Un asilo sostenibile nel parco di Milano CityLife, 02arch

Aggiornamento dell’8 giugno 2018: Dopo meno di un anno dall’inizio dei lavori, oggi è stato inaugurato BabyLife, l’asilo nido completamente in legno progettato dallo studio 02ARCH all’interno del parco pubblico di Milano CityLife. L’asilo aprirà le porte a 72 bambini (da 0 a 36 mesi) il prossimo settembre, in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico.

Continua a leggere per i dettagli e le immagini del progetto.
A fondo articolo una galleria di immagini dell’edificio realizzato.

27 luglio 2017: La settimana scorsa, insieme all’inaugurazione di una nuova porzione del grande parco di CityLife (che ha raggiunto così i primi 100 mila mq di aree verdi realizzate), sono stati inaugurati anche i lavori per la costruzione dell’asilo pubblico, che sarà immerso nel parco urbano, in via Demetrios Stratos. L’asilo, che sarà il primo realizzato interamente in legno a Milano, una volta ultimato, avrà una superficie di 1000 mq complessivi, inserita all’interno di circa 3.000 mq di giardino protetto che ospiterà quasi 2 mila piante. I lavori dovrebbero terminare ad aprile 2018, con un investimento totale di 3.5 milioni di euro.

Asilo CityLife: il progetto

Il progetto dell’asilo nido Baby Life è il risultato del concorso per architetti under 35 indetto nel 2014 che aveva l’obiettivo finale di realizzare un asilo pubblico in linea con le più recenti politiche scolastiche della città, volte a costituire strutture sempre più sostenibili e a basso impatto ambientale. Il progetto vincitore, dello studio 02ARCH, è tanto semplice quanto flessibile.

Qui trovi altri esempi di Architettura Scolastica

L’architettura dell’asilo si fonde con il contesto grazie a una frammentazione dell’edificio in tante piccole casette che entrano in relazione sinergica con il verde. I volumi si dispongono in maniera irregolare attorno agli alberi, mantenendo un collegamento centrale grazie al patio che avvolge le casette. È proprio questo sviluppo centripeto che permette la massima flessibilità: non solo tutte le funzioni possono essere scambiate e modificate, ma anche ampliate senza stravolgimenti. La struttura si presenta semplice e intuitiva, “a misura di bambino“: luci, colori, materiali e finiture esaltano la polisensorialità dell’ambiente per generare uno spazio ricco ed articolato, adatto alle esplorazioni cognitive dei più piccoli.

L’obiettivo di conciliare qualità e funzionalità con un approccio di edilizia sostenibile, ha condotto ad una serie di scelte che riguardano principalmente la progettazione secondo le regole della bioclimatica (orientamento dell’edificio, esposizione e luce naturale), l’uso di energie rinnovabili (tra cui pannelli fotovoltaici e pannelli radianti), la riduzione del consumo d’acqua (recupero dell’acqua piovana) e la selezione di materiali costruttivi certificati, locali e riciclabili (pannelli in legno prefabbricato ecosostenibile, rivestimenti esterni a basso grado manutentivo, salubrità dei materiali interni). Queste caratteristiche hanno come obiettivo la certificazione LEED Platino, il massimo livello di certificazione previsto dal Protocollo LEED Italia.

I materiali utilizzati

Per la struttura verticale e orizzontale dell’edificio si prevede l’utilizzo di pannelli in legno tipo x-lam. Per il rivestimento esterno delle pareti ventilate sono stati scelti due materiali differenti per garantire la varietà architettonica: pannelli compositi in alluminio per le pareti bianche e rivestimento in listoni di ecolegno per le pareti color legno.

Per l’isolamento di pareti, coperture e pavimento vengono usati diversi tipi di coibenti: in primis, per le pareti, un doppio strato di pannelli extra-porosi in lana di legno; per coibentare il massetto di pavimento, un isolante a base polimerica eco-compatibile, per una maggiore durabilità; per le coperture un pannello sandwich costituito da un componente isolante espansa senza l’impiego di CFC o HCFC, rivestito su una faccia da velo vetro mineralizzato e sull’altra da un velo vetro addizionato da fibre minerali.

I materiali interni rispecchiano la necessità di comfort e funzionalità dell’asilo: il rivestimento principale di pavimenti, pareti e soffitti è il legno. Per una maggior resistenza all’usura e per facilità di manutenzione, le pavimentazioni saranno però in un materiale vinilico eterogeneo visivamente simile al legno, assemblabile senza uso di colle. Per tutti gli arredi è stata data grande importanza alla sicurezza dei materiali e alla stimolazione sensoriale: sono state individuate alcune aziende che producono arredi certificati per la prima infanzia, realizzati con materiali espansi ed ignifughi e rivestiti con tessuti sintetici ecologici. Gli arredi pensati per il gioco dei bambini sono costituiti di materiale morbido, soffice e deformabile, quindi in grado di proteggere da colpi accidentali e cadute.

Ecco qualche immagine dell’edificio realizzato:

Progetti di scuole innovative

Progetti di scuole innovative

D. Pepe, M. Rossetti, 2016, Maggioli Editore

Il settore dell’edilizia scolastica è tra i più importanti nel panorama dell’architettura contemporanea, soprattutto in Italia. È qui che la necessità di un radicale ripensamento delle strutture adibite ad attività formative si sta mostrando in tutta la sua urgenza. Se, infatti, è...



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here