Ad agosto a Venezia una Biennale alternativa

curatore padiglione italia biennale architettura 2020
Biennale di Venezia, Arsenale, spazi esterni, via labiennale.org.

Nell’anno in cui la Biennale di Architettura e Arte di Venezia non si svolgeranno a causa dell’emergenza Covid-19, la manifestazione si reinventa: i direttori dei diversi settori artistici pensano a una Biennale alternativa, dedicata alla storia dell’evento.

Biennale alternativa, la rivoluzione del Coronavirus

Sarà inaugurata il prossimo 29 agosto al Padiglione Centrale ai Giardini la Biennale alternativa organizzata dai direttori di tutti i settori artistici per offrire ai visitatori una Mostra fuori dagli schemi, ma pur sempre una Mostra.

La notizia del rinvio delle Biennali di Architettura e Arte, resa nota solo qualche settimana fa, aveva fatto perdere le speranze. I fedelissimi e non dell’evento avrebbero dovuto attendere fino al 2021 per la prima, fino al 2022 per la seconda.

Leggi anche Biennale di Architettura 2020 rimandata all’anno prossimo

Il Coronavirus ha di fatto rivoluzionato una delle manifestazioni artistiche più importanti al mondo che, per non scomparire completamente dal calendario del 2020, si è reinventata, adattandosi alla delicata situazione che stiamo vivendo.

Biennale alternativa, il tema dell’esposizione

La soluzione per assicurare, nonostante le regole imposte dal distanziamento sociale, una Biennale di Venezia è stata quella di organizzare una mostra interdisciplinare “all’insegna del dialogo tra le arti”.

Il tema dell’esposizione sarà la storia della Biennale stessa, il racconto degli episodi più significativi della manifestazione. Per la prima volta a curarla saranno tutti i direttori artistici: Hashim Sarkis per l’Architettura, Cecilia Alemani per l’Arte, Alberto Barbera per il Cinema, Marie Chouinard per la Danza, Ivan Fedele per la Musica e Antonio Latella per il Teatro.

Biennale alternativa, il programma di massima

L’evento sarà visitabile fino alla fine dell’anno e sarà organizzata secondo un calendario che vedrà l’alternarsi di spettacoli dal vivo, proiezioni cinematografiche e visite guidate tra i Giardini e l’Arsenale. Queste ultime saranno dedicate alla storia degli edifici e ai restauri subiti.

Leggi anche Biennale Architettura 2020, i partecipanti e le anticipazioni

Biennale alternativa, la reazione dei Paesi partecipanti

“Con queste e altre iniziative che saranno annunciate in seguito, curate in collaborazione con il direttore della Biennale Architettura, Hashim Sarkis, si vuole rafforzare l’offerta culturale della Biennale nel 2020, a seguito della decisione di posticipare al 2021 la Biennale Architettura, già prevista dal 29 agosto al 29 novembre”, riporta una nota della Biennale.

La decisione, comunicata in videoconferenza a 200 delegati di 58 Paesi nel mondo, come si legge ancora nella stessa nota, ha accolto il pieno favore dei partecipanti alla manifestazione che hanno espresso immediatamente supporto e solidarietà alla notizia e all’evento stesso.

Per ulteriori informazioni
labiennale.org

Prontuario tecnico di progettazione degli spazi aperti Alessandro Toccolini, 2020, Maggioli Editore

Il prontuario vuole rispondere, in modo agile e sintetico, alle domande dei professionisti (attivi e in formazione) su come progettare e realizzare gli spazi aperti che, come noto, sono strettamente correlati agli spazi chiusi connessi. Tale esigenza è ancor più evidente in questo momento...



Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here