Arredare casa con complementi d’arredo in vetro curvato

Complementi d’arredo in vetro curvato: design e funzionalità in un solo articolo.

Vuoi rendere il tuo appartamento un ambiente raffinato, senza però rinunciare all’aspetto accogliente e confortevole che deve contraddistinguere una casa? I complementi d’arredo in vetro curvato potrebbero essere la soluzione che fa per te: eleganza e stile con una scrivania, un tavolino o un altro elemento realizzato in vetro curvato sono assicurati.

Su Duzzle.it potrai trovare una nuova linea di articoli realizzati all’insegna della leggerezza, della luminosità, del design e dell’eleganza che contraddistingue il vetro curvato, un materiale senza tempo e sempre attuale.

Leggi anche Le architetture di Zaha Hadid in 22 tappeti, RE/Form carpet collection

Tavolini in vetro curvato

Tra i prodotti acquistabili sul sito, riscuote particolare successo la coppia di tavolini in vetro curvato Manhattan: grazie alle loro differenti dimensioni possono essere collocati uno accanto all’altro o uno sotto l’altro, creando così un piacevole e dinamico effetto visivo.

La loro lucentezza cattura immediatamente lo sguardo: arricchiscono e abbelliscono l’estetica e la funzionalità dell’ambiente. Infatti, non rappresentano esclusivamente un complemento d’arredo ricco di stile, ma risultano anche decisamente utili: permettono di avere un appoggio vicino al letto o al divano che, grazie al design morbido e leggero, non appesantisce l’ambiente e gli regala anzi luminosità e freschezza.

Per ulteriori informazioni
Per scoprire la vasta gamma di prodotti disponibili online su Duzzle.it, per soddisfare le proprie curiosità ed eliminare dubbi su come fare un ordine o registrarsi al sito, non dovrai far altro che inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica servizioclienti@duzzle.it, o contattare Duzzle telefonicamente chiamando il numero 0721/581847 dal lunedì al venerdì (escluso giorni festivi) dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 17:00.

Leggi anche Per il centenario del Bauhaus Thonet rivisita la sedia S 533 di Mies

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here