Le parole che (non) ti ho mai detto. Bestiario semiserio di un’architetta, parte V

bestiario semiserio di un'architetta, parte 5

Eccoci a un nuovo attesissimo appuntamento con la nostra architetta Pamela Maggi. Anche questa volta, il bestiario è arricchito dai vostri suggerimenti (finora ci avete deliziato con mazzetto, brasserì, e parcheggio a esca di pesce, quindi continuate così!). Buona lettura (e se non le avete già lette, qui trovate la prima, la seconda, la terza e la quarta parte).

Indietro

1. pianta catastrale

piànta cat-astràle s.f. [sost. femminile. rif. cat-astro].

-1.a. vegetaz – piccolo arbusto sempreverde da vaso con foglie marcate da piccole righe ortogonali tra loro a distanza di 1 mm. Accostando i vasi si possono ricreare le costellazioni più conosciute, quali il Grande Carro ed Orione.

  • Buongiorno signora, mi ha preparato tutti i documenti che le avevo richiesto qualche tempo fa? Mi scusi Architetta, ma io la pianta catastrale non la trovo proprio. Mi ha detto di cercare nel faldone dell’atto, ma io quel foglio non l’ho mai avuto!! Per me nemmeno esiste, glielo dico io! (colpa del notaio);

-2.a. edil – sinonimo di mappa (o planimetria) cartastale, ovvero trattasi di foglio carteceo ingiallito e spiegazzato consumato dai secoli, recante un vago disegno di presunte proprietà su carta millimetrata e fotocopiato così tante volte da essere oramai irriconoscibile, storto e fuori scala:

  • Architetta, è questa la mappa cartastale? Questo disegno qui? Sì? Ecco, allora vede che avevo ragione io? Il disegno è sbagliato, la casa è piccolissima! Prenda un righello e misuri le stanze! (ma signora mia…. la scala è al 200!).
Indietro

6 commenti

  1. Aggiungere solo la perla di un conoscente che magnificando le caratteristiche del suo appartamento mi informava che l’ingresso del suo appartamento era dotato di finestra sul cavedano. Ho risposto che non poteva considerarlo un pregio, non fosse altro per il cattivo odore.

  2. Architè ho visto un cancello fatto dal fabbro del mio amico proprio come lo vorrei io, un lavoro bellissimo di quelli fatti col forcipe!!! (Ahhh chissà che dolore…)

  3. Nella mia quarantennale esperienza da architetto ho collezionato le seguenti chicche:
    – IL POZZO CARTESIANO. detto da un amico geometra.
    – LA PITTURA AL GUAZZO PLASTICO. di un bravo artigiano d’altri tempi.
    – I COMPITI METRICI. Richiesti da un cliente calabrese.

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here