I Maestri del Paesaggio 2019, il programma e i protagonisti

i maestri del paesaggio 2019
Un'immagine di Piazza Vecchia a Bergamo durante l'edizione 2017 © Leonardo Tagliabue

Anche quest’anno, dal 5 al 22 settembre 2019, Bergamo ospita I Maestri del Paesaggio – Landscape Festival, la manifestazione diffusa – giunta alla sua nona edizione – che promuove natura e bellezza attraverso un calendario di eventi (conferenze, seminari, workshop, mostre, spettacoli, concorsi, degustazioni e laboratori) dedicato all’architettura del paesaggio e all’outdoor design.

Si tratta di 18 giorni che vedranno al centro della programmazione Green Square – l’usuale reinterpretazione e trasformazione di Piazza Vecchia in un giardino, quest’anno affidata a Luciano Giubbilei, paesaggista noto per l’eleganza discreta e la serenità dei suoi giardini – Green Design, il progetto dedicato alla valorizzazione e alla rilettura green degli spazi pubblici, e gli International Meeting of the Landscape and Garden, a cui partecipano ogni anno importanti personalità dell’architettura e della progettazione del paesaggio.

Leggi anche Premio NIB 2019, per entrare nella Top 10 di Architettura e Paesaggio

L’obiettivo de I Maestri del Paesaggio è quello di favorire una progettazione intelligente e un’attenzione condivisa verso l’ambiente e la sostenibilità green, tra mobilità, funzionalità degli spazi, smart city e benessere. Il tema dell’edizione 2019 è Pioneer Landscape, e vuole celebrare la vegetazione pioniera e spontanea che indaga il rapporto tra architettura e natura, invitando il fruitore a percepire le piante come entità vive e in movimento. Anche Green Square interpreterà quindi questo tema.

I Maestri del Paesaggio ha coinvolto, in 8 edizioni, più di un milione e mezzo di visitatori (1.760.000, per la precisione), divenendo un polo nazionale e internazionale per gli studi nel settore del paesaggio e per tutti coloro che abbiano il desiderio di capire, scoprire e sperimentare attraverso il paesaggio.

Green Square 2019, Luciano Giubbilei

L’installazione di Luciano Giubbilei per Green Square 2019 in Piazza Vecchia esplorerà la relazione tra l’architettura e l’ambiente naturale richiamando la bellezza della vegetazione spontanea che riesce a riappropriarsi di spazi antropizzati, in linea con il tema Pioneer Landscape. Nel progetto le piante diventano significante della narrativa, stimolando nell’osservatore una riflessione sul paesaggio e trasformando la piazza storica in uno spazio sospeso a metà tra città e natura.

Luciano Giubbilei inizia la sua carriera di landscape designer nel 1994, quando lascia la città natale di Siena per trasferirsi a Londra. Completati gli studi alla Inchbald School of Design, nel 1997 fonda il proprio studio di progettazione. Il suo lavoro, svolto tra Europa e Stati Uniti, è sempre in evoluzione grazie alla collaborazione con artisti, architetti, giardinieri e artigiani. Nel 2014, nell’ambito del Chelsea Flower Show, viene premiato dalla Royal Horticultural Society con il premio Best in Show, e nel 2016, con il Premio Mangia gli viene riconosciuto il merito di aver raggiunto fama internazionale. Diverse pubblicazioni raccontano il suo lavoro, tra queste Luciano Giubbilei: The Art of Making Gardens (Merrel, 2016) e The Gardens of Luciano Giubbilei (Merrel, 2010).

Green Design, i luoghi coinvolti

Piazze, corti, chiostri e giardini aprono le porte ai visitatori, ospitando le aziende, di design e non solo, attraverso allestimenti ideati e realizzati ad hoc per dialogare con il contesto ambientale e architettonico della città, creando scenari inattesi e confermando Bergamo come “Città del Paesaggio”. Ecco il luoghi coinvolti (e le relative aziende):
Piazza Mascheroni: Gardenia, Azienda Agricola Guido Mascheretti, Stekko e Lo.cation; OBI
Antico Lavatoio (Via Mario Lupo): Pedrali, Coating System, Locatelli Franco & Figli, La Marianna
Palazzo della Ragione, Sala della Capriate (Piazza Vecchia): Il Legno dalla Natura alle Cose
Piazza della Cittadella: FLAI
Portico Biblioteca Angelo Mai: Zenucchi
Passaggio di Torre Adalberto: Base ALD
Ex Ateneo: Luisa Belotti con Chorus Style

International Meeting of the Landscape and Garden, i protagonisti

Gli International Meeting of the Landscape and Garden si terranno il 20 e 21 settembre 2019. Saranno due giorni di incontri, racconti e confronti tra i più importanti esponenti del landscaping del mondo (l’anno scorso tra i protagonisti c’erano anche Piet Oudolf e Bjarke Ingels) che si terranno nell’Aula Magna dell’Università di Bergamo (Piazzale S. Agostino, 2). I protagonisti racconteranno la loro filosofia progettuale attraverso una formula che alterna lecture, talk e testimonianze video.

I protagonisti di questa edizione saranno:
Barbara Corcoran (USA), New York Botanical Garden
Luciano Giubbilei (UK), LUCIANO GIUBBILEI
Leonard Grosch (DE), Atelier LOIDL
James Hitchmough (UK), The University of Sheffield
Antonio Perazzi (IT), Studio Antonio Perazzi
Martin Rein-Cano (DE), Topotek 1
Juan Roig (SP), BATTLE I ROIG
Cassian Schmidt (DE), Hermannshof Gardens
Dirk Sijmons (NL), H+N+S Landscape architects

L’evento è inserito nel piano per la formazione professionale continua degli architetti iscritti a un Ordine provinciale e permetterà di ottenere un totale di 9 crediti formativi professionali (3 CFP per ciascuno dei tre moduli: mattutino e pomeridiano del 20 settembre e mattutino del 21 settembre).

Il costo per la partecipazione è di 150 euro (IVA esclusa) e comprende: i due giorni di convegno, il servizio di traduzione simultanea, biglietto gratutito per i trasporti pubblici urbani e per la trasferta Orio al Serio-Bergamo (valido per i giorni 20 e 21 settembre), coffee break, pranzo e cena di venerdì 20 settembre (insieme ai relatori e altri ospiti) sotto il Portico di Palazzo della Ragione. Se si omette la cena il costo è di 130 euro. Per i primi 30 iscritti under 28 è prevista una riduzione del 60% (biglietto senza cena), immettendo il codice imdp2019-under28-60. Per informazioni: info@arketipos.org, per acquistare i biglietti clicca qui.

Per ulteriori informazioni e per il programma completo
imaestridelpaesaggio.it
#landscapefestival2019

Il buon giardino selvaggio Lombardi Margherita, Pasin Alice, Vezzani Jacopo, 2014, Maggioli Editore

Manualetto tecnico-filosofico per giardinieri, ortisti e progettisti. Una fonte d’ispirazione per compiere un cammino seguendo la vera voce della Natura, quella selvaggia che ...



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here