fa una differenza tra durata del corso di laurea, individuando quali sono le sedi migliori per lauree biennali, triennali e a ciclo unico.

Nell’ambito delle lauree biennali degli atenei statali, la migliore Facoltà di Architettura risulta essere il Politecnico di Milano con ben 110.0 punti. Lo seguono, nell’ordine, l’Università di Bologna e lo IUAV di Venezia. Non sono registrate Facoltà di Architettura biennali tra gli atenei non statali.

Tra le lauree triennali degli atenei statali il primato è stato conquistato da Ferrara, già detentrice del titolo per l’anno scorso nella categoria delle lauree quinquennali. A seguirla Sassari e, di nuovo, lo IUAV di Venezia, che si aggrappa al terzo posto anche in questa categoria, sorpassando il Politecnico di Milano, posizionatosi un gradino al di sotto del podio.
Anche in questo gruppo di lauree, per quanto riguarda gli atenei non statali, non è presente una Facoltà di Architettura da classificare, sebbene nella categoria Arte e Design la graduatoria si apra con Università di Bolzano, IULM di Milano e Cattolica di Milano.

Nell’ambito delle lauree magistrali a ciclo unico degli atenei statali, è ancora una volta Ferrara, come per la categoria precedente e com’era avvenuto già l’anno scorso, a risultare la migliore Facoltà di Architettura italiana. La seguono Trieste e Pavia, che spingono il Politecnico di Milano di nuovo in quarta posizione.
Nessun dato da registrare tra gli atenei non statali per la categoria in questione.

Per ulteriori dettagli e per tutte le altre classifiche
www.censis.it/formazione

Kit di preparazione Guida pratica alla progettazione + Prontuario tecnico urbanistico amministrativo A. F. Ceccarelli, P. V. Campbell, 2020, Maggioli Editore

La "Guida pratica" è stata totalmente rinnovata (e integrata con 335 tavole di progetto), e il "Prontuario" è stato integrato con 160 particolari costruttivi aggiornati alle nuove norme sul risparmio energetico.



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here