Concorso Lupi di Toscana, per il recupero dell’ex caserma tra Firenze e Scandicci

Concorso Lupi di Toscana

Il Comune di Firenze ha bandito un concorso internazionale per la rigenerazione della caserma Lupi di Toscana, di sua proprietà dal 2015 e in stato di avanzato degrado perché abbandonata da molti anni.

La presenza della caserma, che si trova sul confine tra il Comune di Firenze e il Comune di Scandicci – nell’area circoscritta fra viale Pietro Nenni, Stradone dell’Ospedale, via S. Giusto, via di Scandicci, via del Ronco Corto – ha infatti determinato la totale estraneità dell’area allo sviluppo che nel tempo ha interessato questa zona della città.

Per vedere altri Concorsi di Architettura e altri Concorsi di idee CLICCA QUI

Il Comune ha deciso di demandare la pianificazione dell’area ad una competizione internazionale in modo che, dal confronto di idee, possa emergere la migliore soluzione per realizzare, letteralmente, un nuovo pezzo di città.

L’obiettivo e? quello di creare un nuovo insediamento, prevalentemente residenziale ma caratterizzato da un equilibrato mix funzionale, e non più circoscritto al “recinto” della caserma, ma aperto alla città. L’area ha grandi potenzialità, e? servita dalla linea 1 della tramvia ed è già parzialmente urbanizzata.

L’Amministrazione comunale ha anche intrapreso un percorso di partecipazione, “Non case ma citta? 2.0”, che ha visto il coinvolgimento di numerosi cittadini per individuare gli elementi di cui si dovrà tenere conto nella trasformazione. Tutti i partecipanti si sono detti concordi sulla necessità di recupero e riqualificazione dell’area, che al momento, proprio per la presenza della caserma, riveste un ruolo marginale.

Leggi anche Concorso di idee per la riqualificazione dell’ex Caserma Scotti a Chieri (in scadenza il 9 dicembre)

Gli obiettivi espressi dall’Amministrazione per attuare la trasformazione urbanistica della ex caserma, e delle aree al suo intorno, in definitiva sono:

  • garantire mix funzionale tenendo presente che la trasformazione della SUL dell’ex caserma Lupi di Toscana (33.000 mq in totale) deve prevedere una quota prevalente di social housing;
  • sviluppare un insediamento ad alta efficienza energetica che sperimenti nuove formule “smart” dell’abitare.

Il livello progettuale richiesto per le proposte è quello di progettazione urbanistica / masterplan (di livello inferiore rispetto a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica così come definito dall’art. 23 del D Lgs 50/2016). La proposta progettuale vincitrice costituirà riferimento per la definizione della previsione del Regolamento Urbanistico.

La proposta progettuale dovrà inoltre individuare soluzioni relative a:

  • le relazioni urbane, territoriali e paesaggistiche, dell’area con il contesto circostante;
  • l’assetto funzionale e della mobilità veicolare, ciclabile e pedonale, e degli spazi di sosta;
  • l’assetto degli spazi e servizi pubblici, e le diverse caratterizzazioni dello spazio pubblico;
  • l’eco-sostenibilità dell’intervento complessivo;
  • la fattibilità economico-finanziaria dell’operazione.

L’area di intervento ha un’estensione di circa 394.000 mq. L’area di proprietà comunale ha un’estensione di circa 98.500 mq. Il perimetro individuato è indicativo e potrà essere oggetto di proposte diverse, necessarie al corretto funzionamento dell’insediamento e alla sua relazione con il contesto esistente.

L’idea progettuale potrà prevedere la demolizione con ricostruzione dei manufatti esistenti, ad eccezione della Palazzina Comando notificata come bene culturale (ai sensi del DLgs 42/2004) e pertanto soggetta a restauro.

Il masterplan deve prevedere, sulla base di quanto contenuto nel RU, una percentuale di SUL a destinazione residenziale pari almeno al 60% (con una quota prevalente di housing sociale), il restante 40% dovrà essere destinato ad altre destinazioni d’uso, garantendo un adeguato mix.

Per tutti i dettagli, scarica qui il bando di concorso

Il concorso internazionale di idee, sotto soglia comunitaria, si svolge con procedura aperta, ai sensi dell’art. 60 del DLgs 50/2016, preceduta da preselezione di tipo aperto. Preselezione e selezione, entrambe in forma anonima, sono finalizzate a individuare la migliore proposta progettuale.

  • la preselezione consiste nella presentazione di un’idea progettuale sullo sviluppo dell’area di intervento ed è finalizzata a individuare 8 concorrenti da ammettere alla successiva selezione.
  • la selezione consiste nella presentazione di un progetto urbanistico (masterplan) da parte degli 8 concorrenti selezionati ed è finalizzata a individuare la migliore proposta progettuale.

CALENDARIO PRESELEZIONE

  • 10 ottobre 2016
    avvio del concorso
  • 23 novembre 2016
    termine per la richiesta di chiarimenti (da inviare tramite il form apposito presente sul sito)
  • 30 novembre 2016
    termine per la pubblicazione delle risposte
  • 14 dicembre 2016
    termine per la consegna della documentazione (ore 12:00)

Per visionare e scaricare tutto il materiale a corredo del concorso, clicca qui

PREMI

Per la partecipazione alla PRESELEZIONE del concorso NON è riconosciuto alcun compenso.
Agli 8 concorrenti selezionati, che presenteranno la documentazione richiesta e ritenuta congrua ed idonea dalla Giuria, verranno riconosciuti i seguenti premi:

  • progetto vincitore: € 50.000
  • progetti selezionati: € 20.000

 

Per ulteriori informazioni
concorsolupiditoscana.comune.fi.it

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here