Visioni di architettura e spazio pubblico contemporaneo: Agli Uffizi, il museo senza città

Si terrà giovedì 16 maggio 2013 alla Sala delle Reali Poste della Galleria degli Uffizi l’incontro Agli Uffizi. Il museo senza città rivolto a cittadini, progettisti e amministratori per riflettere sul futuro del centro storico di Firenze. A incoraggiare idee e visioni, una selezione di video di architettura racconta proposte e progetti strategici per alcuni contesti urbani nel resto del mondo.

 

Provare a immaginare il futuro del centro di Firenze, del suo tessuto urbano, dei suoi punti più nevralgici, dei nodi irrisolti. È questo il percorso che propone l’incontro, organizzato dall’Ordine degli Architetti di Firenze in collaborazione con Image nell’ambito di Firenze che sarà, il programma di conversazioni pubbliche intorno a video di architettura si rivolge a cittadini, progettisti e amministratori per confrontare idee, condividere visioni, guardare insieme alla città di domani.

 

L’appuntamento è il quarto di un percorso attraverso il capoluogo toscano che ha visto i diversi protagonisti della città coinvolti nel tentativo corale di mettere a confronto esigenze, formulare possibili risposte, approdare a una visione propositiva capace di cogliere istanze e potenzialità di trasformazione per il futuro di Firenze.
Dopo le tappe di Novoli, Ponte a Greve e Gavinana, Firenze che sarà concentra l’attenzione sul centro storico di Firenze per sollecitare un rapporto più stabile e consueto tra il tessuto urbano, la società civile e la pratica progettuale che impone di guardare in avanti.


“La città di Firenze, quella storica, è intimamente legata allo spazio degli Uffizi e alle opere raccolte nel suo prestigioso museo – osservano gli organizzatori dell’incontro –. Ma quale realtà si può osservare oggi da questo privilegiato punto di vista? Quale capacità e quale impegno progettuale testimoniano, nel sistema urbano che lo circonda, la visione di una città viva, abitata, aperta all’interpretazione e alla costruzione del suo più desiderabile futuro?.

 

A introdurre il confronto di idee e di visioni per il futuro del centro storico di Firenze – al quale parteciperanno l’architetto Stefano Boeri e lo storico e critico d’arte Michele Dantini – saranno video di architettura selezionati e offerti da Image Archive. Ad essi è affidato il compito di incoraggiare uno sguardo ampio sullo spazio pubblico contemporaneo osservato in altre città del mondo.

 

Il contributo di Image a questo percorso di incontri – che si concluderà il 13 giugno al Parco delle Cascine – trova le sue ragioni nel costante impegno nella comunicazione del progetto verso progettisti, amministratori e cittadini, determinato dalla convinzione che l’architettura e la città possano essere narrate con una molteplicità di strumenti destinati a sensibilizzare i loro protagonisti – dal cittadino all’amministratore – rinnovando spirito di partecipazione e condivisione.
Fra tali strumenti, il video di architettura costituisce una risorsa duttile che, associata alla ricchezza della collezione di Image Archive e alla sua lunga esperienza nell’osservare l’elaborazione e l’uso di questo strumento di comunicazione, permette di offrire a ogni occasione una nuova prospettiva e di condividere contenuti di progetto e espressioni di creatività.


“Attraverso lo schermo siamo stati abituati a seguire racconti in grado di descrivere porzioni di realtà ma anche, allo stesso tempo, elementi di finzione e di simulazione – racconta il team di Image -. L’architettura contemporanea mette spesso in gioco queste potenziali risorse e realizza sempre più frequentemente dei video che, oltre a testimoniare qualità spaziali, possono diventare mezzi formidabili per produrre storie e interpretazioni e per diffondere, quindi, nuove immagini e nuove architetture“.


SCHEDA EVENTO
Agli Uffizi. Il museo senza città


Luogo
Sala delle Reali Poste degli Uffizi
Firenze


Data
giovedì 16 maggio 2013


Orario
ore 18.00


Per ulteriori informazioni
www.image-web.org

 

Nell’immagine, The Mechanical Garden, Ibañez Kim Studio, vincitori del MoMA PS1 Young Architects Program (YAP) 2012

Aggiungi un commento

Aggiungi un commento
Please enter your name here