Le parole che (non) ti ho mai detto. Bestiario semiserio di un’architetta, parte III

bestiario architetta

Dopo qualche giro al portocòllo e tra un parcheggio a esca di pesce e l’altro, Larchitetta Pamela Maggi è tornata per il terzo appuntamento con il suo bestiario (che si arricchisce di volta in volta grazie ai vostri suggerimenti!). Se vi siete persi la prima e la seconda parte, vi consigliamo di recuperare!

Indietro

1. scònsoline

scònsoline p.f. [dim. femm. di scossale].

-1.a. edil – Nelle costruzioni edilizie, misterioso elemento di riparo, spesso di lamiera “sconsolata”, che sporge da una parete verticale allo scopo di proteggere dalla pioggia la parete stessa:

  • Architetta, (con tono confidenzial-pettegolesco) guardi un po’ il mio vicino che schifo di parete che ha lì sotto il tetto che esce…ma signuur! Ma lei lo sa il perché? Perché non ha le scònsoline! (eeeeesatto!!!);
  • Architetta mi scusi: ma la sconsolina lì sopra la posso far pitturare? Sa, mio marito ha un amico in pensione che ha sempre fatto quello di lavoro e con una scalètta andrebbe su a pitturarla appena ha un’oretta! (signora….non si azzardi minimamente);
  • Architetta, stavo guardando il preventivo… ma cosa sono tutte queste sconsoline? È proprio necessario metterle?? (ha un’oretta che provo a spiegargliele?)
Indietro
CONDIVIDI

2 commenti

  1. Sentita da una collega
    Lei – Faccio presente che abbiamo anche le finestre che si aprono a svastica
    Lui – Ma cosa dici???? Si dice a svadish……………………………

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here