HeLLo: il progetto nato per la valorizzazione del costruito storico in situ

HeLLo
https://hellomscaproject.eu/

HeLLo è l’acronimo di Heritage energy Living Lab onsite ed è il progetto, nato con l’obiettivo di valorizzare il costruito storico, condotto all’interno del Centro Ricerche Architettura>Energia del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara, che ha vinto su base competitiva un bando finanziato nell’ambito del fondo europeo Horizon 2020, programma Marie Skłodowska-Curie IF.

Con HeLLo la ricerca scientifica universitaria “apre le porte” all’istituzione pubblica e privata, al professionista, all’azienda, alla collettività e lo fa attraverso un laboratorio in situ, a contatto con la materia storica e non in un ambiente lontano e asettico, analizzando i comportamenti reali di tecnologie isolanti per l’efficientamento dell’involucro edilizio.

Un atteggiamento di apertura e di maggiore comunicazione significa pensare alla conduzione dell’attività in sinergia con l’esterno affinché anche la ricerca stessa possa acquisire, in qualche misura, maggiore impatto e maggior appeal attraverso un riscontro che può arrivare dai potenziali stakeholder, oltre che il sostegno e l’appoggio della collettività per potenziare eventuali meccanismi di crowdfunding.

Potrebbe interessarti: CHANGE, riparte a settembre il festival dell’architettura innovativa

Progetto HeLLo e i test su Palazzo Tassoni Estense

HeLLo si pone l’obiettivo di contribuire all’efficientamento e alla maggiore sostenibilità del riscaldamento degli edifici, in particolare di quelli storici che per mancanza di strumenti specifici per l’intervento di riqualificazione e innalzamento prestazionale e la scarsità di dati sullo stato dell’arte li rende per lo più esclusi dai piani strategici fondamentali degli Stati membri, perdendo una grande opportunità per contribuire a un futuro a energia zero.

Attraverso interventi di riqualificazione energetica è possibile migliorare il comfort degli utenti, mantenendo inalterati i caratteri architettonici e preservando gli immobili nel tempo con l’adozione di adeguate condizioni ambientali interne.

Il progetto HeLLo ha creato un laboratorio di monitoraggio in situ, dove testare direttamente su un caso studio storico le prestazioni di alcuni sistemi di isolamento termico per acquisire dati reali utili per la progettazione degli interventi. Le prove sono condotte all’interno di locali, non ancora interessati dal processo di restauro, di Palazzo Tassoni Estense sede del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara, un edificio monumentale tardo cinquecentesco di notevole interesse storico-architettonico.

L’aspetto più innovativo del progetto sta nel fatto che la sperimentazione avvenga in situ, direttamente su alcune porzioni di parete della fabbrica storica e avvalendosi di “camere climatiche”. Il processo esecutivo della coibentazione avviene con il supporto e il coinvolgimento direttamente sul posto delle aziende per la fornitura e l’applicazione delle soluzioni di efficientamento: come se si fosse quindi su un cantiere reale.

Nel laboratorio in situ vengono effettuati misurazioni e monitoraggi (accompagnati anche dalle simulazioni) sul lungo periodo, relativamente al comportamento e alle prestazioni termo-igrometriche delle pareti coibentante sulla faccia interna, senza barriere al vapore.

Sono state volutamente testate fra le tante soluzioni possibili, tecnologie e materiali isolanti ampiamente diffusi sul mercato, per verificarne la compatibilità con la materia storica. Lo scopo del progetto HeLLo è quello di sensibilizzare gli attori del settore dell’edilizia ai punti di forza e di debolezza di alcune delle più comuni soluzioni tecniche di retrofit energetico applicabili in contesti dall’elevato valore storico-testimoniale.

Non perderti: Seminari di Architettura 2020: 10 appuntamenti virtuali sul futuro della progettazione

Progetto HeLLo a settembre l’evento finale

Il Comitato Organizzatore dell’evento finale del progetto HeLLo per via dell’emergenza Covid-19 ha optato per una conferenza in maniera virtuale che si terrà il 28 settembre 2020 dalle 14:15 fino alle 18:30 circa.

Durante la conferenza verranno illustrati i risultati finali ottenuti dalla sperimentazione eseguita su Palazzo Tassoni Estense (Ferrara, Italia).

Per gli aggiornamenti sull’evento segui la pagina Facebook.

Per ulteriori informazioni
https://hellomscaproject.eu/

Edifici storici: dalla modellazione agli interventi Corrado Prandi, 2019, Maggioli Editore

Il patrimonio edilizio italiano comprende un gran numero di fabbricati edificati oltre cento anni addietro. Molti di essi, anche se non di valore storico e monumentale, sono caratterizzati da una peculiare bellezza, rappresentando, di fatto, delle opere uniche e irripetibili.Quando sorge la...



 

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here