Balkrishna Doshi, la cerimonia del Pritzker Prize 2018 e altri approfondimenti (video e non solo)

Balkrishna Doshi
Balkrishna Doshi con Le Corbusier.

Come abbiamo visto, il 7 marzo scorso è stato annunciato che l’architetto indiano Balkrishna Doshi era il vincitore del Pritzker Prize 2018. Ieri, per la prima volta in Canada, si è tenuta la cerimonia di premiazione, durante cui il novantunenne Doshi ha ricevuto il premio e tenuto una lectio magistralis dal titolo Paths Uncharted. La John H. Daniels Faculty of Architecture, Landscape, and Design, che ha ospitato la cerimonia, ha messo online il video completo dell’evento, che vi proponiamo qui sotto (la cerimonia vera e propria inizia al minuto 22:00, Doshi inizia a parlare al minuto 31:00). La lectio dura circa un’ora ed è seguita da un’intervista-dibattito (circa da 1:31:00).

Daniels Live

The Daniels Faculty in partnership with The Pritzker Architecture Prize is honoured to welcome Professor Balkrishna Doshi, the 2018 Laureate of the Pritzker Architecture Prize, to present the public lecture "Paths Uncharted". The lecture will start at 6:30pm. (We'll turn the sound on then, too.)

Pubblicato da The John H. Daniels Faculty of Architecture, Landscape, and Design su mercoledì 16 maggio 2018

Per approfondire l’architettura di Balkrishna Doshi e il suo approccio compositivo, sviluppato nel corso di una lunga carriera ed esplicitato nella costruzione di oltre cento edifici, consigliamo di leggere i due volumi curati da Bruno Melotto: Balkrishna Doshi. Sangath. Indian Architecture between tradition and modernity (con testi in inglese e in italiano), che oltre a un approfondimento biografico e al saggio Modernismo e libertà, propone sei interessanti scritti di Doshi in versione originale e tradotta (Il mio viaggio alla ricerca della buona architettura, La natura dell’architettura, Mutazione e magia, La lezione di Old Jaipur, Tra concetto e realtà, Una pausa al tempo); The masters in India. Le Corbusier, Louis Kahn and the Indian context (con testi solo in inglese), con altri tre scritti di Doshi (Canvas of modern masters, Le Corbusier: a personal reading, The acrobat and the yogi of architecture), un saggio di Melotto sull’architettura indiana e una sua intervista all’architetto.

Oltre a questi due corposi approfondimenti, il team del Pritzker Prize ha messo a disposizione alcuni brevi video che presentano alcuni aspetti dell’architettura di Doshi e della sua storia. Il primo è il più generico:

The future

Architectural Philosophy

Influences

Life in India

L’immagine di apertura, che ritrae insieme Balkrishna Doshi e Le Corbusier, è tratta dal volume The masters in India. Le Corbusier, Louis Kahn and the Indian context.

Balkrishna Doshi. Sangath

Balkrishna Doshi. Sangath

Bruno Melotto, 2012, Maggioli Editore

Balkrishna Doshi, Premio Pritzker 2018. Indian Architecture between tradition and modernity. Edizione con testi in italiano e inglese.



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here