#FlorenceCalling: il concorso di idee per barriere antiterrorismo più belle e innovative

#FlorenceCalling

Il Comune di Firenze ha lanciato in questi giorni una gara internazionale di idee per trovare soluzioni innovative per i dispositivi di protezione degli obiettivi sensibili delle città, che siano anche elementi di arredo urbano di qualità, con l’obiettivo di “proteggersi dal terrorismo usando la bellezza e trasformando la necessità di maggiore sicurezza in un’occasione di abbellimento delle città”.

#FlorenceCalling – questo il nome che è stato dato alla chiamata alle arti promossa dal Comune di Firenze dopo l’idea lanciata dall’architetto Stefano Boeri – si rivolge a aziende, scuole, progettisti, creativi e studi professionali, che dovranno ideare dissuasori ed elementi di protezione e sicurezza in grado di non compromettere, e anzi, di migliorare la qualità estetica e urbana degli spazi pubblici del centro storico di Firenze e, per estensione, di altre città. Il tutto, ovviamente, garantendo il passaggio dei mezzi di soccorso e la massima fruibilità a cittadini e turisti.

Per consultare altri Concorsi di Architettura clicca qui

Dopo aver già provveduto a mettere in sicurezza i propri spazi pubblici recependo le indicazioni del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza Pubblica, Firenze punta quindi all’abbellimento: “La nostra risposta allodio del terrorismo è nell’arte e nella bellezza. Non possiamo permettere ai terroristi di allontanarci dai luoghi pubblici, dai nostri spazi aperti e bellissimi, dalle nostre piazze storiche. Non vogliamo trasformare le nostre piazze in zone ansiogene e imbruttite da barriere e blocchi di cemento”, ha affermato Nardella durante la presentazione del bando. Secondo Boeri, #Florencecalling è “l’invito a trasformare la necessità di proteggerci da chi minaccia la morte, nell’opportunità di inventare nuove architetture generatrici di vita, per lo spazio pubblico delle nostre città”.

#FlorenceCalling, il bando

Il bando resterà aperto fino al 27 settembre ottobre. Una specifica commissione, presieduta dal sindaco Dario Nardella e da Stefano Boeri, con la presenza dei rappresentanti delle istituzioni che hanno collaborato alla stesura del bando, si occuperà di valutare e selezionare le proposte più efficaci e innovative.

>> Scarica qui il Bando #Florencecalling (English version)

>> Qui trovi tutto il materiale utile alla partecipazione

Le proposte dovranno essere presentate attraverso un testo esplicativo (possibilmente anche in lingua inglese e corredato da una stima dei costi) e un massimo di 5 elaborati per ciascuna tipologia proposta. Nel bando si suggerisce di inserire negli elaborati, oltre ai dettagli relativi alle strutture, ai materiali, alle eventuali essenze e ai dispositivi informatici, anche una visualizzazione del posizionamento ottimale (in relazione alle aree sensibili nel Centro Storico di Firenze: via Calzaiuoli, Piazza Duomo, via Martelli, via de’ Pecori, Piazza San Lorenzo, via degli Strozzi).

Per ulteriori informazioni
chiamataallearti@comune.fi.it

CONDIVIDI

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here