Arredi trasversali per ambienti che dialogano. Cerasa, oltre la sala da bagno

Progettare l’arredo della stanza da bagno richiede la profonda conoscenza e comprensione di un’immensità di variabili. Si tratta della sala più intima della casa. La si vuole perfetta, funzionale, facile da pulire, altamente contenitiva ma allo stesso tempo di design e possibilmente resistente e intramontabile. Deve farci stare bene, parlare di noi, accogliere gli ospiti e saper dare spazio a momenti privati.

Insomma, realizzare una sala da bagno significa creare la comfort zone per antonomasia. Ma i tempi cambiano e con essi gli stili di vita e il modo di vivere la casa. Le dimensioni di abitazioni e appartamenti mutano, così come le collocazioni di alcune stanze. Come farsi interpreti di questa molteplicità individuando soluzioni adeguate e di stile?

Spazi progettati con continuità e molteplici soluzioni d’uso

Cerasa, da oltre 40 anni specialista dell’arredo bagno, rende possibile la massima personalizzazione nelle sue proposte, interpretando caratteri ben definiti ed esigenze precise, con infinite possibilità di mix and match che rendono le sue composizioni praticamente uniche e sempre inedite. Questo rispondendo anche a gusti molto diversi: dal classico al minimal, dall’art deco all’industrial.

Ma c’è di più. Proprio grazie all’esperienza maturata, Cerasa si fa anche interprete del mutamento avvenuto nelle case in cui oggi si prediligono spazi vissuti in soluzione di continuità. Sfumare il confine tra gli ambienti grazie agli arredi può amplificare la percezione degli spazi. Possiamo sfruttare un fil rouge fatto di pattern o inserire arredi che parlano tra loro per stile e materiali. Vi è una costellazione di queste soluzioni in tutte le linee del brand: tavolini, appendiabiti, mobili colonna contenitivi adatti ad ogni ambiente e complementi che ci possono accompagnare in più situazioni d’uso. Ma vi sono alcune collezioni che più di altre hanno fatto di questa capacità un plus.

Des: una collezione trasversale

Cerasa, Des: mobile per ingresso o living, frontali in noce o tessuto monkey che richiamano la fantasia del separé

Des è la collezione più iconica realizzata da Cerasa e nella sua ricchezza di possibilità si rivela anche la più trasversale. Si caratterizza con frontali il cui telaio è disponibile in Noce Chiaro o Eucalipto, oltre alle finiture laccate opache in qualunque colore, il cui interno può essere realizzato in molteplici materiali e rispettive finiture: dai laminati materici ai laccati, dai legni impiallacciati al Laminam, ma anche vetri, tessuti, ecomalte e tranciati. Questa grande possibilità di personalizzazione permette di assecondare stili e gusti in maniera molto eclettica creando nuove sintesi di arredo. Per i piani vi è altrettanta ampiezza di scelta con lavabi da appoggio o integrati anche in abbinamento ai materiali del frontale.

La peculiarità di Des sta non tanto nella sua modularità, flessibile e disponibile in molteplici misure, quanto nella possibilità di arredare con questa collezione anche altre stanze della casa. Un’idea progettuale completa che si compone di colonne, madie, comodini abbinabili a poltrone e pouf, paraventi, servomuti, specchi e anche lampade. Proprio l’introduzione dei tessuti nei frontali, che diventano quasi dei quadri, è frutto di innovazione tecnologica che ha reso il materiale idrorepellente e facile da pulire, permettendo di creare continuità di decoro anche nei complementi di arredo o nelle poltroncine. I motivi realizzati sono disponibili anche per le carte da parati in versione vetrificata per la sala da bagno e vinilica per gli altri ambienti della casa. I soggetti raffigurano forme più geometriche o immagini ispirate al mondo della natura. I particolari piedini in tondino metallico nero sono un segno distintivo della collezione e creano un forte elemento di continuità nelle varie soluzioni offerte.

Cerasa, Des: separé, poltroncina ,servomuto e carta da parati coordinati in tessuto geometrico per arredi trasversali anche per living o camera da letto

La proposta è tale da adattarsi ad ambienti che vanno ben oltre la sala da bagno e la camera da letto. Nel living Des trova spazio con madie e pensili, composizioni a giorno o con frontale, tavolini e mensole. I dettagli di stile stupiscono, come nel caso del separé arricchito di tasche, piccole mensole o ganci appendi asciugamani, che si possono trasformare in comodi appendiabiti e mensole svuota-tasche se inseriti in un contesto per esempio di ingresso. Anche il servomuto può estendere la sua funzionalità completando una sala guardaroba o nell’antibagno. La collezione riesce a sorprendere e risolvere. Des definisce uno stile, attraverso degli statement estetici e funzionali, grafici e materici sempre scandendo dei veri e propri percorsi all’interno della casa, creando continuità e rispondendo a diversi gusti e stili d’arredo.

L’intramontabile classico, dal bagno al salotto

Configurazioni uniche ed eleganti impreziosite dai materiali che si declinano in più luoghi della casa sono anche disponibili nella linea Classic di Cerasa. Le soluzioni da bagno rimangono centrali, interpretando un gusto dalle suggestioni marcatamente neoclassiche, come nella collezione Paestum, o più metropolitane, nella collezione York. Una proposta cromatica ben definita per entrambe prende forma in un design tradizionale da profili e linee sofisticate, senza rinunciare al ritmo di volumi e profondità che si intersecano con raffinata armonia.

Cerasa, Paestum: composizione mobile a giorno e con sportelli, color fumo di Londra, per living o camera da letto

Le basi per il lavabo, sospese o ad appoggio, singole o doppie, si impreziosiscono di materiali per il piano come cristalli o marmi, oltre a materiali tecnici. Ma anche in questo caso la componibilità dei moduli permette di costruire mobili ad uso più ampio, come per il guardaroba a vista con cassetti, i settimini o le madie che da sole arredano un’intera parete, o ancora raffinate colonne vetrina per una sala da bagno dove l’eleganza si può esporre o stanze da letto e living dove le funzionalità si amplificano ulteriormente. La linea Classic propone anche testate per il letto personalizzabili con le esclusive carte da parati e comodini e consolle con sgabello capaci di interpretare un angolo per il trucco o per lo studio.

Soluzioni che vivono perfettamente come stand alone o in raccordo ad altri elementi, capaci di dare personalità a spazi ampi o più raccolti. Anche gli specchi, con linee squadrate o sinuose, contenitori o sottili con lampade integrate, seguono le silhouette dei mobili, delle basi curve per i lavabi o il rigore di altre atmosfere, impreziosendo e completando il bagno e le stanze attigue.

La luce che unisce

Spesso basta un dettaglio per animare una serie di corrispondenze tra ambienti diversi. E nulla unisce come la luce, capace di esaltare colori, atmosfere, costruire geometrie e interpretare volumi grazie alla fisicità dei supporti. Anche in questo caso Cerasa non lascia nulla al caso proponendo diverse linee di illuminazione adatte all’arredo di tutta la casa. Infatti, oltre alle luci a led integrate e a scomparsa negli specchi, vi sono soluzioni di puro design come Minù o Vega, che arricchiscono e movimentano il rigore delle geometrie del bagno.

Uno dei pezzi più amati, proprio per la sua capacità di affiancare gli stili più diversi enfatizzando al massimo l’illuminazione è Daiki: un fusto in metallo nero lucido e dettagli in finitura oro rosa, disponibile sia per gli specchi sia a parete. Per rimanere all’interno delle collezioni su cui ci siamo soffermati, il mondo Classic ha una sua creazione ad hoc, Revival, che si declina nella versione piantana o abat-jour il cui stile pulito ma di grande personalità trova spazio anche in un elegante soggiorno. Torcia è l’applique che illumina le letture serali della stanza da letto ma in grado anche di creare punti luce strategici dal bagno alla zona living. Un’intera linea riprende il tema del tondino nero in metallo della collezione Des con versione a specchio, a sospensione e piantana.

Una molteplicità di soluzioni studiate per total look mai banale, grazie alla quale architettura e design parlano di spazi nel loro insieme, dialogano tra loro, risolvono.

Cerasa risponde anche a nuove esigenze: i mobili igienizzati

Una realtà come Cerasa, che negli anni ha saputo anticipare trend di design e di mercato, non ha limiti nelle possibilità di innovazione che propone. Parzialmente nata dai più recenti eventi legati alla diffusione del Covid-19, anche l’ultima proposta in termini temporali ha la capacità di esaltare le caratteristiche dei mobili Cerasa, in modo tutto nuovo. Si tratta del trattamento igienizzante ad azione antibatterica che viene applicato (per i mobili colorati, anche a campione, e per tutti i legni impiallacciati) già in fase di verniciatura.

La tecnologia sfrutta Silver Power Plus, non come rivestimento ma come caratteristica intrinseca del mobile che nel tempo non perde forza e capacità di azione. La distribuzione omogenea della sostanza, che a contatto coi batteri ne annulla la proliferazione al 99,9%, rende il mobile protetto e antibatterico per sempre senza alterarne finiture e prestazioni. Un importante plus per favorire la salubrità degli ambienti, qualunque essi siano, che ospitano un mobile Cerasa. Anche l’igiene può essere trasversale!

Gli arredi Cerasa sono in tutto e per tutto una celebrazione dell’estetica e della funzionalità, fatti di dettagli, soluzioni pratiche e amorevoli attenzioni dedicate, come sempre, a chi il mobile lo vive ogni giorno. Anche quando gli ambienti diventano fluidi e i confini si sfumano, la casa e i suoi percorsi ci definiscono tra design, colori e materiali, parlando di noi.

Immagine in apertura. Des, composizione sospesa o a terra, con richiamo di dettaglio tondino nero in metallo per arredi che vanno oltre la sala da bagno

Per maggiori informazioni: www.cerasa.it

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here