Villa privata a Concorezzo, un progetto di ve52_architettura

Il progetto di ve52_architettura (arch. Piero Malvezzi  e arch. Paola Cambiaghi) riguarda la costruzione di un edificio residenziale, a saturazione di un lotto libero, all’interno di un tessuto residenziale a maglia ortogonale caratterizzato da villette di recente costruzione.
La densità volumetrica, da distribuire sulla superficie di un lotto appena sufficiente, induce a calibrare attentamente la concentrazione degli spazi abitabili ai vari piani e pone al tempo stesso l’attenzione al rapporto fra zone private e spazi all’aperto.
Questo il tema principale del progetto, che si è articolato fra la definizione di un’architettura dell’edificio isolato, protettivo – rifugio dal mondo circostante – secondo l’originario archetipo dell’abitare e l’apertura al mondo circostante e agli elementi naturali.
L’addensamento del volume al piano terra, che si riduce progressivamente ai due piani superiori, consente di valorizzare la relazione con il giardino per i due alloggi al piano terra e induce la formazione di profondi loggiati  e ampi terrazzi  soprastanti in continuità con gli ambienti interni. Al tempo stesso l’articolazione di volumi geometrici, rigorosi, con tagli ben definiti, conferiscono all’edificio un aspetto di solidità  a protezione di chi vi abita.
La scelta dei materiali di facciata, rivestimento in cotto per le pareti e brise soleil in ferro a enfatizzare gli spazi esterni, ha conferito ulteriore personalità e naturalezza all’intervento architettonico.
L’edificio è stato completamente rivestito in forme piane di cotto cm 50x20x3,5 della ditta SanMarco Terreal Italia,  posate grazie alle più recenti tecniche con fuga minima e senza stuccatura, in modo da valorizzarne la texture nei suoi aspetti materici e cromatici. L’applicazione di un materiale tradizionale a un’architettura contemporanea trova le sue ragioni nelle caratteristiche intrinseche del materiale stesso, senza alcuna intenzione storicistica.

 

Che poi il cotto sia un materiale ben riconoscibile in Brianza, che il paesaggio fosse storicamente caratterizzato da edifici in cotto, cave d’argilla e fornaci di cottura, può rafforzare a posteriori il senso di appartenenza a un contesto, ma non riguarda e non giustifica le scelte architettoniche.

 

SCHEDA PROGETTO

Luogo
Concorezzo (Milano), via Petrarca

Tipologia
residenziale 3 alloggi, mc 670

Progetto e Direzioni lavori
arch. Piero Malvezzi  e arch. Paola Cambiaghi (ve52_architettura)

Strutture
ing. Dario Mariani

Committente
Mizar07 srl

Impresa
Achille Perego srl

Anno progettazione
2007

Realizzazione
2008-2009

 

Nell’immagine di apertura, vista sull’edificio di Concorezzo

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico