Biennale Architettura 2020, i partecipanti e le anticipazioni

biennale architettura 2020
Ph. Andrea Avezzù. Courtesy of La Biennale di Venezia

Aggiornamento del 5 marzo 2020: Rapido dietrofront sulla decisione, presa la settimana scorsa, di lasciare inalterato il programma della Biennale Architettura 2020 nonostante l’emergenza Coronavirus in corso nel nostro Paese. Ieri pomeriggio è stato infatti comunicato che la manifestazione si terrà da sabato 29 agosto (con pre-apertura giovedì 27 e venerdì 28 agosto) fino a domenica 29 novembre, anziché dal 23 maggio al 29 novembre, come in precedenza annunciato. La 17esima Mostra Internazionale di Architettura di Venezia avrà quindi una durata di soli tre mesi.

Il timore era quello di dover aprire una mostra incompleta: le recenti misure precauzionali in materia di mobilità prese dai governi di un numero crescente di Paesi del mondo, avranno infatti “effetti a catena sul movimento delle persone e delle opere nelle prossime settimane”, quelle più importanti per l’avvio, già di per sé complesso, dell’allestimento di una mostra internazionale di tale rilievo, che coinvolge architetti e istituzioni di oltre 60 paesi di tutti i continenti.

*** 2 marzo 2020: Nessun rinvio per la Biennale Architettura 2020 (17. Mostra Internazionale di Architettura di Venezia) dal titolo How will we live together?, che come da programma si terrà da sabato 23 maggio a domenica 29 novembre 2020 (con pre-apertura il 21 e 22 maggio) ai Giardini e all’Arsenale.

Dopo il rinvio, causa emergenza nuovo Coronavirus, di molte importanti manifestazioni – tra cui il Salone del Mobile, che come abbiamo visto si terrà a giugno (16-21 giugno 2020) e non ad aprile, come di consueto – si temevano variazioni anche per quanto riguarda la Biennale, ma giovedì 27 febbraio, rigorosamente in diretta streaming, è stato confermato da Paolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia, e dal curatore 2020 Hashim Sarkis, che procederà tutto regolarmente. Ecco qualche anticipazione del programma.

Per approfondire il tema della Biennale Architettura 2020, How will we live together?clicca qui

La Biennale Architettura 2020 si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini, l’Arsenale e Forte Marghera, e presenterà anche grandi installazioni negli spazi esterni dell’Arsenale e dei Giardini, collegate a ognuna delle cinque scale in cui sarà organizzata la Mostra.

Per il quinto anno consecutivo, inoltre, la Biennale di Venezia e il Victoria and Albert Museum di Londra presenteranno un progetto speciale al Padiglione delle Arti Applicate (Arsenale, Sale d’Armi), quest’anno dal titolo British Mosques e in collaborazione con l’architetto Shahed Saleem.

Tra ottobre e novembre integreranno il programma della Biennale Architettura 2020 anche i Weekends on Architecture, una serie di conferenze e incontri con architetti, studiosi e professionisti di tutto il mondo che cercheranno di rispondere alla domanda cardine dell’edizione di quest’anno, How will we live together?. Si tratterà di sei appuntamenti distribuiti in tre weekend, e in ogni incontro si discuterà di due argomenti ispirati alle questioni ricorrenti nei progetti dei partecipanti: le nuove sfide che il cambiamento climatico pone all’architettura; il ruolo dello spazio pubblico nelle recenti rivolte urbane; le nuove tecniche di ricostruzione; le forme mutevoli dell’edilizia collettiva in tutto il mondo; l’architettura dell’educazione e l’educazione dell’architetto; il rapporto tra curatela e architettura.

Biennale Architettura 2020, i partecipanti

Sono 63 le Partecipazioni Nazionali negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. Per la prima volta saranno presenti anche Grenada, Iraq e Uzbekistan. Come abbiamo visto, il Padiglione Italia (sostenuto e promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Direzione Generale Creatività contemporanea), alle Tese delle Vergini in Arsenale, sarà a cura di Alessandro Melis e il tema sarà Comunità Resilienti.

>> Qui trovi la lista delle Partecipazioni Nazionali <<

I partecipanti in concorso sono 114 e provengono da 46 diversi Paesi, con una rappresentanza crescente da Africa, America Latina e Asia. Oltre ai partecipanti invitati, la Biennale comprenderà Stations + Cohabitats, ricerche fuori concorso sui temi della Mostra sviluppate da ricercatori di università di tutto il mondo.

>> Qui trovi la lista degli Architetti partecipanti <<

Per ulteriori informazioni
labiennale.org

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here