Archichat Nights arriva a Bologna, cinque architette emiliane si raccontano

archichat night bologna
Ph. Caterina Palumbo

Archichat Nights – il nuovo format di incontri e mentoring per architette e architetti ideato dal collettivo RebelArchitette (ne abbiamo parlato anche qui, in occasione del primo incontro) – dopo essere approdato a Milano (lo scorso 19 giugno, alla Fabbrica del Vapore) arriva anche a Bologna, dove cinque progettiste emiliane saranno le protagoniste di una serata di conversazioni di architettura e design e condivideranno le proprie esperienze professionali.

L’appuntamento – curato in collaborazione con il gruppo GarBo Associazione dei Giovani Architetti di Bologna – è per giovedì 13 febbraio 2020 (dalle 19:00 alle 21:00, presso lo spazio culturale SPAZIO&, via Guerrazzi 1, Bologna). L’ingresso è libero e accreditato dall’Ordine degli Architetti di Bologna per il rilascio di 2 CFP crediti formativi professionali (in autocertificazione).

Leggi anche Il Serpentine Pavilion 2020 sarà progettato dallo studio Counterspace

La serata – che rientra fra le attività proposte dal collettivo a favore della parità di genere nelle professioni – sarà introdotta da Giulia Reatti dell’Associazione GarBo e da Francesca Perani e Elena Fabrizi di RebelArchitette, che porteranno l’esperienza del collettivo RebelArchitette e racconteranno i loro progetti più recenti, a partire dal libro digitale Architette = Women Architects Here We Are!, dalla campagna #TimeFor50 iniziata con la petizione per l’equiparazione professionale delle architette), fino ad arrivare all’ultimissimo Women Architects World Map.

Dopo le loro introduzioni sarà il turno delle cinque architette emiliane, che illustreranno i propri percorsi professionali e le proprie specializzazioni: Maria Cristina Garavelli di Officina Meme Architetti (Architettura e rigenerazione), Valentina Cicognani di MIRO Architetti (Architettura di Interni), Francesca Lenzi (Architetture del Sociale), Elena Vincenzi di Weg Studio (Architettura e partecipazione), Cristina Tartari di Tasca Studio (Architettura e Città).

Nel precedente incontro, le cinque architette milanesi selezionate erano: Laura Berni (Lascia La Scia, allestimenti e coworking), Selina Bertola (Nomade Architettura, architettura di interni), Silvia Calatroni (SdARCH Studio, architettura del paesaggio), Isabella Inti (Temporiuso.net, territorio e partecipazione), Elena Sacco (DAP studio, architettura).

Dopo i singoli interventi, le cinque professioniste saranno disponibili per un momento di dibattito, confronto con il pubblico e mentoring, durante il quale tutti i presenti potranno discutere e porre domande alle ospiti su qualsiasi argomento relativo all’architettura e alla professione in genere, e conoscersi meglio. L’obiettivo della serata, del resto, è quello di  “creare occasioni di rete e complicità in un panorama molto competitivo e ancora poco inclusivo”.

Al termine della serata sarà poi dato spazio all’iniziativa #retotebagrevolution: riutilizzo di borse in tessuto veicolanti modelli di ruolo al femminile.

archichat nights bologna speakers

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here