Articolo Normativa

Home Normativa Decreto Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali 12/3/2019

Decreto Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali 12/3/2019

Linee guida e indirizzi in merito ai requisiti e agli standard minimi di qualita' per l'esercizio dell'attivita' enoturistica

Articolo 1

Ambito di applicazione e definizioni

Ambito di applicazione e definizioni

1. Il presente decreto definisce indirizzi e linee guida in merito ai requisiti e agli standard minimi di qualita', con particolare riferimento alle produzioni vitivinicole del territorio, per l'esercizio dell'attivita' enoturistica, ai sensi dell'art. l, comma 504 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, recante «Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020».
2. L'attivita' enoturistica, di cui all'art. 1, comma 502 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, e' considerata attivita' agricola connessa ai sensi del terzo comma dell'art. 2135 del codice civile ove svolta dall'imprenditore agricolo, singolo o associato, di cui al medesimo art. 2135 del codice civile.
3. Coerentemente con la definizione di «enoturismo» di cui all'art. 1, comma 502, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, sono considerate attivita' enoturistiche, ai fini del presente decreto, tutte le attivita' formative ed informative rivolte alle produzioni vitivinicole del territorio e la conoscenza del vino, con particolare riguardo alle indicazioni geografiche (DOP, IGP ) nel cui areale si svolge l'attivita', quali, a titolo esemplificativo, le visite guidate ai vigneti di pertinenza dell'azienda, alle cantine, le visite nei luoghi di esposizione degli strumenti utili alla coltivazione della vite, della storia e della pratica dell'attivita' vitivinicola ed enologica in genere; le iniziative di carattere didattico, culturale e ricreativo svolte nell'ambito delle cantine e dei vigneti, ivi compresa la vendemmia didattica; le attivita' di degustazione e commercializzazione delle produzioni vitivinicole aziendali, anche in abbinamento ad alimenti, da intendersi quali prodotti agro-alimentari freddi preparati dall'azienda stessa, anche manipolati o trasformati, pronti per il consumo e aventi i requisiti e gli standard di cui all'art. 2, commi 1 e 2.

Altri Articoli del provvedimento

Articolo 1 - Ambito di applicazione e definizioni
Articolo 2 - Linee guida ed indirizzi in merito ai requisiti e standard minimi di qualita' per lo svolgimento dell'attivita' enoturistica.
Articolo 3 - Logo
Articolo 4 - Entrata in vigore