Un museo di vetro ghiacciato reinventa la tipologia a corte

(Read english text)

Il progetto Super Push di Paolo Venturella & Cosimo Scotucci elaborato per il concorso Bauhaus Dessau Competition propone un edificio museale il cui principio compositivo trae le sue origini nella deformazione imposta alla classica tipologia a corte, tipica negli impianti museali per la sua caratteristica formale di fungere da percorso con l’inizio e la fine dello stesso nel medesimo punto.

Il primo grado di deformazione mira a scomporre l’intero edificio in una serie di blocchi contigui in cui la percorrenza unitaria viene mantenuta se pur scomposta in una serie di blocchi che connotano le singole stanze espositive: la somma delle parti è più del tutto, ribaltando il concetto base della Gestaltpsychologie.

Il secondo grado, invece, quello creato dalla spinta di uno dei bracci lunghi dell’impianto sopra l’altro, crea una nuova tipologia architettonica grazie alla quale la corte interna, spazio privato per eccellenza, diventa di pubblica fruizione fondendosi col parco circostante. La stessa deformazione, spingendosi al limite massimo, delinea, lungo l’asse d’accesso all’edificio, un’area coperta che invita i visitatori ad entrare sentendosi sin dalla strada i benvenuti.

Il nuovo modello tipologico crea una nuova struttura di promenade architecturale in cui il percorso, scandito dai singoli blocchi, come in un’ascesa purificata dall’influsso dell’arte, porta alla terrazza situata a metà del percorso espositivo, sopra alla hall d’ingresso, in cui lo sguardo può spaziare incontrastato sul parco circostante.

Il materiale di facciata omogeneo restituisce l’unitarietà all’edificio se pur questo risulti frammentato nella forma, e, inoltre, permette la diffusione della luce interna in maniera indiretta, adeguata alla visione delle opere d’arte. La struttura opalina del materiale lascia intravedere le forme e trasparire le ombre delle opere interne in modo da invogliare i passanti ad entrare per realizzare l’immagine pura di queste.

L’altro materiale che connota l’opera è un cemento grezzo lasciato a vista che si contrappone all’estrema intangibilità della vitrea facciata. Questa scelta progettuale lascia la totale possibilità d’intervento artista che in uno spazio matericamente neutro è libero di far emergere la sua opera. Il nuovo edificio si pone l’obiettivo di diventare un nuovo polo culturale urbano che grazie alla sua forma garantisce una continua fruizione, tanto interna quanto esterna, ed elevarsi a simbolo per la città.

Parafrasando il celebre aforisma dell’architettura modernista si può affermare che la forma segue la funzione esterna mentre le funzioni interne seguono la forma.

 

Paolo Venturella Architecture è uno studio di architettura situato a Roma che si concentra maggiormente sulla ricerca di integrazione tra i processi progettuali e le energie rinnovabili. Questo processo coinvolge diversi aspetti della città su svariate scale e funziona considerando l’architettura come una soluzione per il passato, il presente e le questioni future.

I punti chiave di questa ricerca sono la contestualizzazione, lo spazio pubblico, l’esposizione solare e le energie rinnovabili. Il processo di progettazione è sempre basato sulla selezione di un’idea forte, innovativa e razionale e nel trovare la forma architettonica più appropriata che attraverso se stessa spiega le sue funzioni.

L’architettura non può essere o funzionale o espressiva, bensì la combinazione di entrambi questi fattori. Per questa ragione la forma risultante dai processi creativi non è un punto di partenza ma il logico risultato del ragionamento.

La ricerca muove verso la creazione di un’architettura che comunica se stessa stabilendo un dialogo con la città e che genera una nuova entità per creare una connessione con la vita quotidiana delle persone che la vivono.

SCHEDA PROGETTO
Super Push

Concorso
Bauhaus Dessau Competition

Localizzazione
Weimar, Germania

Progettista
Paolo Venturella

Team di progettazione
Cosimo Scotucci

Anno
2015

Per ulteriori informazioni
www.paoloventurella.it

 

— english text

The museum takes shape by the deformation of the classic courtyard typology, according to functions and context. The courtyard building that works as a path for visiting the exhibition is taken into consideration as a starting point and then deformed pushing one side on the other.

The deformation literally goes beyond its limits and alters a simple typology into a more complex one.  In this way the park enters in the project making the courtyard a public space open to the city.

Moreover it cantilevers on the street side creating a covered area for the entrance and making the building appearing as if it were “welcoming” visitors that are coming to visit the museum.

The volumes that step up and down are an urban promenade that host rooms where the main artworks are shown and drive people to the upper terrace facing the park.

Form follow exterior function while interior functions follow form.

Paolo Venturella Architecture is an architecture firm based in Rome that mainly focus its research on the integration between the design processes and renewable energies. It is involved different aspects of the city at different scale and works considering architecture as a solution to past, present and future questions. The main points focus on contextualization, public space, sun exposure and sustainable renewable energies.

The process of design is always based on the selection of a strong idea, innovative and rational and in finding the most appropriate shape that express itself explaining its own functions. Architecture cannot be functional nor expressive but the combination of both. For this reason, the resulting shape is not a starting point but the logical outcome of reasoning. Investigation moves towards creating an architecture that communicates itself establishing a dialogue with the city and that creates a unique new entity to create a connection with the everyday life of the people.

From the Architects

PROJECT INFO
Glacial Glazed Museum

Competition
Bauhaus Dessau Competition

City
Weimar

Project Architect
Paolo Venturella

Design Team
Cosimo Scotucci

Year
2015

For further information
www.paoloventurella.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico