Rigenerare l’Ex Caserma Perotti a Bologna, il concorso

concorso caserma perotti bologna

L’Agenzia del Demanio – Direzione Regionale Emilia Romagna ha lanciato il concorso di progettazione in due gradi per la rigenerazione dell’area dell’Ex Caserma G. Perotti a Bologna. La zona, comprendente una serie di edifici risalenti al secondo dopoguerra, è stata dismessa con l’obiettivo di utilizzare, a seguito del concorso, un terzo della sua superficie per realizzare l’archivio interregionale e la nuova sede della direzione Provinciale Bologna 2. I restanti due terzi saranno dedicati a costruzioni di carattere residenziale da realizzare in un secondo momento.

Viene richiesto pertanto ai partecipanti di presentare, durante il primo grado del concorso, un’indicazione di massima del nuovo assetto che darebbero all’area. L’idea dovrà essere approfondita nel secondo grado, attraverso una definizione più dettagliata del progetto per due nuove sedi da realizzare. Saranno ammessi al secondo grado gli autori delle migliori 5 proposte ideative.

Leggi anche Chiesa della Badiazza di Messina, un concorso per completarne il restauro

Possono partecipare al concorso i liberi professionisti, singoli o associati e le società di professionisti o di ingegneria, anche sotto forma di raggruppamenti temporanei o consorzi. Ricordiamo che deve essere eseguito, a pena di esclusione, un versamento di 140 euro a favore dell’ANAC – Autorità Nazionale Anti Corruzione.

Concorso Caserma Perotti, il calendario

– 8 gennaio 2020: Apertura periodo richiesta chiarimenti per il primo grado
– 22 gennaio 2020, entro il: Chiusura periodo richiesta chiarimenti per il primo grado
– 29 gennaio 2020: Pubblicazione verbale richiesta chiarimenti e relative risposte per il primo grado
– 29 gennaio 2020: Apertura iscrizioni e invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il primo grado
– 28 febbraio 2020, ore 12.00: Chiusura iscrizioni e termine ultimo per l’invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il primo grado
– 4 marzo 2020, entro il: Comunicazione dei concept progettuali ammessi alla fase del secondo grado
– 5 marzo 2020: Apertura periodo richiesta chiarimenti per il secondo grado
– 27 marzo 2020, entro il: Chiusura periodo richiesta chiarimenti per il secondo grado
– 3 aprile 2020: Apertura periodo per l’invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il secondo grado
– 15 maggio 2020: Chiusura periodo per l’invio degli elaborati e dell’eventuale documentazione amministrativa per il secondo grado
– 20 maggio 2020: Proclamazione graduatoria provvisoria

>> Scarica qui il Bando del concorso <<
Per la documentazione completa clicca qui

Concorso Caserma Perotti, il premio

Il Concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione del primo premio pari a 50 mila euro, considerato come acconto sull’incarico. Il vincitore del concorso, infatti, oltre a dover completare il progetto di fattibilità tecnico-economica, potrà ricevere l’incarico della progettazione definitiva ed esecutiva, oltre che il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione. In caso di affidamento, la parcella professionale è stata quantificata in 1.211.170,85 euro.

Una somma totale di 47.288,78 euro (al netto delle imposte e degli eventuali contributi previdenziali vigenti al momento della proclamazione) sarà da ripartita tra gli altri progetti classificati dal secondo al quinto posto, a titolo di rimborso spese. Agli esecutori di questi progetti verrà inoltre rilasciato un Certificato di Buona Esecuzione del Servizio relativamente a un Progetto di Fattibilità Tecnico-Economica.

La Commissione Giudicatrice sarà presieduta dall’architetto Dominique Perrault e composta da: Arch. Leopoldo Freyrie, Arch. Giuseppe De Togni, Ing. Riccardo Gulli, Ing. Salvatore Concettino (più Arch. Pier Giorgio Giannelli, Ing. Andrea Gnudi e Ing. Roberto Capuano come membri supplenti).

(articolo a cura di Maria Laura Leo)

Rigenerazione sociale, urbana e sostenibile Giuliano Colombini, 2018, Maggioli Editore

Fondamenti per la pianificazione delle trasformazioni del territorio e delle relazioni umane.



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here