Cersaie 2019, conferenze di architettura: il programma e i protagonisti di quest’anno

cersaie 2019 conferenze di architettura

Come tutti gli anni, torna anche quest’anno, a Cersaie 2019 – il salone internazionale della ceramica che si terrà a Bologna dal 23 al 27 settembre prossimi – il programma di conferenze di architettura e design che dal 2009 porta a Bologna architetti e designer provenienti da tutto il mondo per presentare la propria visione dell’architettura e del design contemporanei: Costruire, Abitare, Pensare.

L’anno scorso gli ospiti di eccezione erano stati Richard Rogers – che aveva tenuto una lectio magistralis, internamente in italiano, focalizzata sulla sua autobiografia Un posto per tutti – Camilo Rebelo, Carla Juaçaba (nella foto di apertura), Sandra Barclay, Jean Pierre Crousse, Vincenzo Latina, Mario Botta e Guido Canali. Quest’anno i protagonisti del programma più atteso del Cersaie saranno, nell’ordine: Felipe Assadi, Anupama Kundoo, Jakob & Macfarlane, Emilio Ambazs, Francesca Molteni, Alberto Ferlenga e Giovanni Chiaramonte. Vediamo i dettagli del programma.

Leggi anche Bologna Design Week 2019, gli eventi

Ricordiamo che la partecipazione a queste conferenze conferisce CFP per architetti, e inoltre la presenza ad uno degli incontri che giornalmente si tengono presso la Galleria dell’Architettura (Gall. 21/22, nelle giornate del 23-25-26 e 27 alle ore 12:30, il
24 settembre alle ore 13:30), con contestuale firma dell’apposito registro, conferisce un ulteriore credito formativo.

Costruire, Abitare, Pensare 2019: il programma

Mercoledì 25 settembre 2019

Felipe Assadi
Galleria dell’Architettura – Gall. 21/22, ore 10:30

2 CFP per architetti

Felipe Assadi è nato a Santiago del Cile nel 1971. Si è laureato in architettura presso l’Università Finis Terrae (di cui, dal 2011, è preside), e ha poi conseguito un Master in Architettura presso l’Università Cattolica del Cile. Il suo lavoro si sviluppa tra Cile, Messico, Guatemala, Perù, Porto Rico, Venezuela, Stati Uniti, Ecuador e Colombia. Ha tenuto corsi in diverse università cilene e straniere, ed è stato invitato a tenere conferenze in Venezuela, Perù, Messico, Porto Rico, Costa Rica, Argentina, Stati Uniti, Italia e Spagna. Il suo lavoro è stato ampiamente pubblicato ed è oggetto di 4 monografie pubblicate in Cile, Spagna, Argentina e Corea del Sud.

Anupama Kundoo
Galleria dell’Architettura – Gall. 21/22, ore 16:00
2 CFP per architetti

Anupama Kundoo è nata a Pune, in India, nel 1967. Ha studiato architettura al Sir J. J. College of Architecture dell’Università di Bombay, dove si è laureata nel 1989, per poi ricevere il dottorato alla Techical University of Berlin. Kundoo è autrice di molti progetti in India e ha avuto esperienze professionali, di insegnamento e di ricerca in diversi contesti nel mondo: TU Berlin, AA School of Architecture London, Parsons New School of Design New York, University of Queensland Brisbane, IUAV Venezia, ETSAB Barcelona, UCJC, Cornell University. Il lavoro di Kundoo e del suo studio (Anupama Kundoo Architects) dimostra una forte attenzione alla ricerca sui materiali e sulle tecnologie costruttive per ottenere un’architettura a basso impatto ambientale.

Giovedì 26 settembre 2019

Jakob & Macfarlane
Relatori: Dominique Jakob e Brendan MacFarlane
Galleria dell’Architettura – Gall. 21/22, ore 10:30

2 CFP per architetti

Jakob+MacFarlane è uno studio d’architettura fondato nel 1992 a Parigi da Dominique Jakob e Brendan MacFarlane, il cui lavoro esplora l’utilizzo della tecnologia digitale sia come strumento concettuale sia come mezzo di produzione, utilizzando nuovi materiali per creare ambienti più flessibili. I progetti dello studio, oltre ad aver ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, sono stati esposti in diversi musei e fondazioni, tra cui il Victoria & Albert Museu, il SFMOMA, al Museum of Architecture, all’Artist Space di New York, al Carnegie Melon, al Mori Art Museum di Tokyo, al Centre Pompidou e al Pavillon de l’Arsenal di Parigi.

Emilio Ambasz e Attilio Stocchi con Fulvio Irace
Profezia verde – Nascitura

Galleria dell’Architettura – Gall. 21/22, ore 16:00
2 CFP per architetti

Nato in Argentina (ma anche cittadino spagnolo per Concessione Reale), Emilio Ambasz ha studiato alla Princeton University dove ha conseguito anche un master in Architettura e ha poi anche insegnato. Ha lavorato come Curatore al MoMA di New York, dove ha curato importanti mostre, tra cui Italy – The new Domestic Landscape. Lo stile di Ambasz, che lui stesso descrive come “il verde sul grigio”, unisce tecnologia e natura. Tra le innumerevoli onorificenze, ha ottenuto la Honorary Fellowship presso l’AIA, la Medaglia ISA 2014 per la Scienza dell’Istituto di Studi Avanzati dell’Università di Bologna e la Honorary International Fellow al RIBA. Ha vinto per 3 volte il Compasso d’Oro.

Esponente tra i più sensibili della nouvelle vague dell’architettura italiana, anche l’architetto milanese Attilio Stocchi pone al centro della sua attività progettuale – dagli spazi aperti alle metamorfosi di monumenti, dai luoghi per l’arte ai sistemi ambientali, dagli allestimenti alle installazioni – un percorso di ricerca sperimentale in cui la natura è un importante frammento nel processo di costruzione dell’architettura.

Venerdì 27 settembre 2019

Francesca Molteni con Fulvio Irace
Lezione alla rovescia
Europauditorium Palazzo dei Congressi, ore 10:00

Dopo una lunga serie di designer e artisti come Enzo Mari, Elio Caccavale, Alessandro Mendini, Riccardo Dalisi, Riccardo Blumer, Massimo Giacon, Ugo La Pietra, Fabio Novembre e Silvia Camporesi, la Lezione alla rovescia 2019 sarà tenuta dalla regista Francesca Molteni, nota per la produzione di video, documentari e filmati dedicati all’architettura e al design (ne abbiamo recentemente parlato per il documentario Il Potere dell’Archivio. Renzo Piano Building Workshop, realizzato con Fulvio Irace, in collaborazione con la Fondazione Renzo Piano). La Lezione, che verterà sulla relazione fra il cinema e, più in generale, la produzione video, e il design, sarà introdotta da Fulvio Irace.

Alberto Ferlenga e Giovanni Chiaramonte
Spazi Sacri: Il cimitero San Cataldo di Aldo Rossi e Gianni Braghieri

Galleria dell’Architettura – Gall. 21/22, ore 14:30
2 CFP per architetti

Un dialogo tra Alberto Ferlenga (Rettore dell’Università IUAV di Venezia e Professore ordinario di progettazione architettonica nello stesso ateneo) e Giovanni Chiaramonte (fotografo di architettura, fotoreporter e docente) sul Cimitero di San Cataldo di Modena realizzato da Aldo Rossi e Gianni Braghieri tra il 1971 e il 1978. L’evento, aperto a tutti gli interessati, si inserisce nel workshop di fotografia Spazi Sacri che si concluderà il 30 settembre.

Scarica qui il programma di tutti gli eventi di Cersaie 2019

Per ulteriori informazioni
cersaie.it
#Cersaie2019

The Plan n.116 The Plan, 2019, Maggioli Editore

THE PLAN, con 8 numeri pubblicati ogni anno, è una tra le riviste di architettura e design più diffuse e lette in Italia e nel mondo. Ogni numero offre un panorama sull'architettura contemporanea attraverso editoriali, progetti, e ...



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here