A 102 anni ci lascia Ieoh Ming Pei

ieoh ming pei

All’età di 102 anni ci ha lasciato l’architetto Ieoh Ming Pei, Premio Pritzker 1983 e molto noto anche al pubblico non specializzato soprattutto per la sua Piramide del Louvre. I. M. Pei è nato in Cina, a Canton (nella provincia di Guangdong), e si è trasferito negli Stati Uniti all’età di 18 anni per studiare architettura, prima alla University of Pennsylvania e poi al Massachusetts Institute of Technology, dove si è laureato nel 1940. Dopo aver conseguito un ulteriore master in architettura ad Harvard, nel 1946, è rimasto nell’istituzione per lavorare come assistente.

Ha aperto il proprio studio di architettura nel 1955, denominato I. M. Pei & Partners fino al 1989, quando fu chiamato Pei Cobb Freed & Partners, per riconoscere il lavoro di James Ingo Freed e Henry N. Cobb.

Leggi anche Al MAXXI un focus sul Salk Institute di Louis Kahn, docufilm e conferenza

Pluripremiato, ha progettato e costruito in tutto il mondo (in Italia, a Milano, ha realizzato Palazzo Lombardia, 2007-2010). Universalmente noto come il progetto più importante è l’ampliamento del Mueseo Louvre di Parigi, caratterizzato dall’imponente piramide di cristallo (1983-1989). Con questo progetto, I. M. Pei è riuscito a creare creato per un museo così importante un ingresso monumentale ed innovativo, posto in posizione centrale per poter accedere agevolmente alle tre ali del Louvre, a migliorare il complesso urbano migliorando radicalmente i sistemi di accesso del pubblico, e soprattutto è riuscito a dotare la città di Parigi di un nuovo simbolo.

ieoh ming pei piramide louvre

Tra gli altri progetti ricordiamo: il National Center for Atmospheric Research a Boulder, in Colorado (1961-1967 – da poco, il 26 aprile scorso, sulla nostra pagina Facebook avevamo celebrato il suo compleanno ricordando questo progetto), la John Fitzgerald Kennedy Library (1979), vicino a Boston; la West Wing e il rinnovamento del Museum of Fine Arts di Boston (1981 e 1986); la Bank of China ad Hong Kong (1989); la Morton H. Meyerson Symphony Center a Dallas (1989); la Rock and Roll Hall of Fame, a Cleveland, Ohio (1995); il Deutsches Historisches Museum di Berlino (2003).

Nell’immagine in alto, I.M. Pei nel 1989 fuori dalla Piramide del Louvre in Paris. Crediti: Marc Riboud/Magnum Photos. Fonte: nytimes.com

[libprof code=”106″ mode=”inline”]

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here