La mostra Alvaro Siza. Viagem sem Programa arriva a Cervia (Ravenna)

Ph. Raul Betti

Aggiornamento di febbraio 2020: Torna in una nuova sede espositiva la mostra itinerante Álvaro Siza. Viagem sem Programa, dedicata al lato più intimo e meno conosciuto di Álvaro Siza, raccontato attraverso l’esposizione di 53 opere tratte dai quaderni di appunti dell’architetto portoghese (soprattutto ritratti e disegni di viaggio realizzati in un arco temporale di oltre 60 anni), e da lui personalmente selezionate.

Dopo le tappe di Siena (2019, negli spazi dei Magazzini della Corticella all’interno di Santa Maria della Scala), Lisbona (2018, nello studio di Aires Mateus, vedi più in basso le immagini dell’allestimento), Reggio Emilia (2017) Dubrovnik e Zagabria (2013), il progetto espositivo – elaborato da Greta Ruffino e Raul Betti in occasione della Biennale Architettura 2012, di cui era evento collaterale – dal 6 al 22 marzo 2020 approda a Cervia (provincia di Ravenna), negli spazi suggestivi dei Magazzini del Sale.

L’evento di inaugurazione (2 CFP per architetti) si terrà il 6 marzo, dalle 18:00 alle 20:00 (Cervia, Magazzino del Sale Torre, viale Nazario Sauro) e prevede una conferenza tenuta dai curatori e da Roberto Bosi di ProViaggiArchitettura (tra gli organizzatori della mostra), la proiezione del cortometraggio Viagem Sem Programa – girato presso lo studio di Siza e in alcuni luoghi particolarmente significativi di Porto e Lisbona nel 2011, in cui l’architetto racconta la passione per il disegno come strumento di ricerca, comunicazione e dialogo tra persone e luoghi – la visita guidata alla mostra e un dibattito conclusivo. L’iscrizione all’evento è gratuita (qui) e la partecipazione garantita ai primi 100 iscritti; l’accesso alla mostra è libero e non necessita di iscrizione.

Leggi anche Álvaro Siza Vieira, Nadir Afonso Art Museum a Chaves

Lettere ad Alvaro Siza Autori Vari, 2013, Maggioli Editore

Scritti raccolti in occasione della Laurea Magistrale ad Honorem in Architettura ad Alvaro Siza Vieira (16 ottobre 2013, Politecnico di Milano - Scuola di Architettura e Società).



*** 16 maggio 2018: La mostra itinerante Álvaro Siza. Viagem sem Programa per il mese di maggio 2018 approda a Lisbona, dove viene ospitata dall’atelier dell’architetto Aires Mateus (Rua Cecílio de Sousa 52, Lisbona – fino al 31 maggio 2018, dalle 16:00 alle 19:00).

Anche dalle parole di Manuel Aires Mateus emerge l’importanza dei disegni di Siza, la ricchezza delle sue rappresentazioni e la capacità di vedere e di comprendere: “I disegni di Álvaro Siza hanno questa capacità rivelatrice, ci spiegano il ‘mondo’ nel modo più ricco, mediato dalla sua comprensione, dalla sua sensibilità, dal suo sapere”. Ecco alcune immagini dell’allestimento dell’Atelier Aires Mateus (fotografie di Raul Betti):

*** 21 agosto 2012: Si intitola Álvaro Siza. Viagem sem Programa la mostra che si terrà nel palazzo cinquecentesco della Fondazione Querini Stampalia di Venezia, dal 29 agosto all’11 novembre 2012. Un progetto espositivo completamente dedicato al lato più intimo e meno conosciuto dell’architetto portoghese Álvaro Siza, figura di spicco nel panorama progettuale internazionale, recentemente insignito del Leone d’Oro alla carriera della 13. Mostra Internazionale di Architettura – la Biennale di Venezia.

La mostra, evento collaterale della Biennale, organizzata dall’associazione culturale MedicinaMentis, in collaborazione con la Fondazione Querini Stampalia, nasce dai numerosi incontri che i due curatori, Greta Ruffino e Raul Betti, hanno avuto con l’architetto lusitano presso il suo studio a Porto e racconta, attraverso l’esposizione di 53 opere, tratte dai suoi quaderni di appunti e personalmente selezionate dallo stesso autore, non solo l’attività dell’architetto ma soprattutto quella dell’uomo.

Il percorso espositivo sottolinea la straordinaria memoria eidetica dell’architetto Siza, prendendo le mosse dai suoi disegni (in prevalenza ritratti) realizzati durante gli anni della giovinezza, con una sezione dedicata alla famiglia, i numerosi viaggi compiuti all’estero, le più recenti cene con gli amici e i momenti liberi “dal peso del lavoro”, e si popola via via di ricordi, sensazioni, note ironiche e visioni, tutte valide, in quanto inerenti alla vita.

La mostra – dicono i due curatori – addentrandosi nella natura umana e nella cultura progettuale, intende mettere in risalto il legame inscindibile tra queste due componenti, svelando attraverso un percorso emotivo, l’aspetto più intimo e privato di Álvaro Siza che si manifesta in una profonda e intensa capacità di osservare e successivamente tradurre in segno i frammenti della realtà”.

Le opere (stampe autenticate dall’autore, n.53, 1 di 1 – che insieme costituiscono un’opera inedita e unica), si susseguiranno in un percorso espositivo che metterà in luce sguardi e sogni, ricordi e volti di sconosciuti e di tutti quegli amici incontrati in quello straordinario “viaggio senza programma”, che è la vita.

L’esposizione prevede inoltre uno spazio dedicato alla videoproiezione dell’intervista, realizzata in Portogallo nell’agosto del 2011, in cui Álvaro Siza parla della sua intima relazione con il disegno, soffermandosi sull’infanzia, gli inizi della carriera, gli incontri di vita e le amicizie maggiormente significative, con uno sguardo verso nuovi sorprendenti progetti.

Il catalogo della mostra, con le 53 opere esposte, accompagnate dal testo integrale dell’intervista ad Álvaro Siza, tradotto in quattro lingue, edito e distribuito dalla Red Publishing, sarà in vendita dal 29 agosto presso il bookshop della Querini Stampalia e nelle migliori librerie italiane e internazionali.

alvaro siza
Ritratto di Álvaro Siza © Teresa Siza

Per ulteriori informazioni
viagemsemprograma.com

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here