Mies van der Rohe Award 2017: i 40 progetti finalisti (1 è in Italia)

mies van der rohe award 2017 fondazione prada oma

La Fundació Mies van der Rohe e la Commissione Europea hanno annunciato le 40 opere finaliste che competono per il Premio biennale di Architettura Contemporanea dell’UE Mies van der Rohe Award 2017. Come avevamo annunciato, erano stati nominati 356 progetti (di cui 17 in Italia) e la giuria di esperti ha selezionato la shortlist finale.

I sette membri della Giuria (Stephen Bates – Presidente, Gonçalo Byrne, Peter Cachola Schmal, Pelin Dervi?, Dominique Jakob, Juulia Kauste e Ma?gorzata Omilanowska), hanno selezionato le 40 opere che mettono in evidenza le opportunità e i trend dell’attuale territorio Europeo: città, edilizia residenziale, patrimonio e memoria.

Leggi anche l’articolo Premio Mies van der Rohe 2015, vince lo studio Barozzi Veiga

4 di queste sono costruite in Francia (Poigny-la-Forêt, Mulhouse, Haut-Rhin, Rivesaltes and Nizza); 4 in Portogallo (2 a Lisbona, 1 a Chaves e 1 a Oeiras); 4 in Gran Bretagna (3 a Londra e 1 a Liverpool); 3 in Danimarca (Ribe, Copenhagen e Skjern); 3 in Spagna (a Barcellona, Granollers e Madrid); 3 in Finlandia (2 a Espoo e 1 a Jyväskylä); 3 nei Paesi Bassi (a Amsterdam, Nieuw-Bergen e Rotterdam) e 3 in Norvegia (a Averøy, Herøy e Trondheim); 2 opere sono costruite in Belgio (a Schaarbeek e Spa); 2 in Germania (a Fergitz e Lübeck); 2 in Irlanda (a Dublino) e 2 in Turchia (a Bademli e Istanbul); 1 in Lituania (Vilnius), 1 in Polonia (Varsavia), 1 in Romania (Fagaras Mountain) e 1 in Svezia (Stoccolma).

L’opera presente in Italia, delle 17 selezionate, che è stata inserita nel gruppo delle opere finaliste è la Fondazione Prada, di O.M.A., a Milano. Non ce l’hanno fatta, quindi, il Fondaco dei Tedeschi, sempre di O.M.A, l’opificio Golinelli di diverserighestudio, e l’asilo nido a Guastalla di Mario Cucinella.

Ecco l’elenco completo delle 40 opere finaliste

Negli ultimi anni la partecipazione di studi emergenti e giovani architetti è incrementata in maniera esponenziale. Un quarto delle opere finaliste è stato costruito da team che hanno meno di 40 anni o i cui studi non sono più vecchi di 10 anni.

Daniel Mòdol, Presidente della Fundació Mies van der Rohe, ribadisce “L’insieme dei 40 progetti selezionati riflette l’importanza delle nuove generazioni di architetti che sono emerse con forza in questa edizione per mostrare come l’architettura si rivolga e provveda a fornire soluzioni a una grande varietà di temi relazionati con la città e la società, l’edilizia residenziale, le installazioni culturali, la memoria e l’identità, la ristrutturazione o le nuove costruzioni, in un appello che più che mai fa eco alla diversità”.

Un terzo dei lavori selezionati affronta la sfida dell’architettura contemporanea in relazione al patrimonio costruito, ed è anche molto significativo che un terzo dei progetti si confronti con le attuali sfide dell’edilizia residenziale. Inoltre la Giuria sottolinea che il gruppo dei 40 progetti mostra un calo dei progetti di architettura iconica.

I cinque finalisti saranno annunciati a metà febbraio e il Vincitore e Architetto Emergente a metà maggio. La Cerimonia di Premiazione si celebrerà il 26 maggio nel Padiglione Mies van der Rohe a Barcellona.

 

Nell’immagine, Fondazione Prada, O.M.A.,  ph. © Bas Princen 

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here