Concorso House in Milanosesto, vince il progetto di 02arch

A meno di un anno dal lancio del primo concorso per Milanosesto, è stato selezionato, tra le cinque proposte finaliste, il miglior progetto per la realizzazione di un edificio di edilizia residenziale convenzionata all’interno del più grande intervento di riqualificazione di aree industriali dismesse d’Europa. Lo studio che lo ha realizzato è 02arch (abbiamo già visto, ad esempio, il loro progetto per l’asilo nido Baby Life all’interno del parco di CityLife, inaugurato in queste settimane).

La giuria di House in Milanosesto ha valutato che – nonostante tutte le proposte finaliste presentassero caratteristiche innovative e interpretassero in modo coerente la filosofia alla base del progetto Milanosesto – quella di 02arch (Ettore Bergamasco, Andrea Starr Stabile, Laura Colosi, Martina Cicolari, Francesca Ambrosi ed Enrico Serventi) fosse quella maggiormente in grado di inserirsi in modo armonico all’interno del piano di sviluppo.

Leggi anche Nuova biblioteca di Lorenteggio (Milano), il progetto vincitore del concorso

house in milanosesto 02arch

È stata poi ritenuta rilevante la scelta architettonica, caratterizzata, oltre che da un’interessante disposizione dei volumi, da grandi balconi in legno che, oltre a trasmettere un intento ecologico e conferire un senso di intimità e qualità dell’abitare, garantisce un elevato comfort climatico e acustico alle abitazioni. Inoltre è stata valutata positivamente la funzionale accessibilità all’edificio.

La struttura, a più piani, sarà edificata in prossimità della Città della Salute e della Ricerca e avrà una superficie complessiva di circa 13.500 metri quadri (a cui si aggiungeranno oltre 5 milametri quadri di parcheggi interrati). Per la realizzazione del nuovo edificio Milanosesto ha previsto un investimento di circa 19 milioni di euro.

Dopo 02arch si sono classificati i seguenti studi: Moramarco + Ventrella ArchitettiA+M2AQB Atelier Popolare di ArchitetturaB+D+M Architetti. Tutti i finalisti e le menzioni sono consultabili qui.

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here