Beni culturali, altri fondi: 133 milioni per la tutela del patrimonio culturale italiano

beni culturali reggia di caserta

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della delibera del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica CIPE (45/2016) di approvazione del “Programma operativo complementare di azione e coesione Cultura e Sviluppo 2014-2020” sono in arrivo oltre 133 milioni di euro per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali.

Leggi anche Piano Grandi Progetti Beni Culturali, 135 milioni per Musei, Aree Archeologiche e Biblioteche

Gli assi prioritari d’intervento in base a cui queste risorse sono suddivise sono tre :

  • Rafforzamento delle dotazioni culturali (108,278 milioni euro);
  • Attivazione dei potenziali territoriali di sviluppo legati alla cultura (20 milioni di euro);
  • Assistenza tecnica (5,345 milioni di euro).

All’attuazione del Programma, che contiene un preciso piano finanziario distinto per anni, e un cronoprogramma di spesa dal 2016 al 2020, provvederà il MiBACT, che dovrà garantire:

  • Una selezione delle operazioni coerente alle norme comunitarie e nazionali;
  • La messa in opera di un sistema efficace di gestione e controllo, idoneo a garantire il corretto utilizzo delle risorse finanziarie;
  • Il corretto caricamento dei dati relativi all’avanzamento procedurale, finanziario e fisico delle iniziative finanziate.

Questo programma è, come detto, complementare al PON (Piano operativo nazionale) Cultura e Sviluppo (FESR) 2014-2020 e si inserisce quindi nelle azioni che il MiBACT sta attivando per la tutela, la valorizzazione e lo sviluppo dei beni culturali del Paese.

Tutela del patrimonio architettonico

Tutela del patrimonio architettonico

N. Mordà, P. Boati, 2015, Maggioli Editore

La circolare del 30/4/2015, n. 15 riporta “Disposizioni in materia di tutela del patrimonio architettonico e mitigazione del rischio sismico” ed ha il dichiarato scopo di “sensibilizzare” tutte le figure che hanno influenza sulla gestione del patrimonio...



Immagine di apertura, Reggia di Caserta via Wikimedia Commons

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here