Metropoli, Gabriele Basilico in mostra a Roma

gabriele basilico roma
Gabriele Basilico, Porto, 1995 © Archivio Gabriele Basilico

Aggiornamento al 30 aprile 2020_La mostra è temporaneamente sospesa.

Al Palazzo delle Esposizioni di Roma ha aperto la grande mostra di fotografia Gabriele Basilico. Metropoli, a cura di Giovanna Calvenzi e Filippo Maggia, realizzata in collaborazione con l’Archivio Gabriele Basilico e promossa da Roma Capitale (Assessorato alla Crescita culturale) e dall’Azienda Speciale Palaexpo. La metropoli, il tema del paesaggio antropizzato, dello sviluppo e delle stratificazioni storiche delle città, dei margini e delle periferie in continua trasformazione, sono sempre stati al centro degli interessi e delle ricerche di Gabriele Basilico (Milano 1944-2013).

La mostra romana – che raccoglie oltre 250 opere in diversi formati, dagli anni Settanta agli anni Duemila, alcune esposte per la prima volta in questa occasione – analizza questi temi mettendo a confronto le opere realizzate nelle numerose città ritratte (tra cui Beirut, Milano, Roma, Palermo, Napoli, Barcellona, Madrid, Lisbona, Parigi, Berlino, Buenos Aires, Gerusalemme, Londra, Boston, Tel Aviv, Istanbul, Rio de Janeiro, San Francisco, New York, Shanghai), accostate secondo analogie e differenze, assonanze e dissonanze, punti di vista diversi nel modo di interpretare lo spazio costruito.

Leggi anche Louis Kahn attraverso la lente di Roberto Schezen, al MAXXI: Architettura, Silenzio e Luce

Il percorso espositivo è organizzato in cinque sezioni: Milano. Ritratti di fabbriche 1978-1980, il primo importante progetto realizzato da Basilico; Sezioni del paesaggio italiano, un’indagine in sei itinerari realizzata nel 1996 in collaborazione con Stefano Boeri e presentata alla Biennale di Architettura di Venezia; Beirut, due campagne fotografiche, realizzate nel 1991 (alla fine di una lunga guerra durata oltre quindici anni) in bianco e nero e nel 2011 (in fase di ricostruzione) a colori, per la prima volta esposte insieme; Le città del mondo, un viaggio nel tempo e nei luoghi da Palermo, Bari, Napoli, Genova e Milano fino a Istanbul, Gerusalemme, Shanghai, Mosca, New York, Rio de Janeiro e molte altre ancora; Roma, la città in cui Basilico ha lavorato a più riprese, sviluppando progetti sempre diversi fino al 2010, quando si è confrontato con le incisioni settecentesche di Piranesi.

Oltre alle opere in mostra, Gabriele Basilico. Metropoli propone un’ampia biografia illustrata che racconta attraverso brevi testi e immagini il percorso artistico e professionale di Basilico. A disposizione dei visitatori anche tre video: il primo realizzato da Tanino Musso a Beirut nel 1991 e rimontato da Giacomo Traldi, che ha rielaborato anche un’intervista del regista Amos Gitai del 2012 dedicata a Roma e a Piranesi, il terzo è invece un’intervista a Stefano Boeri realizzata nel 2002 da Marina Spada, A proposito di Sezioni del Paesaggio italiano.

La mostra è accompagnata da un catalogo, edito da Skira Milano, a cura di Giovanna Calvenzi e Filippo Maggia, con testi di Marc Augé, Luca Doninelli e Roberta Valtorta e con una raccolta di dichiarazioni di Gabriele Basilico.

La città negli occhi, rassegna cinematografica

In occasione della mostra Gabriele Basilico. Metropoli, nella sala cinema del Palazzo delle Esposizioni (scalinata di via Milano 9 A, Roma) si terrà la rassegna cinematografica La città negli occhi, a cura di Marco Berti e Francesca Pappalardo (tutte le proiezioni si terranno alle ore 21:00, i posti verranno assegnati a partire da un’ora prima e non sarà possibile entrare a proiezione iniziata – ingresso libero fino ad esaurimento dei posti). Ecco il programma completo.

  • Giovedì 19 marzo: La notte di Michelangelo Antonioni. Italia, Francia, 1961, 122’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Venerdì 20 marzo: Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini. Italia, 1962, 105’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Sabato 21 marzo: Il posto di Ermanno Olmi. Italia, 1961, 93’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Domenica 22 marzo: Mimì Metallurgico ferito nell’onore di Lina Wertmuller. Italia, 1972, 121’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Martedì 24 marzo: Mirafiori Lunapark di Stefano di Polito. Italia, 2014, 78’ – proiezione in DCP
  • Mercoledì 25 marzo: Et in terra pax di Matteo Botrugno e Daniele Colucci. Italia, 2010, 89’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Giovedì 26 marzo: Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti. Italia, Francia, 1960, 180’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Venerdì 27 marzo: Roma di Federico Fellini. Italia, Francia, 1972, 119’ – proiezione in pellicola 35mm (l’evento fa parte delle celebrazioni Fellini 100, in occasione del centesimo anniversario dalla nascita del regista, promosse dal Mibact e da un comitato organizzatore di cui fa parte il CSC-Cineteca Nazionale)
  • Sabato 28 marzo: Gli amanti del Pont-Neuf di Leos Carax. Francia, 1991, 125’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Domenica 29 marzo: Il deserto rosso di Michelangelo Antonioni. Italia, Francia, 1964, 116’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Mercoledì 1° aprile: Nina di Elisa Fuksas. Italia, 2010, 84’ – proiezione in digitale
  • Giovedì 2 aprile: Germania anno zero di Roberto Rossellini. Italia, 1947-48, 75’ – proiezione in DCP
  • Venerdì 3 aprile: L’eclisse di Michelangelo Antonioni. Italia, Francia, 1962, 126’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Sabato 4 aprile: Così ridevano di Gianni Amelio. Italia, 1998, 124’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Domenica 5 aprile: Milano ‘83 di Ermanno Olmi. Italia, 1983, 65’ – proiezione in DCP
  • Martedì 7 aprile: Carne tremula di Pedro Almodóvar. Spagna, 1997, 100’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Mercoledì 8 aprile: La donna della domenica di Luigi Comencini. Italia, 1975, 105’ – proiezione in pellicola 35mm
  • Giovedì 9 aprile: La dolce vita di Federico Fellini. Italia, Francia, 1960, 180’ – proiezione in pellicola 35mm (l’evento fa parte delle celebrazioni Fellini 100)
  • Venerdì 10 aprile: Blow-up di Michelangelo Antonioni. Italia, Gran Bretagna, 1966, 110’ – proiezione in DCP

Scheda evento

evento|event Gabriele Basilico. Metropoli
a cura di|curated by Giovanna Calvenzi e Filippo Maggia
dove|where

Palazzo delle Esposizioni
Via Nazionale, 194
Roma

quando|when 25 gennaio - 13 aprile 2020
orari|hours

Domenica, martedì, mercoledì e giovedì: dalle 10.00 alle 20.00
Venerdì e sabato: dalle 10.00 alle 22.30
Lunedì chiuso

ingresso|admission fino al 9 febbraio: intero 8 euro, ridotto 6 euro - dall'11 febbraio (il biglietto comprende anche la mostra su Jim Dine): intero 12.50 euro, ridotto 10 euro (audioguida sempre compresa nel prezzo)
sito ufficiale|website palazzo esposizioni

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here