Unreadable

Il libro del designer” secondo Roberto Paoli, “può essere un libro tradizionale, che contiene un testo sulle sue ricerche, le sue conclusioni, le sue esperienze, ma, ancora meglio, può trasformarsi da mezzo in messaggio”. L’arma del designer è l’oggetto, la lettura di questo libro è la lettura dell’oggetto. Il libro del designer per Paoli è illeggibile (nel senso canonico, non contiene un testo scritto) ma veicola una funzione e, si distingue dagli altri libri della libreria per il suo essere “portante”, comunicare attraverso la sua funzione.
Una struttura rigida serve per il fissaggio a parete, questa viene coperta dal “finto libro”, quasi un oggetto pop, che sostiene il sottile ripiano. Quest’ultimo è staccato dalla parete e sembra magicamente sfidare la gravità.

Altre immagini del progetto: 1 | 2 | 3 | 4

Biografia
Roberto Paoli, designer, è nato ad Ancona e si è laureato in Architettura a Firenze nel 1994. Tra le varie scale del progetto affrontate durante gli studi, sceglie di dedicarsi a quella dell’oggetto. Decide quindi di tornare dopo la laurea nelle Marche, territorio ricco di realtà produttive e utile palestra per giovani designer.  In questi anni Paoli approfondisce la conoscenza di alcune tecnologie come lo stampaggio della plastica a iniezione, le tecniche di curvatura del vetro: ne nascono collaborazioni durature con importanti marchi come Fellowes (prodotti per ufficio in plastica), Fiamitalia e Liv’it (arredi in vetro curvato). Queste esperienze formano una base di conoscenze tecniche e metodologiche sulle quali Paoli imposta la sua idea di design dove l’invenzione funzionale, la prestazione tecnologica si fondono con la forma dell’oggetto, spesso generata dalle possibilità estreme del materiale. Le sempre più frequenti relazioni milanesi lo spingono nel 2002 al trasferimento nella città del design. Risale a questo periodo l’inizio della collaborazione con Tucano, che cresce fino all’attuale ruolo di Design Director: Paoli coordina l’intera linea di borse e accessori per notebook avvicinando l’azienda a una nuova filosofia di prodotto progettato con una grande attenzione ai materiali e al dettaglio funzionale (alcune invenzioni legate a questi progetti si sono tradotte in brevetti industriali registrati). Da alcuni anni Paoli collabora anche con aziende del settore illuminotecnico come Nemo-Cassina e Segno. Lo studio di Roberto Paoli dal 2007 si chiama Seminato Mercadante, è un grande spazio su due livelli in un edificio dei primi del ‘900 ridisegnato intorno al prezioso pavimento d’epoca. Paoli ha realizzato anche altri numerosi progetti di interior design di abitazioni e negozi come i monomarca per il marchio di abbigliamento Bilancioni (con Studio MRarchitects). Nel 2009 Paoli ha disegnato due nuove lampade Kami e Flight per Nemo-Cassina, e lo specchio Mir per Fiamitalia, entrambi presentati durante il Salone del Mobile. Per Tucano ha progettato il primo negozio monomarca nel centro di Milano.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico