Migliori Facoltà di Architettura in Italia, la classifica Censis 2019-2020

migliori facoltà architettura 2019 2020

Come tutti gli anni – a meno di un mese dalla pubblicazione della classifica delle migliori università al mondo stilata da QS World University Rankings, che ha visto il Politecnico di Milano entrare per la prima volta nella top 150 – il Censis (Centro Studi Investimenti Sociali) ha pubblicato le classifiche delle università italiane per cui è ormai divenuto un riferimento. Come riferisce il Censis stesso, le classifiche sono elaborate attraverso la valutazione degli atenei (statali e non statali, divisi in categorie omogenee per dimensione) relativamente alle strutture disponibili, ai servizi erogati, al livello di internazionalizzazione, alle borse di studio (e altri interventi in favore degli studenti), alla comunicazione e ai servizi digitali. Complessivamente si tratta di 63 classifiche, ma noi vogliamo concentrarci su quelle che si riferiscono alle Facoltà di Architettura.

Nel febbraio scorso, invece, erano stati pubblicati i risultati dell’ultimo QS World University Rankings, con le classifiche delle migliori università di architettura al mondo (in cui il Massachusetts Institute of Technology guadagna da anni la prima posizione), e nella top 50 avevamo trovato solo il Politecnico di Milano e quello di Torino (qui la notizia e la graduatoria di QS nel dettaglio). I criteri di valutazione, però, erano differenti, e le conclusioni del Censis appaiono diverse (per la metodologia utilizzata dal Censis vai a fondo articolo).

Le classifiche Censis sono tre: una mette in luce il punteggio generale ottenuto dalle varie facoltà, una la progressione di carriera e la terza i rapporti internazionali.

Migliori Facoltà Architettura 2019-2020, magistrali a ciclo unico

Questa classifica esamina le Facoltà di architettura e quelle di ingegneria edile-architettura. Come si può vedere dallo schema allegato, al primo posto generale si colloca la Facoltà di Architettura di Ferrara (105 punti, l’anno scorso erano 106 e quello prima 110), seguita da quella di Trieste (101,5 punti) e da quella di Pavia (93,5 punti). A ruota seguono Roma Tor Vergata (90,5 punti), Campania Vanvitelli (88 punti), il Politecnico di Milano (87 punti) e l’Università di Bologna (86,5 punti). Ferrara risulta al primo posto anche per quanto riguarda la progressione di carriera mentre è superata da Trieste per quanto riguarda i rapporti internazionali.

Migliori Facoltà Architettura 2019-2020, triennali

Questa classifica esamina invece le triennali del “gruppo disciplinare” di architettura e ingegneria civile, quindi ingegneria civile e ambientale, scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale, scienze dell’architettura, scienze e tecniche dell’edilizia.

Le prime tre posizioni erano rimaste invariate per due anni di seguito, con la Facoltà di Sassari al primo posto, seguita dal Politecnico di Milano e dall’Università IUAV di Venezia. Quest’anno al primo posto troviamo invece lo IUAV (110 punti) – primo anche per quanto riguarda progressione di carriera e rapporti internazionali – seguito dall’Università di Sassari (104,5 punti) e da quella di Camerino (99,5 punti). Il Politecnico di Torino e quello di Milano si trovano invece, rispettivamente, in quinta e sesta posizione (95 e 94 punti).

Classifiche Censis, metodologia

Come riporta il Censis, “La valutazione delle singole aree didattiche degli atenei statali si basa sull’analisi di 2 famiglie di indicatori: progressione della carriera degli studenti e internazionalizzazione. Il punteggio di ogni singola famiglia, a sua volta, è il frutto di una opportuna aggregazione di una serie di indicatori, specifici per ciascuna famiglia di valutazione. Il voto finale, infine, è la media aritmetica dei punteggi di sintesi delle due famiglie di valutazione. La valutazione degli Atenei è avvenuta attraverso l’analisi di sei famiglie di indicatori: i servizi, le borse di studio e i contributi, le strutture, il sito web, l’internazionalizzazione e l’occupabilità (quest’ultima viene valutata solo per gli atenei statali)”. Il grado di occupabilità dei laureati è stato aggiunto quest’anno come indicatore, e il grado di soddisfazione per i servizi è valutato anche tra chi ha già frequentato. Per ulteriori dettagli sulla metodologia puoi scaricare qui la nota metodologica completa (oltre alle classifiche complete di tutte le università).

Per ulteriori dettagli e per tutte le altre classifiche
censis.it/formazione

articolo di g.a.

Guida pratica alla progettazione + Prontuario tecnico urbanistico amministrativo Alberto Fabio Ceccarelli, 2017-2018, Maggioli Editore

Il Prontuario è aggiornato al Correttivo Codice Appalti, ai CAM e alle NTC 2018. La Guida contiene oltre 1100 tavole di progetto a colori e 830 tavole progettuali.



2 commenti

  1. Vorrei solo dire, in merito a queste classifiche, che mi sono laureata alla Federico II di Napoli e per questioni lavorative mi sono spostata molto in Italia.
    Posso sicuramente asserire che la preparazione tecnica rilasciatami della Federico II non l’ho riscontrata in tante altre università in primis Firenze e Milano.
    Mi sono ritrovata a progettare con colleghi che non sapevano neanche dove mettere mano per fare una sezione e non vi sto a dire il disegno dei particolari…
    “Vabbè scala 1:500 o 1:50 si vede la stessa roba”… io sconvolta!!!

  2. anche per me queste classifiche CENSIS mi lasciano senza parole! Vedo che la Federico II di Napoli è ultima in tutto….ma poi eccelle per essere un polo tecnologico di tutto rispetto. Bah! Io esco dalla università di Napoli e l’ho trovata molto valida.

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here