Un hotel fra le candide montagne ridisegnato in chiave design

di Erika Giangolini

 

Innumerevoli gli hotel di montagna, ma pochi i gioielli ad alta quota come Villa Kofler Wonderland, immerso fra le candide montagne della Val di Fassa a Campitello di Fassa. L’intraprendenza del design e l’accoglienza della classica tradizione montana convivono assieme dopo un accurato restyling, realizzando il sogno di Lucia e Ivo Nemela di Villa Kofler Wonderland.

 

Ogni porta delle dodici stanze si apre su un Paese differente, ispirandosi alle principali capitali mondiali delle quali si percepisce l’atmosfera nei dettagli curatissimi, negli oggetti di design di firme prestigiose e di altissima qualità. Gli ospiti possono godere di un’area benessere pensata in dimensione privata: ogni suite ha il suo angolo wellness, oltre a un ampio balcone con vista.

L’architetto Giovanna Cortivo si è occupata della ristrutturazione edile e dello studio degli spazi, mentre i due designer Marco Sbalchiero e Alessio Bassan hanno curato gli arredi delle camere. Il gioco di materiali e disposizione di luce realizza vere e proprie scenografie, regalando sogni tridimensionali dentro i quali ci si muove. Secondo un’idea di bellezza che armonizza tecnologia all’avanguardia e rispetto per l’ambiente.

 

La reception si affaccia sull’ascensore panoramico in vetro che porta alle camere, così da non perdere lo sguardo sulle Dolomiti; ad accogliere gli ospiti, un bancone in legno di abete, lampade Moooi e Tolomeo e pavimento in resina. Tokyo, New York, Londra… sono solo alcune delle città che dettano le linee di progettazione delle singole camere che parlano attraverso il linguaggio delle grandi capitali.

La città di Tokyo vive dentro la Zen Room, arredata sui contrasti di chiaro e scuro con pezzi in legno di Gervasoni e illuminata con corpi lampada Viabizzuno, camino e tende in legno di ispirazione orientale. La zona benessere ha una doccia doppia, vasca con erogazione a cascata, cromoterapia e sauna a infrarossi a due posti.

Dedicata alla mondana Montecarlo, la Luxury Room è la stanza dei desideri dove domina il colore oro. Il design contemporaneo incontra in questo open space il lusso e l’eleganza vintage, tra mosaici, lampade scultura, un grande caminetto, con arredi firmati da grandi aziende come Cappellini, Bisazza, Paola Lenti, Flou, Catellani&Smith. La zona benessere è dotata di grande sauna a infrarossi, doccia con erogatore a pioggia e soffioni e illuminazione a led per la cromoterapia.

Un letto e una vasca rotondi dominano la White Room, camera dedicata a New York. Il letto è firmato da Ivano Radaelli, racchiuso da tendaggi semitrasparenti che realizzano un’alcova, mentre la vasca è Bluemoon di Philip Starck; dal doccione a soffitto scende acqua come se fosse pioggia: pare proprio di trovarsi sul set di un film.

Nella Folk Room ispirata a Edimburgh a dominare l’ambiente è un letto a baldacchino in legno, costruito con veri tronchi d’albero. Dietro, i due lavabi incastonati anch’essi nel legno, armadi e libreria che sono pezzi di artigianato artistico e i toni del verde che rilassano l’atmosfera. La doccia verticale con soffione a soffitto, con massaggio e cromoterapia, e la sauna a infrarossi completano la suite con un tocco di benessere declinato in modo semplice e lineare. Una pausa da questa girandola di capitali la concede la Ciampedel (Campitello in ladino), che naturalmente è chiamata Traditional Room. Gli arredi sono eseguiti tutti su misura da artigiani locali in legno naturale decorato nei toni del blu. Al piano inferiore si trova la zona benessere, con vasca scenografica in ardesia nera, sauna a infrarossi e materasso per il relax; al piano superiore mansardato la camera matrimoniale con servizi e stube.

Chi ama il mondo della moda resta affascinato dalla Fashion Room ispirata a Milano e alla sua atmosfera cool. Al piano inferiore ecco il grande letto Flou e un arredamento dominato da tessuti glamour, mentre al piano superiore si trova l’area benessere caratterizzata dalla vasca tonda Bluemoon di Duravit, doccia doppia e sauna a infrarossi con chaise longue di Cappellini. A completare la scenografia il camino e il celebre lampadario Taraxacum di Flos a 60 lampadine, che scende dal soffitto mansardato.

Un vero inno alle favole classiche, quelle delle principesse, è la Romantic Room dedicata a Salzburg, arredata in stile barocco rivisto in chiave moderna, con pezzi firmati Stile e Creazioni. Nella zona benessere, la vasca è dotata di piedi leonini, la sauna è a infrarossi e la doccia rivestita in statuario bianco, il caminetto aggiunge magia al sogno.

La Tirolean Room, con destinazione Innsbruck, è dominata dalla grande stube, dalla presenza del legno ovunque e dal colore rosso nelle finiture. Una vera stanza da chalet di montagna, con zona notte composta da due letti king size Flou, doccia in ardesia con soffione ad effetto pioggia e sauna a infrarossi ideale per ritemprarsi dopo una giornata trascorsa in montagna.

Si vola oltreoceano nella Cottage Room, suite dedicata alla metropoli canadese Montréal, un caldo guscio pieno di emozioni. La camera, che si trova al piano inferiore, è riscaldata dal legno usato per rivestire pavimento, pareti e soffitto, oltre che dal caminetto. La zona relax, al piano superiore, offre vasca doppia con idromassaggio e cromoterapia, doccia doppia e sauna a infrarossi.

Chi ama le atmosfere raffinate non può che restare affascinato dalla Minimal Room ispirata a Oslo, capitale della Norvegia. Tutto è ridotto all’essenziale e vive della ricchezza dei materiali impiegati: legno naturale e pietra di Ardesia. La vasca idromassaggio posizionata al centro della stanza è disegnata da Philip Starck per Duravit, il caminetto a gas e le sedie a dondolo Gervasoni si trovano al piano inferiore, mentre di sopra si accede alla camera matrimoniale Flou con salottino Gervasoni e sottotetto mansardato.

La Chic Room è idealmente posizionata a London, impreziosita da toni color fumo e pareti color carta da zucchero in perfetto british style. I pezzi imbottiti sono DePadova, riedizioni dei classici britannici, mentre il letto e i complementi decorati sono di Gervasoni. Un grande lampadario Flos illumina il tavolo in stile. Questa stanza è dotata anche di angolo cottura, che la rende un monolocale ideale per la vacanza della coppia chic.

Trionfo dello stile contemporaneo è la Design Room con destinazione Copenaghen, un ampio attico composto da cucina tecnica, tavolo di Saariner e Panton Chair, poltrona Egg di Bonacina che dondola nell’angolo. Il divano letto geometrico, contornato da pouf rossi Fat Boy, è situato di fronte al camino e al televisore a schermo piatto. Oltre alla zona benessere con sauna e ampia doccia, posizionata di fianco al letto un’intima vasca idromassaggio doppia con cromoterapia. Dodici viaggi interpretati con dodici stili, racchiusi in una lussureggiante location immersa fra le montagne.

 

L’articolo è tratto da Dossier Habitat Contract and Design Magazine n.42

 

Nell’immagine di apertura il resort, caratterizzato da linee creative e contrasti di colore

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico