A 102 anni ci lascia Ieoh Ming Pei

ieoh ming pei

All’età di 102 anni ci ha lasciato l’architetto Ieoh Ming Pei, Premio Pritzker 1983 e molto noto anche al pubblico non specializzato soprattutto per la sua Piramide del Louvre. I. M. Pei è nato in Cina, a Canton (nella provincia di Guangdong), e si è trasferito negli Stati Uniti all’età di 18 anni per studiare architettura, prima alla University of Pennsylvania e poi al Massachusetts Institute of Technology, dove si è laureato nel 1940. Dopo aver conseguito un ulteriore master in architettura ad Harvard, nel 1946, è rimasto nell’istituzione per lavorare come assistente.

Ha aperto il proprio studio di architettura nel 1955, denominato I. M. Pei & Partners fino al 1989, quando fu chiamato Pei Cobb Freed & Partners, per riconoscere il lavoro di James Ingo Freed e Henry N. Cobb.

Leggi anche Al MAXXI un focus sul Salk Institute di Louis Kahn, docufilm e conferenza

Pluripremiato, ha progettato e costruito in tutto il mondo (in Italia, a Milano, ha realizzato Palazzo Lombardia, 2007-2010). Universalmente noto come il progetto più importante è l’ampliamento del Mueseo Louvre di Parigi, caratterizzato dall’imponente piramide di cristallo (1983-1989). Con questo progetto, I. M. Pei è riuscito a creare creato per un museo così importante un ingresso monumentale ed innovativo, posto in posizione centrale per poter accedere agevolmente alle tre ali del Louvre, a migliorare il complesso urbano migliorando radicalmente i sistemi di accesso del pubblico, e soprattutto è riuscito a dotare la città di Parigi di un nuovo simbolo.

ieoh ming pei piramide louvre

Tra gli altri progetti ricordiamo: il National Center for Atmospheric Research a Boulder, in Colorado (1961-1967 – da poco, il 26 aprile scorso, sulla nostra pagina Facebook avevamo celebrato il suo compleanno ricordando questo progetto), la John Fitzgerald Kennedy Library (1979), vicino a Boston; la West Wing e il rinnovamento del Museum of Fine Arts di Boston (1981 e 1986); la Bank of China ad Hong Kong (1989); la Morton H. Meyerson Symphony Center a Dallas (1989); la Rock and Roll Hall of Fame, a Cleveland, Ohio (1995); il Deutsches Historisches Museum di Berlino (2003).

Nell’immagine in alto, I.M. Pei nel 1989 fuori dalla Piramide del Louvre in Paris. Crediti: Marc Riboud/Magnum Photos. Fonte: nytimes.com

Storia dell\'architettura Luciano Patetta, 2008, Maggioli Editore

Questa antologia va intesa come un primo approccio alla conoscenza del pensiero critico di autori prestigiosi (come Argan, Burckhardt, Cassirer, Panofsky, Riegl, Wittkower, Wòlfflin, ecc.) e delle principali tendenze storiografiche.



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here