Due concorsi per Taranto: Piazza Castello e Piazza Fontana

due-concorsi-per-taranto

Invitalia, per conto del Comune di Taranto, lancia due concorsi di progettazione in unico grado, a procedura aperta e in forma anonima.

Il primo mira alla riqualificazione del sistema di spazi pubblici interconnessi tra il Castello Aragonese e il Palazzo di Città. Il secondo, invece, si concentra sulla zona di Piazza Fontana, antica piazza dei Pescatori di Taranto.

L’intervento da svolgersi sull’area tra il Castello e il Palazzo di città dovrà puntare alla valorizzazione turistica dell’area storico-culturale di Piazza Castello.
Il Tempio Dorino, il Castello stesso, il Palazzo di Città, i giardini e le Mura Aragonesi, punti di riferimento architettonici, dovranno essere fisicamente e visivamente collegati grazie a un’opera equilibrata capace di ricucire le varie parti e renderere più agevole la fruizione quotidiana e turistica. Si dovrà intervenire sull’accessibilità, attraverso la realizzazione di un collegamento senza ostacoli con un tracciato importantissimo per l’isola tarantina, via Duomo. Sarà richiesto ai partecipanti di recuperare pavimentazioni storiche, di migliorare le caratteristiche di Piazza Castello, di incrementare il verde urbano, di installare nuovi elementi di arredo e di proporre programmi di manutenzione di impianti a rete dei sottoservizi.

Leggi anche A Montoro il concorso per gli spazi aggregativi della città

Piazza Fontana, caratterizzata da un forte degrado fisico e percettivo, dovrà essere sottoposta a un importante miglioramento del decoro urbano, parte di un progetto che coinvolge l’intera Città Vecchia. L’idea dovrà portare a favorire le numerose attività commerciali e turistiche distribuite intorno alla piazza e, contemporaneamente, lasciar percepire un maggior senso di sicurezza per i cittadini.
I partecipanti saranno chiamati a presentare una proposta che riesca a ricucire gli spazi frammentati dell’area, a proseguire la pavimentazione nel tratto della piazza confinante con la Torre dell’Orologio, fino a intercettare Via del Tullio. Sarà richiesto di intervenire sulle facciate dei palazzi prospicienti, anche attraverso soluzioni di verde verticale, e di puntare a una maggiore capacità di accoglienza legata alla ristorazione e al turismo.

Possono partecipare i liberi professionisti, le società di ingegneria, le società tra professionisti, i R.T.P. e i consorzi stabili di società di professionisti o società di ingegneria.

Due concorsi per Taranto, il calendario

Per entrambe le competizioni i partecipanti dovranno presentare domanda di iscrizione e consegnare gli elaborati specificati nei bandi entro il 10 dicembre 2020.

>> Scarica il Bando del Concorso per Piazza Castello e il Bando del Concorso per Piazza Fontana <<

Clicca qui per la documentazione completa del Concorso per Piazza Castello

Clicca qui per la documentazione completa del Concorso per Piazza Fontana

Due concorsi per Taranto, i premi

Al termine dei concorsi saranno assegnati i seguenti premi.

Per il concorso di riqualificazione degli spazi tra il Castello Aragonese e il Palazzo di Città – Piazza Castello:
– 1° classificato: 20.000,00 euro
– 2° classificato: 13.000,00 euro
– 3° classificato: 7.000,00 euro

Al primo classificato potrà essere incaricato di occuparsi dei successivi livelli di progettazione e, in tal caso, riceverà i seguenti onorari:
– per le indagini: 13.000,00 euro
– per i servizi di progettazione definitiva ed esecutiva: 151.311,72 euro
– per la direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione: 115.724,43 euro.

Per il concorso di riqualificazione di Piazza Fontana:
– 1° classificato: 13.000,00 euro
– 2° classificato: 7.800,00 euro
– 3° classificato: 4.000,00 euro

Il vincitore potrà ricevere l’affidamento dei successivi livelli di progettazione ricevendo i seguenti compensi:
– per le indagini: 13.000,00 euro
– per i servizi di progettazione definitiva ed esecutiva: 90.153,30 euro
– per la direzione dei lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione: 68.915,62 euro.

Prontuario tecnico di progettazione degli spazi aperti Alessandro Toccolini, 2020, Maggioli Editore

Il prontuario vuole rispondere, in modo agile e sintetico, alle domande dei professionisti (attivi e in formazione) su come progettare e realizzare gli spazi aperti che, come noto, sono strettamente correlati agli spazi chiusi connessi. Tale esigenza è ancor più evidente in questo momento...



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here