Palazzo Giureconsulti Milano, un concorso per rinnovarlo e valorizzarlo

concorso palazzo giureconsulti milano

La Camera di Commercio di Milano Monza-Brianza Lodi ha bandito sulla piattaforma Concorrimi dell’Ordine degli Architetti di Milano un concorso internazionale di progettazione in un unico grado per il rinnovamento e la valorizzazione di Palazzo Affari ai Giureconsulti, in piazza Mercanti 2, a Milano.

Il palazzo, in cui si stratificano 500 anni di storia italiana, è uno dei più noti di Milano: fu voluto e finanziato da Giovanni Angelo Medici, nobile di origini milanesi diventato Papa con il nome di Pio IV. La costruzione – su progetto di Vincenzo Seregni, architetto del Duomo dal 1547 al 1567 – iniziò nel 1562. La Camera di Commercio è proprietaria dell’edificio – che ha subito due interventi di restauro, il primo dopo i bombardamenti del 1945, il secondo negli anni ’80 – dal 1911.

Leggi anche Un nuovo collegamento tra Lorenteggio e Ronchetto sul Naviglio

Il bando del concorso di progettazione prevede un complesso di interventi di interior design al piano rialzato, al primo e al secondo piano che garantiscano il più possibile la versatilità degli spazi. Questi interventi dovranno riguardare il ridisegno delle sale, la rivisitazione dell’ingresso principale, l’arredo mobile e l’illuminazione, il tutto nel pieno rispetto del contesto storico e architettonico del palazzo (vincolato). È poi richiesto un attento studio delle soluzioni di illuminazione della facciata e del suo loggiato che meglio valorizzino l’edificio e i suoi dettagli decorativi, con attenzione ai temi del risparmio energetico. Oggetto del concorso anche l’identità grafica e visiva degli spazi.

È richiesto l’uso di prodotti, materiali e rivestimenti che rispettino i criteri di massima sostenibilità ambientale (come la riduzione degli scarti e riuso delle risorse iniziali), e nel giudizio finale verrà infatti prestata particolare attenzione al rispetto dei CAM e alle certificazioni ambientali dei materiali proposti. Verranno valutate positivamente, inoltre, soluzioni progettuali che consentano semplicità di gestione e manutenzione.

Il costo massimo degli interventi da realizzare (che dovranno essere svolti per aree, dovendo comunque garantire la piena accessibilità e fruibilità della struttura) è stato fissato nell’importo di 1.622.000 euro Iva inclusa, mentre l’importo opere è di 870 mila euro Iva esclusa. Il corrispettivo riconosciuto per l’incarico è di 114 mila euro.

Concorso Palazzo Giureconsulti Milano, il calendario

Le principali scadenze della procedura del Concorso per il rinnovamento di Palazzo dei Giureconsulti sono le seguenti:
– 21 ottobre 2019, ore 17: Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento;
– 28 ottobre 2019, ore 17: Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro
19 novembre 2019, ore 15: Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali

>> Scarica qui il bando di concorso <<

Dopo la scadenza del concorso sarà resa pubblica la giuria, composta da 5 membri (un architetto, un ingegnere, tre rappresentanti dell’Ente banditore o di altre istituzioni cittadine di cui almeno un architetto o ingegnere).

Concorso Palazzo Giureconsulti Milano, i premi

Sono previsti premi in denaro e rimborsi spese per i primi cinque classificati che raggiungano la soglia minima del punteggio indicato in graduatoria, per un totale di 25 mila euro. Il vincitore riceverà un premio di 17 mila euro; il secondo classificato 4 mila euro; il terzo 2 mila. Mille euro sono destinati invece rispettivamente al quarto e al quinto classificato.

Per ulteriori informazioni e per tutto il materiale di concorso
concorsogiureconsulti.concorrimi.it

[libprof code=”65″ mode=”inline”]

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here