Verde pubblico, i vincitori del premio per le Città e le Provincie italiane

Sono stati nominati i vincitori della dodicesima edizione de “La Città per il Verde”, il Premio per i Comuni e le Province verdi d’Italia organizzato dalla casa editrice Il Verde Editoriale, che ha registrato un’ampia partecipazione su tutto il territorio nazionale.

 

A fronte dell’ingente numero di candidature presentate da Amministrazioni comunali e provinciali di tutta Italia, quest’anno sono stati selezionati 170 progetti realizzati in linea con gli obiettivi del Premio e finalizzati, nella forma di riqualificazioni o nuove realizzazioni, a valorizzare o incrementare il verde pubblico presente sul territorio di competenza. Un buon riscontro è stato anche ottenuto dai programmi di manutenzione del verde, nuova area tematica con la quale, da quest’anno, è stato possibile gareggiare. Per quanto riguarda i due Premi Speciali, sono stati selezionati 13 progetti nella categoria dei Parchi regionali e 5 progetti nella categoria Consorzi di gestione dei rifiuti.
I vincitori, segnalati e menzionati saranno premiati giovedì 15 settembre a partire dalle ore 10 presso il Salone internazionale del florovivaismo e giardinaggio Flormart di Padova, nell’ambito del Salone T-Verde (padiglione n. 11). La cerimonia di premiazione sarà preceduta da un convegno multidisciplinare su problematiche progettuali e gestionali del verde urbano. Tutti i vincitori potranno, in questa occasione, ritirare la targa di riconoscimento. A tutti i partecipanti presenti alla cerimonia, Touring Club Italiano regalerà la guida alle Bandiere arancioni, il marchio di qualità turistico ambientale per l’entroterra che l’Associazione assegna ai piccoli Comuni da oltre dieci anni.

 

Gli enti vincitori sono:
– Comune di Corchiano, Viterbo, per la Prima Categoria (Comuni fino a 5.000 abitanti)
– Comune di Concordia Sagittaria, Venezia, per la Seconda Categoria (Comuni da 5.000 a 15.000 abitanti)
– Comune di Settimo Torinese, Torino, per la Terza Categoria (Comuni da 15.000 a 50.000 abitanti)
– Comune di Brindisi per la Quarta Categoria (Comuni oltre 50.000 abitanti)
– Provincia di Catanzaro per la Quinta Categoria (Province)
– Parco naturale regionale Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo, Brindisi, per il Premio speciale ai Parchi regionali
– Cogeme Spa / Cogeme Gestioni Srl / Linea Ambiente Srl, Brescia, per il Premio speciale ai Consorzi di gestione dei rifiuti

 

La Giuria ha conferito una segnalazione ai Comuni di:
– Celle di San Vito, Foggia, per la Prima Categoria
– Bosa, Oristano, e Oppeano, Verona, per la Seconda Categoria
– Cercola, Napoli, e Conversano, Bari, per la Terza Categoria
– Cuneo per la Quarta Categoria
– Provincia di Cremona per la Quinta Categoria

 

Hanno meritato inoltre una segnalazione della Giuria i Comuni di:
– Albese con Cassano, Como, e Lusiana, Vicenza, per la Prima Categoria
– Pero, Milano, per la Seconda Categoria
– Sondrio per la Terza Categoria
– Bologna per la Quarta Categoria

 

Sono state infine conferite due menzioni speciali a:
– Parco naturale regionale dei Monti Simbruini, Jenne, Roma
– Consorzio di bacino Verona due del Quadrilatero, Villafranca di Verona

 

Il Premio “La Città per il Verde” ha come partner istituzionali PadovaFiere e Touring Club Italiano ed è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dall’Associazione Nazionale Comuni italiani – ANCI, dall’Unione delle Province d’Italia – UPI e da ALA- Assoarchitetti aderente a Confprofessioni.
Il Premio è inoltre sostenuto dagli sponsor di settore: Consorzio Stabile Sestante, Ecoconsulting, Stihl e TLF.

 

Per ulteriori informazioni
Coordinamento e segreteria organizzativa Premio “La Città per il Verde”
Studio Arch. Francesco Anzivino
via Monte Nevoso 10
20131 Milano
Tel. 02 23951103
Fax 02 23951870
E-mail: premio@studiomilano.191.it

 

Nell’immagine di apertura, Brindisi, Piazza dei Palmizi, uno dei numerosi spazi all’interno del Parco Palmarini Patri, vincitore della Quarta Categoria

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico