100×100 Achille, una mostra per celebrare il centenario di Achille Castiglioni

Achille Castiglioni

Aggiornamento del 30 luglio 2018: La mostra 100×100 Achille, organizzata a Milano in occasione del centenario dalla nascita di Achille Castiglioni, farà tappa a Bolzano dal primo al 19 agosto (orario di apertura: dalle 10 alle 18). La mostra verrà inaugurata il 31 luglio 2018, alle ore 18, presso il Museo Archeologico dell’Alto Adige a Bolzano (via Museo 43). Per i dettagli sulla mostra continua a leggere…

100x100 Achille CAstiglioni
di Emanuele Zamponi.

*** 15 febbraio 2018: Se il 2017 ha visto come protagonista Ettore Sottsass, il 2018 vedrà al centro un altro protagonista del design italiano: Achille Castiglioni, che domani, 16 febbraio 2018, avrebbe compiuto 100 anni. Per l’occasione, la Fondazione Achille Castiglioni organizza la mostra 100×100 Achille, che sarà aperta al pubblico a partire dal 19 febbraio. Venerdì 16, invece, la Fondazione festeggerà l’anniversario inaugurando la mostra con un evento su invito: una vera e propria festa di compleanno a cui sono stati invitati, oltre agli amici della Fondazione, alcuni tra i più importanti designer del mondo.

Ad ognuno di loro, 100 in tutto, è stato chiesto di scegliere un regalo destinato ad Achille – oggetti anonimi come quelli che Castiglioni ha cercato e collezionato per tutta la vita – che hanno poi inviato alla Fondazione insieme a un biglietto d’auguri personalizzato, ottenuto trasformando la cartolina ricevuta come invito all’evento – con un’operazione di ready made “alla Castiglioni”.

Leggi anche Il 2018 della Triennale di Milano: il programma di architettura e design
(in programma anche una monografica su Achille Castiglioni)

I 100 regali, oggetti ordinari che Castiglioni amava più per come funzionavano che per la firma del loro autore, sono diversi per genere, materiale o tipologia, ma accomunati dalla stessa intelligenza progettuale, individuata dai designer invitati all’evento. I 100 oggetti-regalo costituiscono il primo nucleo di un possibile “Museo dell’oggetto anonimo”, fatto di oggetti progettati da autori ignoti, ma scelti da designer molto noti.

Il progetto della mostra è curato da Chiara Alessi e Domitilla Dardi, mentre l’allestimento è stato affidato allo Studio Calvi e Brambilla, che ha ideato un display costituito da strutture mobili e versatili in continuità con il concept generale del progetto. L’identità dell’evento è stata realizzata da Davide Soldarini di casostudio.

La mostra resterà aperta fino al 30 Aprile 2018, per poi diventare itinerante. Il catalogo, che riunisce le immagini degli oggetti-regalo e dei biglietti di auguri, è edito da Corraini.

 

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here