È morto l’architetto César Pelli

cesar pelli morto

In un anno in cui ci hanno già lasciato due grandi dell’architettura e del design come Alessandro Mendini e Ieoh Ming Pei, venerdì 19 luglio 2019 si è spento, all’età di 92 anni, anche l’architetto argentino naturalizzato statunitense César Pelli.

Pelli era noto anche al pubblico non specializzato soprattutto per aver realizzato le Petronas Towers di Kuala Lumpur, in Malesia (1992-1996 – fino al 2004 sono state le torri più alte del mondo e sono tuttora il simbolo indiscusso della capitale malese), e la Torre Unicredit di Milano (2009-2014), che con i suoi 231 metri è il più alto grattacielo italiano, oltre all’intero masterplan del Progetto Porta Nuova.

César Pelli è nato il 12 ottobre 1926 in Argentina, a San Miguel de Tucumán. Si è laureato in architettura prima in patria, nel 1950, quando ha ricevuto il Diploma in Architecture dall’Universidad Nacional de Tucumán, e poi negli Stati Uniti, dove nel 1954, grazie a una borsa di studio, in due anni ha completato un Master in Architecture presso l’University of Illinois (Urbana Champaign School of Architecture).

Dal 1954 al 1964 Pelli è socio dell’architetto finlandese Eero Saarinen, che sarà fondamentale per la sua formazione e per la sua comprensione della professione di architetto. Nominato preside della Yale School of Architecture nel 1977, dopo varie esperienze in studi altrui, Pelli decide di aprire il proprio studio di progettazione Cesar Pelli & Associates – fondato insieme ai partner Diana Balmori e Fred Clarke – a New Haven, in Connecticut. Nel 2005, con l’ingresso del figlio Rafael, lo studio viene ribattezzato Pelli Clarke Pelli Architects, ed è oggi presente con i propri uffici anche a New York, San Francisco, Abu Dhabi, Shanghai e Tokyo.

Ecco una breve video-intervista che è stata realizzata a Pelli nel 2012, in occasione del President’s Award che gli è stato conferito dall’AIANY, solo uno dei numerosissimi riconoscimenti ricevuti nel corso della lunga carriera. Nel video Pelli parla della sua scelta di diventare architetto, dell’importanza di Saarinen nella sua formazione, dei progetti più significativi della sua carriera e della sua concezione dell’architettura:

Per ulteriori informazioni
pcparch.com

[libprof code=”106″ mode=”inline”]

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here