WEB IS HUMAN!

Nel cuore di Milano il nuovo spazio architettonico di MIND Agency progettato dall’architetto Elena Ratti.

Attraverso le grandi finestre di un edificio storico affacciato su piazza San Sepolcro, si scorge un ampio spazio su diversi livelli: linee sottili e leggere, superfici bianche e micacee, strisce d’argento, candidi fasci di luce, su un’alta parete un’opera plastica, oggetto architettonico e composizione di volumi ed ombre.
Dall’esterno si potrebbe quasi pensare all’originale allestimento di una nuova galleria d’arte, di un atelier o un’agenzia di comunicazione nel cuore della Milano finanziaria. Infondere stupore e curiosità nei frettolosi e distratti passanti è un divertente espediente per l’architetto progettista del nuovo headquarter di MIND Agency, agenzia che realizza e sviluppa siti ed ogni strumento messo a disposizione dal web per la comunicazione online.
L’ingresso ai nuovi uffici, dal suggestivo cortile porticato alla bussola interna in vetro, trasporta il visitatore in un ampio e luminoso open space dove il colore bianco dominante svela un volume architettonico svuotato dall’intervento di progetto. L’allestimento su tre livelli risponde ad un’esigenza di spazi aperti e condivisi, in cui si inseriscono grandi tavoli a molteplici postazioni concepiti per l’aggregazione ed il coordinamento dei gruppi di lavoro.

Gli spazi aperti interni sono suddivisi per piano nei tre reparti operativi dell’agenzia: tecnico, creativo, e direzionale. Una scala in muratura collega i tre piani giocando aspramente tra il bianco del volume ed il nero delle differenti pavimentazioni ai diversi livelli.
Al piano terra il team creativo, formato da copywriter, grafici e web designer, accoglie gli ospiti con un gioco ideale in cui figure in movimento su pannelli sospesi dai colori vivaci ripropongono il tema “web is human” presente sulla landing page del sito web dell’agenzia.
Al primo piano un lungo ballatoio, illuminato da lampade wall washer, percorre l’intero open space e conduce alla sala riunioni principale: su di esso sono letteralmente appese le postazioni direzionali, leggeri soppalchi d’arredo aperti sullo spazio a doppia altezza che permettono un immediato contatto visivo attraverso una sottile balaustra bianca. La parete che delimita il ballatoio è trattata a stucco di grassello di calce con polvere d’argento e disegna una geometria di righe e quadrati: stesso leitmotiv riproposto nella pavimentazione del piano terra, pietra grigia opaca con fasce e riquadri di bianco assoluto levigato lucido.
Al piano interrato, dedicato al team tecnico, si inserisce un dettaglio progettuale inaspettato, il giardino d’inverno: una scatola di cristallo illuminata a giorno che protegge una piccola oasi verde di ispirazione tropicale. Due poltroncine sottolineano la funzione relax dello spazio. A scandire maggiormente l’elemento natura, un’altra citazione artistica: una serie di stampe che riproducono i fiori di Andy Warhol e, nella saletta riunioni di staff, le sue celebri mucche pop. A completare l’allestimento al piano interrato, la sala server, il bistrot ed un’altra sorpresa: il Mind Usability Lab, strumento d’eccellenza per le analisi e le ricerche avanzate dell’agenzia, nella forma e nell’arredo citazione e parodia giocosa di una saletta interrogatori da telefilm americano.

L’utilizzo di textures geometriche, la forte orizzontalità formale, una mascolinità stilistica data da scelte cromatiche contrastanti – bianco/nero e grigio/argento -, sono gli elementi che citano la suggestione del progettista per il MOMA bottiano di San Francisco.
Infine, i dettagli progettuali dell’arredamento: dai passacavi trasparenti a spirale alle cinghie porta computer, dai cilindri componibili in luogo delle cassettiere al ciottolo bianco carrara del giardino d’inverno, tutto è stato scelto dall’architetto al fine di creare un ambiente di lavoro distintivo che desse forma e spazio al pay off di MIND Agency…WEB IS HUMAN!

 

Altre immagini del progetto

 

 

SCHEDA PROGETTO

Progetto
MIND Agency Headquarter

Localizzazione
Milano

Progettista
Architetto Elena Ratti
via Savona, 123 – 20144 Milano
T +393395730522

Stucchi e decorazioni
Marco Moretti

Garden
Servizio Verde di Giuliano Donadini

Arredamento
Falegnameria F.lli Facoetti, Meco Office, Zago, Rossanese

Illuminazione
I Guzzini

Cronologia
2009

Elena Ratti, libera professionista iscritta all’ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della Provincia di Milano, si laurea alla facoltà di Architettura del Politecnico di Milano nel 1998. Si avvicina all’architettura dal lato del design: borsa di studio all’Istituto Europeo di Design di Tolone in Francia e collaborazioni in studi di design e grafica per allestimenti e progetti di arredamento d’interni. Collabora con diversi studi d’architettura di Milano occupandosi, in Italia ed Europa, di progettazione residenziale e terziario-direzionale, arredo e decorazione d’interni, allestimenti di negozi retail nel settore moda ed accessori, allestimenti fieristici, riuso e recupero del patrimonio edilizio esistente. Si specializza a Firenze in bioarchitettura frequentando l’Istituto Nazionale di Bioarchitettura. Da alcuni anni alla progettazione architettonica affianca l’attività di coordinamento e gestione in fase esecutiva del progetto, occupandosi di attività direzionale di cantiere nella nuova costruzione, in piani di espansione residenziale per importanti società immobiliari operanti nel settore. La passione per la progettazione urbana sul territorio si accompagna e si alimenta con l’attività formativa che svolge all’interno di una struttura leader nel settore della formazione per l’esame di stato all’esercizio professionale per architetti. E’ anche grazie a questa esperienza, in cui si recuperano metodologie strumenti e tecniche grafiche tradizionali, unitamente all’influenza artistica ricevuta fin da piccola da un nonno pittore, che si avvicina all’arte, fino a raccogliere la proposta di un’opera prima: “metaplastico n°1”, un oggetto murario, astrazione plastica di schemi e tipologie, composizione di disegni originali raccolti negli anni.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico