Waste to energy, progetto di Schmidt Hammer Lassen Architects per Shenzhen

(Read english text)

Lo studio Schmidt Hammer Lassen Architects, in collaborazione con Gottlieb Paludan Architects, ha vinto il concorso internazionale per la progettazione del più grande impianto “waste-to-energy” al mondo, a Shenzhen, Cina.

Situato nelle periferie montuose di Shenzhen, il nuovo impianto Shenzhen East Waste-to-Energy potrà incenerire 5000 tonnellate di rifiuti al giorno, pari a un terzo dei rifiuti prodotti ogni anno dalla popolazione della città, che conta 20 milioni di abitanti.

L’impianto utilizzerà le più avanzate tecnologie per l’incenerimento dei rifiuti e la produzione di energia, agendo allo stesso tempo come fonte di informazione per i cittadini di Shenzhen.

Il progetto vincitore distribuisce l’intero impianto, compresi gli edifici ausiliari, in un unico edificio circolare, rompendo lo schema tradizionale degli stabilimenti industriali a pianta rettangolare. Proponendo una forma circolare, l’impronta dell’edificio in pianta è ridotta al minimo e riduce la quantità di scavo necessaria per realizzare l’impianto.

Il pubblico può accedere all’impianto per visitarlo attraverso un grande parco, attraversando il ponte di ingresso che si erge tra le ciminiere e conduce alla hall di ingresso e al visitor center, affacciato sui macchinari dell’impianto.

Un percorso circolare interno a passerella circonda l’impianto rendendo visibile ogni processo, prima di condurre i visitatori a un percorso pubblico panoramico che si snoda per un chilometro e mezzo in copertura, con vista sul paesaggio circostante e sulla città di Shenzhen.

La copertura di 66.000 metri quadri è stata progettata per ospitare 44.000 metri quadri di pannelli fotovoltaici fornendo l’opportunità non solo di dotare la città di un sistema più pulito per gestire i rifiuti urbani ma anche di fornire energia rinnovabile.

L’impianto ha l’obiettivo di mostrare la produzione Waste-to-Energy come un importante processo tecnologico orientato ad affrontate il problema della crescita della produzione dei rifiuti, ricercando sistemi più ecologici per produrre energia elettrica. Allo stesso tempo i visitatori possono essere informati sulla sfida della gestione delle crescenti quantità di rifiuti e vengono istruiti su strategie per ridurre la quantità di rifiuti prodotti ogni giorno.

La progettazione esecutiva dell’impianto avrà inizio nei primi mesi del 2016, e si prevede che l’inceneritore entri in funzione nel 2020.

Schmidt Hammer Lassen Architects è uno degli studi più importanti della Scandinavia, noto per il suo pluripremiato lavoro in progetti cultuali e pubblici; sono attivi in Asia, e in particolare in Cina, da quasi un decennio, dove hanno portato l’approccio progettuale scandinavo in grandi progetti pubblici.

Gottlieb Paludan Architects ha ricevuto riconoscimenti internazionali per la sua capacità di fondere una profonda conoscenza tecnologica con funzionalità architettoniche e di design. Nel 2015 hanno ricevuto il Nykredit Prize, il più importante premio di architettura della Scandinavia. Esperto nella progettazione di infrastrutture e impianti tecnici, lo studio con sede a Copenaghen, lo studio è attivo in Scandinavia e Nord Europa da più di un secolo.

a cura di Federica Maietti

SCHEDA PROGETTO
Shenzhen East Waste-to-Energy
Concorso internazionale | 2016, primo premio

Localizzazione
Shenzhen, Cina

Committente
Shenzhen Energy Environmental Engineering Ltd.

Progettisti
Schmidt Hammer Lassen Architects
Gottlieb Paludan Architects

Structural Engineer
Schlaich Bergerman Partners

Visuals
Beauty & the Bit, Madrid and Ginsun, Shanghai

Model
JR Models, Shanghai

Superficie
112,645 mq

Per ulteriori informazioni
www.shl.dk

Nell’immagine di apertura, vista esterna dell’impianto immerso nel paesaggio

 

— english text

The team of Schmidt Hammer Lassen Architects and Gottlieb Paludan Architects has won an international competition to design the largest waste-to-energy plant in the world. Located on the mountainous outskirts of Shenzhen the new Shenzhen East Waste-to-Energy Plant will incinerate 5,000 tonnes of waste per day – equalling one third of the waste generated by Shenzhen’s 20 million inhabitants every year. The plant will utilize the most advanced technology in waste incineration and power generation, whilst at the same time act as a source of education for the citizens of Shenzhen.

The winning design organizes the entire plant, including auxiliary buildings, into one circular building – breaking with the traditional rectangular layout of industrial facilities. By proposing a clear circular form, the footprint of the plant is minimised and it reduces the amount of excavation required to build on the site.

Public visitors are invited into the plant through a landscaped park, via an entrance bridge that rises between the stacks to an entrance lobby and visitor centre overlooking the plant machinery. An internal circular path and walkway circle the plant explaining each process, before leading up to a 1.5km panoramic public walkway on the roof overlooking the surrounding landscape and the city of Shenzhen.

The 66,000sqm roof is designed to be covered by up to 44,000sqm of photovoltaic panels providing the opportunity for the plant to not only provide a cleaner way to deal with the city’s waste but also contribute to the renewable energy provision for the city.

The plant is intended to showcase the Waste-to-Energy production as an important technical process that is geared to deal with the issues of growing waste, as well as the issue of finding more environmentally friendly ways of generating electricity. At the same time visitors become informed on the challenge of the growing amounts of waste we produce every day and are also educated on initiatives on how to reduce their own amount of daily waste.

Schmidt Hammer Lassen Architects are one of Scandinavia’s foremost architectural practices known for their award winning work in cultural and public projects and have been active in Asia for almost a decade. The studio has built a reputation for bringing a strong Scandinavian design approach to large complex public projects in China.

Gottlieb Paludan Architects have received international acclaim for their ability to merge deep technical knowledge with strong architectural design – capabilities that were awarded with the 2015 Nykredit Prize, Scandinavia’s largest architectural award. An expert in designing for infrastructure and technical facilities, the Copenhagen-based studio has been active in Northern Europe and Scandinavia for more than a century.

Detailed design work is due to begin in early 2016, and the plant is scheduled to start operating in 2020.

From the Architects

PROJECT INFO
Shenzhen East Waste-to-Energy

Competition
2016, 1st prize, international competition

Location
Shenzhen, China

Client
Shenzhen Energy Environmental Engineering Ltd.

Architects
Schmidt Hammer Lassen Architects
Gottlieb Paludan Architects

Structural Engineer
Schlaich Bergerman Partners

Visuals
Beauty & the Bit, Madrid and Ginsun, Shanghai

Model
JR Models, Shanghai

Area
112,645sqm

For further information
www.shl.dk

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico