Concorso Un-locking cities: il progetto dopo il Covid-19

Il DIDA Dipartimento di Architettura | Dottorato in Sostenibilità e Innovazione per il Progetto dell’Ambiente Costruito e del Sistema Prodotto dell’Università degli Studi di Firenze promuove il concorso di progettazione per studenti dal titolo Un-locking cities. Nuovi scenari per l’abitare, l’apprendimento, la mobilità, la prossimità e le nature urbane nel post-COVID-19.

Nelle settimane più intense dell’epidemia, la sensazione più forte per i progettisti è stata probabilmente quella dell’impotenza. Nonostante ad essere interpellati sulla situazione fossero sempre medici, virologi e biologi, in ogni fase della pandemia e in ogni previsione dei suoi possibili sviluppi emergeva la necessità del progetto come strumento proiettato al futuro per rispondere ai bisogni dell’emergenza e del periodo successivo ad essa.

Il Covid-19 ha causato una necessità di cambiamento delle nostre vite. La crisi sanitaria, che ha causato anche disagi economici e sociali, può diventare opportunità di ricerca, studio e innovazione se la risposta ad essa pone al centro il progetto, processo privilegiato di ideazione e costruzione di spazi.

Leggi anche Sedute Covid-19, il concorso del Comune di Rovereto

Il concorso vuole interrogare gli studenti e i neolaureati su quello che sarà attraverso idee che esplorino le evoluzioni successive allo stato emergenziale. L’obiettivo è quello di valorizzare il progetto come veicolo per inventare il futuro piuttosto che reagire ad esso e il valore civico del mestiere di progettista, che con il proprio operato genera ripercussioni profonde sugli scenari di vita della città.

Tra i temi affrontati dopo il Covid-19, ci si concentra su cinque prospettive di riflessione corrispondenti ad altrettanti spunti progettuali:
– le città tra le mura di casa
– luoghi e forme di apprendimento
– mobilità e nuove forme di interazione
– prossimità e distanze spaziali
– nature urbane e nuovi equilibri ecosistemici.

Possono concorrere studenti di Scuole e Facoltà di Architettura e delle discipline del progetto, oltre ai neolaureati nell’anno accademico 2019/2020.

Concorso Un-locking cities, il calendario

Il materiale specificato nel bando deve essere inviata entro il 20 novembre 2020.

I risultati saranno resi noti il 10 dicembre 2020.

>> Scarica il Bando del concorso <<

Concorso Un-locking cities, i premi

Il primo classificato riceverà un premio di 500,00 euro.

Le prime dieci proposte selezionate dalla giuria saranno pubblicate su una selezione di pubblicazioni edite da DIDAPress.

[libprof code=”173″ mode=”inline”]

[libprof code=”183″ mode=”inline”]

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here